Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
Festival di Morgana - ''Il miracolo della fonte magica di Santa Sofia''

Festival di Morgana - "Il miracolo della fonte magica di Santa Sofia"

A cura dell'Antica Compagnia Opera dei pupi Famiglia Puglisi

da sabato 05 dicembre a domenica 06 dicembre 2020
Contenuti Sponsorizzati
Visualizza mappa evento

Sabato 5 e domenica 6 dicembre alle 18.00, presso il Teatro comunale dell'opera dei pupi (Via Resistenza, 53 - Sortino) l'Antica Compagnia Opera dei pupi Famiglia Puglisi mette in scena "Il miracolo della fonte magica di Santa Sofia". Adattamento scenico e regia Ignazio Puglisi – Musiche curate da Marco Cannata. Lo spettacolo sarà trasmesso anche in diretta streaming.
 
Trama - E’ il 1453, le truppe del Sultano si trovano a pochi chilometri da Costantinopoli. Decidono di attaccare la città ma vengono respinte dagli assediati, guidati da Costantino XI. All’alba del 29 maggio 1453, dopo diversi attacchi, Maometto II riesce a conquistare Costantinopoli facendo strage dei bizantini; anche l’imperatore Costantino XI muore nella battaglia. Non appena entrato nella città, Maometto si dirige nella basilica di Santa Sofia e resta meravigliato dalla magnificenza del tempio. Quindi, ordina che nulla sia distrutto di quella basilica, ma che venga trasformata in moschea.

Mentre contempla il tempio, entra in scena un vecchio che dice di essere il custode della verità. Maometto incuriosito dalle parole del vecchio lo ascolta. Il vecchio comincia a narrare la storia della basilica, tra la costruzione e la distruzione. Narra la leggenda di una giovane principessa di nome Sofia, figlia di Costanzo, allora principe di Bisanzio. Racconta che Sofia viene rinchiusa dal padre in una torre perché vuol convertirsi al cristianesimo. Frattanto, giunge in città un uomo di nome Timoteo che predica il vangelo di Cristo. Sofia, informata, prega la sua nutrice di farla incontrare con Timoteo. Con l’aiuto di un soldato e della fedele nutrice, Sofia può finalmente battezzarsi.
 
Nella stessa notte, Dio si manifesta alla ragazza suggellando la sua alleanza con un anello. Dopo questa visione, Sofia decide di fuggire per andare a predicare la religione di Cristo. Scappa da Bisanzio e su una nave arriva a Siracusa. Dopo un lungo cammino, si ferma nelle terre di Pantalica dove ha inizio la sua missione. Qui, sul punto esatto in cui getta la treccia dei suoi capelli, si apre una fonte nella quale scorre acqua purissima, cristallina. Il popolo comincia ad attingere l’acqua e tanti miracolosamente guariscono da ogni sorta di malattie.

Intanto, il Prefetto di Pantalica, di nome Marziale, preoccupato di questa nuova dottrina, cerca e trova Sofia in una grotta, scopre che è la figlia del principe Costanzo e la rimanda nella sua città. Costanzo crede che Sofia sia venuta finalmente a chiedergli perdono e l’accoglie con tutti gli onori. Quando si accorge che niente è cambiato, va su tutte le furie e accecato dalla rabbia ordina la decapitazione della giovane. Sofia offre la sua vita per la conversione del padre e viene portata in cielo fra la gloria degli angeli che cantano e danzano.

Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutti gli eventi

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE