Notte dei Musei - Gli spazi espositivi della Fondazione Sicilia

Notte dei Musei - Gli spazi espositivi della Fondazione Sicilia

Un'ottima occasione per visitare Palazzo Branciforte e Villa Zito

sabato 18 maggio 2019
Contenuti Sponsorizzati
LA CANTINA
Cilindri  portabottiglia   in trama di fico d'india
Laboratorio Multimediale, Niscemi (CT)
Orologi da mobile Laura Buzzetta Ceramica
Visualizza mappa evento

Sabato 18 Maggio alle 21.00, Palazzo Branciforte e Villa Zito, spazi espositivi della Fondazione Sicilia, aderiscono alla Notte dei Musei.

Palazzo Branciforte - Storico edificio nel cuore di Palermo, (Largo Gae Aulentio, 2) e fu costruito verso la fine del ‘500 e recentemente ristrutturato grazie all'importante intervento di ripristino, firmato dall'architetto Gae Aulenti. Nato come una delle dimore più eleganti di Palermo, il Palazzo nel corso della sua lunga storia ha conosciuto alterne fortune: basti pensare che alla fine del ‘700 divenne di proprietà del Monte dei Pegni della città. Ancora oggi si può ammirare la suggestiva struttura lignea destinata ad accogliere i beni non preziosi lasciati in pegno dai palermitani dell’epoca. Sede operativa della Fondazione Sicilia (che lo ha acquisito nel 2005), Palazzo Branciforte è davvero un luogo unico, dove si fondono identità e innovazione. Uno spazio aperto al pubblico e pienamente fruibile, culla della sicilianità ma anche fulcro di nuovi saperi. Al suo interno trovano spazi espositivi le importanti collezioni della Fondazione: da quella archeologica a quelle delle maioliche e delle sculture, da quella numismatica a quella filatelica.

Villa Zito - Si trova in Via Libertà a Palermo ed è sede della pinacoteca della Fondazione Sicilia. L'edificio è stato realizzato intorno alla prima metà del Settecento da Francesco Scicli e presto ceduto al principe Antonio La Grua di Carini, per poi essere rimaneggiato nel tempo. Nel 1909 fu acquisito da Francesco Zito e poi nel 1926 dal Banco di Sicilia. Quattro secoli di pittura, dal Seicento al Novecento, da Salvator Rosa e Mattia Preti a Renato Guttuso e Mario Schifano, passando per Catti, Lojacono, Sironi, De Pisis, Carrà. E alcune perle, come le collezioni dedicate a Ettore De Maria Bergler e Pippo Rizzo. Sono i tesori d'arte della Fondazione Sicilia. Il percorso espositivo si apre al primo piano, con la pittura del Seicento, seguita da quella del tardo Seicento e dei vedutisti settecenteschi. L'Ottocento è rappresentato dai protagonisti della grande pittura di paesaggio in Sicilia, (Francesco Lojacono, Antonino Leto, Michele Catti) e dalle opere di Ettore De Maria Bergler. Al secondo piano trovano spazio i dipinti della donazione Alesi-Cuccio Cartaino e le raccolte del Novecento. Al piano terra, si trovano infine le opere si trovano infine le opere di Pippo Rizzo, insigne futurista.

Info e Prenotazioni
Palazzo Branciforte - Tel. 091 7657621
Villa Zito - Tel. 091 7782180

Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
LA CANTINA
Cilindri  portabottiglia   in trama di fico d'india
Laboratorio Multimediale, Niscemi (CT)
Orologi da mobile Laura Buzzetta Ceramica
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutti gli eventi

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE