Castelbuono, il Medioevo in Sicilia

Castelbuono, il Medioevo in Sicilia

Luogo ideale per un fine settimana da dedicare alla cultura e alla tradizione siciliana

Adagiata in una valle alle pendici del Colle Milocca, tra i rilievi di Pollina, San Mauro Castelverde, Geraci, Gibilmanna e Isnello, sorge Castelbuono, città a pochi chilometri dall'azzurro mare di Cefalù, immersa in un lussureggiante bosco di querce, castagni, ciliegi e frassini.

Per la vicinanza alla costa e le sue bellezze naturali, la presenza umana in loco è antichissima tanto da arrivare al neolitico quando i Sicani, cacciati dai Siculi che si erano stanziati sulle coste, erano penetrati nell'entroterra.

Castelbuono è il luogo ideale per trascorrere un weekend sia in estate quando la frescura dei boschi ristora dal caldo estivo o nel periodo natalizio, quando i quartieri medioevali e gli addobbi a festa, contribuiscono notevolmente a creare un'atmosfera suggestiva e particolare.

Il visitatore può inoltre approfittare per gustare le squisite specialità locali a cominciare dai dolci a base di manna (prodotto dolciastro che si ricava attraverso l'incisione della corteccia dei frassini della zona) come i panettoni, o la testa di turco (dolce a base di crema di latte, farina, uova, strutto, scorza di limone, sfoglia e cannella in polvere) oppure i formaggi o le tante specialità a base di carne di cinghiale delle Madonie.

Veduta della via Sant'Anna e del castello - Castelbuono (PA)
ph. www.prolococastelbuono.it

Pillole di storia - Agli inizi del 1300 i Ventimiglia, signori della contea di Geraci, decisero di costruire un castello sul poggio dominante l'antico "casale d'Ypsigro", già abitato da circa 300 persone. La costruzione del castello fece crescere la piccola comunità tanto che, nel 1454, Giovanni I Ventimiglia fece trasferire la sua corte a Castelbuono portando con se la sacra reliquia del teschio di Sant'Anna, donata alla famiglia dal Duca di Lorena.

Nel XV secolo la città divenne un vero e proprio centro culturale capace di accogliere artisti del calibro di Francesco Laurana e altri maestri lombardi e toscani che curarono l'espansione urbanistica della città feudale, che tenderà ad assumere caratteristiche di capitale nel XVI sec. I Ventimiglia difatti, cercarono di creare un piccolo stato autonomo dal punto di vista economico e nel 1595 Giovanni III ottenne il titolo di principe di Ventimiglia, mentre nel 1632 Castelbuono divenne città.

Per tutta la metà del secolo sorsero chiese, conventi e fontane e i Serpotta lavorarono alla cappella di Sant'Anna. Nell'800 con la scomparsa della grande nobiltà la città scoprì la presenza attiva di famiglie che ne tennero alto il prestigio con eminenti figure quali Francesco Minà Palumbo. Agli inizi del '900 il comune acquistò il castello dei Ventimiglia e la reliquia di Sant'Anna.

Itinerario

Castello dei Ventimiglia

Castello dei Ventimiglia

Castello Ventimiglia
Vedi »
Madrice Vecchia

Madrice Vecchia

Piazza Margherita
Vedi »
Chiesa della Natività di Maria

Chiesa della Natività di Maria

Chiesa della Natività di Maria
Vedi »
Chiesa e Convento di San Francesco

Chiesa e Convento di San Francesco

Chiesa di San Francesco
Vedi »
Fontana di Venere Ciprea

Fontana di Venere Ciprea

Fontana di Venere Ciprigna
Vedi »
27 ottobre 2016
Condividi:
NERELLO CAPPUCCIO

NERELLO CAPPUCCIO

Piante da interno
Giglio x 3  Turchese  H 90
Rosa media Shiny  Ruby aperta
Sughi Pronti di Suino Nero

Sughi Pronti di Suino Nero

Contorni pronti
proposto da Azienda Dono
LA NOSTRA LOCATION
Ti potrebbe interessare anche
Visitando la splendida Militello Val di Catania
Visitando la splendida Militello Val di Catania
Visitando la splendida Militello Val di Catania
La "piccola Pantalica" di Paolo Orsi con il suo immenso patrimonio medievale e barocco
Artistico/storico
Caccamo e il suo castello
Caccamo e il suo castello
Caccamo e il suo castello
La ricca città medioevale che ospita il castello più grande della Sicilia
Artistico/storico
Il Castello di Mussomeli e i suoi fantasmi
Il Castello di Mussomeli e i suoi fantasmi
Il Castello di Mussomeli e i suoi fantasmi
Grande opera architettonica e punto di riferimento per gli appassionati di occultismo
Artistico/storico
Alcamo e il Castello dei Conti di Modica
Alcamo e il Castello dei Conti di Modica
Alcamo e il Castello dei Conti di Modica
Nella patria di Cielo d'Alcamo noto esponente della scuola poetica siciliana di Federico II
Artistico/storico
I castelli della provincia di Enna
I castelli della provincia di Enna
I castelli della provincia di Enna
Nel cuore della Sicilia anche il maniero italiano più vicino alle stelle
Artistico/storico
Il Castello Ursino di Catania
Il Castello Ursino di Catania
Il Castello Ursino di Catania
Fatto edificare da Federico II, fu simbolo dell'autorità e del potere imperiale in Sicilia
Artistico/storico
Savoca, il paese dalle sette facce
Savoca, il paese dalle sette facce
Savoca, il paese dalle sette facce
Città d’arte e di affascinante bellezza, è stata scelta come set di numerosi film di grande successo
Artistico/storico
Giarratana, un vero museo a cielo aperto
Giarratana, un vero museo a cielo aperto
Giarratana, un vero museo a cielo aperto
Nel piccolo comune-museo del Ragusano, gli usi e i costumi di una volta
Artistico/storico
I weekend de Le Vie dei Tesori
I weekend de Le Vie dei Tesori
I weekend de Le Vie dei Tesori
Il grande Festival della cultura si allarga e da Palermo arriva fino a Messina, Agrigento, Siracusa e Caltanissetta
Artistico/storico
La Villa Romana del Tellaro
La Villa Romana del Tellaro
La Villa Romana del Tellaro
Tra Noto e Pachino un tassello archeologico della storia siciliana nel Basso Impero
Artistico/storico
Prizzi, lo smeraldo dei Sicani
Prizzi, lo smeraldo dei Sicani
Prizzi, lo smeraldo dei Sicani
Autentico museo a cielo aperto che di giorno sembra un nido d'aquile e di notte un presepe
Artistico/storico
Gangi, perla delle Madonie
Gangi, perla delle Madonie
Gangi, perla delle Madonie
L'Arte e la Cultura nel luogo che ha dato i natali allo Zoppo di Gangi e al Quattrocchi
Artistico/storico
Acireale, dai mitici Ciclopi alla ricchezza barocca
Acireale, dai mitici Ciclopi alla ricchezza barocca
Acireale, dai mitici Ciclopi alla ricchezza barocca
Una passeggiata nel centro della città più volte distrutta dai terremoti e ricostruita sempre più bella
Artistico/storico
Vittoria: Città del Liberty e del Cerasuolo
Vittoria: Città del Liberty e del Cerasuolo
Vittoria: Città del Liberty e del Cerasuolo
Tra Neoclassicismo, Art Nouveau, ottimo vino e il mare limpido e pescoso di Scoglitti
Artistico/storico
Gratteri: tesoro di storia e cultura
Gratteri: tesoro di storia e cultura
Gratteri: tesoro di storia e cultura
Nella Madrice vecchia un reliquario custodirebbe quattro spine della corona di Cristo
Artistico/storico
Vedi tutti gli itinerari

Aziende consigliate