Giarratana, un vero museo a cielo aperto

Giarratana, un vero museo a cielo aperto

Nel piccolo comune-museo del Ragusano, gli usi e i costumi di una volta

Contenuti Sponsorizzati
Visualizza mappa itinerario

ph. www.sicilyways.co.uk

Chi volesse fuggire per un week end dal caos della città e rifugiarsi in un oasi di pace e di verde può seguirci tra i vicoli e le stradine del museo a cielo aperto di Giarratana. Qui, passeggiando tranquillamente per le antiche viuzze del paese, si possono aspirare gli aromi e l'aria pura, godendo della vista di colline verdeggianti.

Giarratana, piccolo centro montano della provincia di Ragusa, sorge su una collina dei monti Iblei a 584 metri sul livello del mare ed il suo territorio è attraversato da diversi corsi d'acqua tutti confluenti nel fiume Irminio. La città ha origini molto antiche, sembra infatti, sia stata fondata nel 644 a.C. sul monte Casale come avamposto militare di Siracusa che, essendo già uno dei centri più potenti della Magna Grecia, voleva continuare ad espandersi nell'isola.

La Chiesa Madre di Giarratana
ph. www.donnalucata.it

Un po' di Storia - Le origini di Giarratana sono antichissime. Il paese infatti, prima del terremoto che la distrusse nel 1693, sorgeva nel territorio della odierna Terravecchia. Nei suoi dintorni sono stati scoperti degli insediamenti preistorici, come quello di Scalona, risalente al II° millennio a.C. e quello di Donna Scala, di un periodo piú recente.

Le zone sono state abitate sin dai tempi più antichi da diversi popoli fra cui i Siculi. I più importanti ritrovamenti sono stati fatti nel sito archeologico di Monte Casale, nei pressi di Monte Lauro. Gli studiosi sono divisi sull'identità del sito perchè qualcuno crede che si tratti di Acrilla, altri di Herbessus anche se più probabilmente si tratta di Kasmenai, la mitica città fondata dai greco-siracusani che svolgeva un efficente ruolo strategico-militare. Non si hanno documenti anteriori al periodo normanno, ma solo notizie della loro esistenza.

Monte Casale - ph Davide Mauro
Foto di Davide Mauro - Opera propria, CC BY-SA 4.0

Le prime notizie fanno supporre che la città sia appartenuta , assieme alla contea di Ragusa, a Goffredo, figlio del conte Ruggero. Nel periodo svevo Enrico VI, Re di Sicilia, donò la città a Rinaldo Acquaviva, suo familiare. Durante il regno di Manfredi ne fu signore Gualtiero di Caltagirone. Successivamente la contea di Modica passò a Bernardo Cabrera, il quale vi incluse anche Giarratana ed altre cittá limitrofe, costituendo per la prima volta l'intero territorio dell'attuale provincia.

Ma Cabrera, dopo un periodo di disgrazia, per pagare i debiti, dovette vendere oltre ad altre città, anche Giarratana a Guglielmo e Nicolò Casasagia. La città passò in seguito a Simonetto Settimo nel 1454. L'antica Cerretanum con il terremoto del 1693 ebbe 541 morti e l'abitato fu totalmente demolito. Fu allora deciso di ricostruire la nuova Giarratana su un colle vicino.

Le tappe del nostro itinerario

Itinerario

Museo a cielo aperto

Museo a cielo aperto

Via Galileo Galilei
Vedi »
Chiesa di San Bartolomeo Apostolo

Chiesa di San Bartolomeo Apostolo

Chiesa di San Bartolomeo
Vedi »
Basilica di Sant'Antonio Abate

Basilica di Sant'Antonio Abate

Basilica di SantAntonio
Vedi »
Chiesa Madre

Chiesa Madre

Chiesa Madre
Vedi »
27 ottobre 2016
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Ti potrebbe interessare anche
Gibellina, museo a cielo aperto
Gibellina, museo a cielo aperto
Gibellina, museo a cielo aperto
Rinata come una fenice... Più che una città un fenomeno artistico e antropologico
Artistico/storico
Caltabellotta, Città della Pace
Caltabellotta, Città della Pace
Caltabellotta, Città della Pace
Qui Carlo II d'Angiò e Federico III d'Aragona posero fine alla Guerra dei Vespri siciliani
Artistico/storico
Alla scoperta di Erice
Alla scoperta di Erice
Alla scoperta di Erice
Eryx, meravigliosa cittadina fenicia e greca, protetta dalla dea Venere
Artistico/storico
Breve viaggio nella preziosa Castroreale
Breve viaggio nella preziosa Castroreale
Breve viaggio nella preziosa Castroreale
Le chiese, il Museo Civico, la Pinacoteca: solo alcuni dei tesori da visitare
Artistico/storico
Le tre "anime" di Sutera
Le tre ''anime'' di Sutera
Le tre "anime" di Sutera
Piccolo e incantevole luogo, tra i Borghi più belli d'Italia, vi presentiamo le tre facce di Sutera
Artistico/storico
Salemi, la prima capitale d'Italia
Salemi, la prima capitale d'Italia
Salemi, la prima capitale d'Italia
Sull'antica cittadina attraversata dagli splendori e dalle miserie di millenaria Storia
Artistico/storico
Nel cuore rurale della Sicilia
Nel cuore rurale della Sicilia
Nel cuore rurale della Sicilia
Un piccolo viaggio al confine delle province di Palermo e Caltanissetta, tra campi e pascoli
Agronomico/rurale
Sciacca, Città delle Terme
Sciacca, Città delle Terme
Sciacca, Città delle Terme
Un luogo incantato dove trascorrere una vacanza tra benessere e bellezza
Artistico/storico
Trapani, città dei due mari
Trapani, città dei due mari
Trapani, città dei due mari
Si narra che il promontorio di Drepanon si formò dalla falce di Cerere caduta in mare
Artistico/storico
Marsala, Città del Vino
Marsala, Città del Vino
Marsala, Città del Vino
Qui è custodita una delle navi fenicie che combattè la I guerra punica
Artistico/storico
Taormina, la perla dello Ionio
Taormina, la perla dello Ionio
Taormina, la perla dello Ionio
E ai piedi della città, un suggestivo isolotto immerso nell'azzurro del Mar Ionio
Artistico/storico
Ferla, il borgo della "via sacra"
Ferla, il borgo della ''via sacra''
Ferla, il borgo della "via sacra"
Dal cuore rupestre e antichissimo, dopo il grande terremoto del 1693, rinacque con le esuberanti forme del Barocco
Artistico/storico
Savoca, il paese dalle sette facce
Savoca, il paese dalle sette facce
Savoca, il paese dalle sette facce
Città d’arte e di affascinante bellezza, è stata scelta come set di numerosi film di grande successo
Artistico/storico
Vedi tutti gli itinerari

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE