Il bosco di Ficuzza, antica dimora dei Borboni

Il bosco di Ficuzza, antica dimora dei Borboni

In questo luogo incantato Re Ferdinando IV fissò la sua dimora dopo la fuga da Napoli

Nel silenzio delle montagne, immerso nell'incanto di una fitta vegetazione sorge il piccolo borgo di Ficuzza, un gruppetto di case all'ombra del vasto Palazzo Reale, dimora di Re Ferdinando IV di Borbone. Il sovrano fuggito da Napoli, dove erano scoppiati tumulti popolari seguiti alla Rivoluzione francese, arrivò a Palermo nel dicembre del 1798, con il suo seguito di nobili e dignitari di corte. Grande appassionato di caccia, acquistò e riunì gli ex feudi di Ficuzza, Lupo, Lupotto e Cappelliere allo scopo di realizzare una riserva venatoria e in seguito a questi annesse per enfiteusi i sette feudi della Baronia di Godrano.

La Rocca di Ficuzza - ph. Associazione Sicani Outdoor

Per avere un luogo degno di ospitarlo durante le sue frequenti battute di caccia, nel 1799, commissionò all'architetto regio Carlo Chenchi il progetto della 'Real casina di caccia', poi portato a termine dal famoso architetto G.Venanzio Marvuglia. Immerso nell'incanto di uno dei boschi più estesi di Sicilia (oltre 7 mila ettari di vegetazione), il palazzo segue linee neoclassiche, con una pianta rettangolare, mura robuste e un tetto dalle falde inclinate, sovrastato da un gruppo scultoreo raffigurante il dio Pan e la dea Diana con al centro il blasone borbonico.

Il "Pulpito del Re" in una foto di Filippo Barbaria

Sembra che il bosco curatissimo, le numerose mandrie, le colture, i pascoli e l'abbondante selvaggina fossero il vanto del Re. Si racconta infatti, che il luogo prediletto del sovrano fosse una radura verdeggiante immersa nel bosco, con qualche chiazza paludosa, denominata 'marcatu di li porci' perché verso il tramonto qui si radunavano decine di cinghiali. Il sovrano era solito sistemarsi su uno scranno scavato nella roccia con lo schioppo nelle mani e sparare a tutti i malcapitati animali che gli capitavano a tiro. Questo posto, che oggi si chiama 'Pulpito del Re', è sicuramente il meno nobile dei ricordi lasciati dai Borbone in questa splendida riserva naturale.

Le tappe del nostro itinerario

Itinerario

Rocca Busambra

Rocca Busambra

Rocca Busambra
Vedi »
Gorgo del Drago

Gorgo del Drago

Gorgo del Drago
Vedi »
Centro regionale per il recupero della fauna selvatica

Centro regionale per il recupero della fauna selvatica

Ficuzza
Vedi »
18 ottobre 2016
Condividi:
Ti potrebbe interessare anche
Sicilia rapace!
Sicilia rapace!
Sicilia rapace!
Un viaggio nei luoghi d'elezione di tre rari uccelli rapaci: l'Aquila di Bonelli, il Capovaccaio, il Falco Lanario
Naturalistico
Lungo l'Antica Trasversale Sicula
Lungo l'Antica Trasversale Sicula
Lungo l'Antica Trasversale Sicula
Da una punta all’altra della Sicilia... trasversalmente, si va sulle orme degli antichi eroi
Artistico/storico
Trekking sui monti Sicani
Trekking sui monti Sicani
Trekking sui monti Sicani
A piedi per una zona ricca di interessi naturalistici, paesaggistici e archeologici
Naturalistico
Nella Riserva Orientata Serre di Ciminna
Nella Riserva Orientata Serre di Ciminna
Nella Riserva Orientata Serre di Ciminna
Attraversando un patrimonio naturale formatosi circa 6 milioni di anni fa
Naturalistico
Il Parco Monte Serra, dove vivono le farfalle
Il Parco Monte Serra, dove vivono le farfalle
Il Parco Monte Serra, dove vivono le farfalle
Visita nell'unica Casa delle Farfalle del Centro-Sud dove sono ospitate le farfalle più belle del mondo
Naturalistico
La Riserva Naturale Integrale di Contrada Scaleri
La Riserva Naturale Integrale di Contrada Scaleri
La Riserva Naturale Integrale di Contrada Scaleri
Per conoscere le forme carsiche superficiali sul gesso detritico e su quello alabastrino
Naturalistico
Immersi nella natura della provincia di Enna
Immersi nella natura della provincia di Enna
Immersi nella natura della provincia di Enna
Scegliete voi i percorsi straripanti di benessere, in mountain-bike o a piedi
Paesaggistico
Il Parco dei Nebrodi
Il Parco dei Nebrodi
Il Parco dei Nebrodi
I Nebrodi d'inverno tra boschi secolari, fiumi e laghi montani: un autentico paradiso
Naturalistico
Un paradiso tropicale nel cuore di Palermo
Un paradiso tropicale nel cuore di Palermo
Un paradiso tropicale nel cuore di Palermo
Accanto alla splendida Villa Giulia, un autentico museo naturale a cielo aperto
Naturalistico
Monte Cammarata e Monte Gemini
Monte Cammarata e Monte Gemini
Monte Cammarata e Monte Gemini
Lungo i sentieri che attraversano il bosco sino alla cima più alta dei Monti Sicani
Naturalistico
Il Castagno dei Cento Cavalli
Il Castagno dei Cento Cavalli
Il Castagno dei Cento Cavalli
Ai piedi dell’Etna, subito fuori il comune di Sant’Alfio, un vero e prodigioso spettacolo della Natura
Paesaggistico
Il Parco forestale Calaforno
Il Parco forestale Calaforno
Il Parco forestale Calaforno
Custodisce cavità sotterranee uniche nel panorama archeologico del Mediterraneo
Naturalistico
Vedi tutti gli itinerari

Aziende consigliate