Ispica, Città del Liberty

Ispica, Città del Liberty

Il celebre architetto Basile realizzò qui l'edificio Liberty più importante del ragusano

Contenuti Sponsorizzati
Vino Etna Rosso - Nicosia - Monte Gorna Riserva
PASSITO DIAMANTE D'ALMERITA Tenuta Regaleali - TASCA D'ALMERITA
Chardonnay Terre Siciliane - Cantine Fina
Visualizza mappa itinerario

A circa 30 chilometri da Ragusa, posta al limite più orientale della sua provincia, sorge Ispica, graziosa cittadina di circa 15.000 abitanti che si specchia, dall'alto di una deliziosa collina, nel mare azzurro poco distante.

Ispica può essere considerato uno dei luoghi più belli della Sicilia per le sue splendide opere tardo barocche e Liberty e per i 10 chilometri di spiaggia libera che, in estate, si popolano di turisti. Nei suoi dintorni, gli appassionati di archeologia ed escursioni all'aria aperta, possono visitare la spettacolare Area Archeologica di Cava d'Ispica con le sue pareti interamente butterate da cavità naturali dovute all'erosione carsica, poi adattate dall'uomo nel corso dei secoli e trasformate in necropoli (Sicule, Bizantine e catacombe Cristiane). Qui il panorama è eccezionale, con la cava solcata da un ruscello che scorre lento tra scenari naturalistici di affascinante suggestione.

Una suggestiva veduta di una parete della Cava d'Ispica

Chiamata sino al 1935 Spaccaforno, il nome Ispica deriva dal fiume Hyspa, mentre per altri deriva dal latino Speca che significa grotte, in riferimento alle tante tombe a forno che caratterizzano la Cava. La presenza umana in questi luoghi è antichissima e dai reperti archeologici venuti alla luce si presume risalga addirittura all'Età del Bronzo.

La più antica notizia relativa alla città invece, è reperibile in una bolla di Papa Alessandro III del 1168, mentre nel XIII sec. Spaccaforno venne aggregata alla Contea di Modica. Nel 1393 il castello di Ispica entrò a far parte dei possedimenti di Bernardo Cabrera e nel 1453 fu ceduta ad Antonio Caruso di Noto.

Nel 1493 Isabella Caruso sposò Francesco II Statella, discendente dei Conti della Contea di Statel in Fiandra e, per effetto di tale matrimonio, i suoi successori assunsero il possesso e il governo della città fino al 1812, anno in cui venne abolita la feudalità. La città fu incorporata nel distretto di Modica e nella provincia di Siracusa e nel 1927, fu assegnata alla nuova provincia di Ragusa.

Le tappe del nostro itinerario

Itinerario

Casa Lauretta

Casa Lauretta

Casa Lauretta
Vedi »
Palazzo Bruno di Belmonte

Palazzo Bruno di Belmonte

Palazzo Bruno di Belmonte
Vedi »
Chiesa Madre

Chiesa Madre

Chiesa Madre
Vedi »
Chiesa dell'Annunziata

Chiesa dell'Annunziata

Chiesa Ss Annunziata
Vedi »
Chiesa del Carmine

Chiesa del Carmine

Chiesa del Carmelo
Vedi »
Convento e Chiesa di S. Maria del Gesù

Convento e Chiesa di S. Maria del Gesù

Santa Maria di Gesù
Vedi »
9 novembre 2016
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Vino Etna Rosso - Nicosia - Monte Gorna Riserva
PASSITO DIAMANTE D'ALMERITA Tenuta Regaleali - TASCA D'ALMERITA
Chardonnay Terre Siciliane - Cantine Fina
Ti potrebbe interessare anche
Palazzolo Acreide, patrimonio di tutta l'Umanità
Palazzolo Acreide, patrimonio di tutta l'Umanità
Palazzolo Acreide, patrimonio di tutta l'Umanità
Crocevia di civiltà e catalogo di ere millenarie, dal 2002 l'Unesco l’ha insignita del titolo di tesoro Barocco
Architettonico
Piazza Armerina, la Città dei Quartieri
Piazza Armerina, la Città dei Quartieri
Piazza Armerina, la Città dei Quartieri
Nel cuore della Sicilia, la città medievale, rinascimentale e barocca, famosa per i suoi mosaici romani
Artistico/storico
Nella mitica Valle dei Templi
Nella mitica Valle dei Templi
Nella mitica Valle dei Templi
Akragas, "la più bella tra le città dei mortali", fu un fiorente centro culturale
Artistico/storico
Andar per giardini in Sicilia
Andar per giardini in Sicilia
Andar per giardini in Sicilia
Un inedito percorso ecoturistico tra le essenze e i colori che i migliori giardini del Mediterraneo sanno offrire
Paesaggistico
Novara di Sicilia, il borgo di pietra
Novara di Sicilia, il borgo di pietra
Novara di Sicilia, il borgo di pietra
Il borgo medievale, tra i Nebrodi e i Peloritani, che gli arabi chiamarono Nouah, "giardino, orto fiorito"
Artistico/storico
San Marco d'Alunzio, il borgo di marmo rosso
San Marco d'Alunzio, il borgo di marmo rosso
San Marco d'Alunzio, il borgo di marmo rosso
Secondo la leggenda tramandataci da Dionigi d’Alicarnasso... Nel villaggio sul monte Rotondo, lezioni di storia dell'arte
Artistico/storico
La bella Siracusa
La bella Siracusa
La bella Siracusa
"Avete spesso sentito dire che Siracusa è la più grande città greca e la più bella"
Artistico/storico
Attraverso la Valle d'Agrò
Attraverso la Valle d'Agrò
Attraverso la Valle d'Agrò
Un viaggio attraverso monti, costeggiando fiumi, per arrivare fino al mare più blu della Sicilia
Architettonico
Calascibetta, arroccata sulla cima del monte Xibet
Calascibetta, arroccata sulla cima del monte Xibet
Calascibetta, arroccata sulla cima del monte Xibet
Dalle necropoli preistoriche al quartiere ebraico, alla scoperta di secoli di storia racchiusi in un piccolo borgo
Artistico/storico
Alla scoperta di Erice
Alla scoperta di Erice
Alla scoperta di Erice
Eryx, meravigliosa cittadina fenicia e greca, protetta dalla dea Venere
Artistico/storico
Le tre "anime" di Sutera
Le tre ''anime'' di Sutera
Le tre "anime" di Sutera
Piccolo e incantevole luogo, tra i Borghi più belli d'Italia, vi presentiamo le tre facce di Sutera
Artistico/storico
Il Parco delle Madonie
Il Parco delle Madonie
Il Parco delle Madonie
Torrenti, foreste, valli nascoste e preziosi borghi: questo e tanto altro offrono le Madonie
Agronomico/rurale
Mazara del Vallo, regina dei mari
Mazara del Vallo, regina dei mari
Mazara del Vallo, regina dei mari
Il suggestivo centro, il Casbah, dall'impianto urbanistico islamico che ricorda le medine
Architettonico
Monterosso Almo, il comune più a nord del Ragusano
Monterosso Almo, il comune più a nord del Ragusano
Monterosso Almo, il comune più a nord del Ragusano
Tra i Borghi più Belli d’Italia, Monterosso si offre come un piccolo paradiso di montagna
Paesaggistico
Ferla, il borgo della "via sacra"
Ferla, il borgo della ''via sacra''
Ferla, il borgo della "via sacra"
Dal cuore rupestre e antichissimo, dopo il grande terremoto del 1693, rinacque con le esuberanti forme del Barocco
Artistico/storico
Vedi tutti gli itinerari
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

PROMOZIONE BUSINESS

PROMOZIONE BUSINESS

Offerta valida dal 19/09/2019 al 01/04/2020

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE