Lassù, in alto... Parco Letterario 'Nino Savarese'

Lassù, in alto... Parco Letterario 'Nino Savarese'

Dal Castello di Lombardia ad Enna sino ai mosaici di Piazza Armerina

Un viaggio nei parchi letterari siciliani, luoghi che celebrano il lavoro di celebri scrittori e poeti siciliani e tutto ciò che l'ha influenzato, come l'arte, il paesaggio, la storia, le tradizioni e persino gli oggetti e i luoghi a loro cari.

La Sicilia ha dato i natali a scrittori del calibro di Giovanni Verga, Leonardo Sciascia, Stefano D'Arrigo, Elio Vittorini, Nino Savarese, Giuseppe Tomasi di Lampedusa e i premi Nobel Luigi Pirandello e Salvatore Quasimodo.

I parchi letterari permettono dunque, di tracciare itinerari storico-culturali segnati dalla vita e dalle opere degli autori che, dal territorio, hanno tratto l'ispirazione per le loro narrazioni e ci aiutano a conoscere meglio gli avvenimenti storici e le tematiche che hanno ispirato tali geni di indiscutibile fama.

Questo itinerario ci porterà ad Enna, il capoluogo più alto di Sicilia, sulle orme dello scrittore, drammaturgo, poeta e saggista Nino Savarese.

Nino Savarese in un dipinto di Renato Guttuso

Parco Letterario Nino Savarese

L'obiettivo del Parco è di offrire, grazie alle opere dell'autore cui è dedicato, una chiave alternativa di lettura del territorio, consentendo di promuovere itinerari turistici e divenire un punto di riferimento nel mondo culturale, sia nazionale che internazionale.

Attraverso il Parco letterario si va alla riscoperta di Enna, con i suoi monumenti, le sue strade, i quartieri e le chiese, cui si aggiunge l'ampio spazio naturale in cui la città è immersa, fatto di boschi e suggestive aree verdi. Di primaria importanza dunque, non è solo la riscoperta dello scrittore e delle sue opere, ma anche la promozione del territorio sotto tutti i suoi aspetti: enogastronomici, culturali, storici, artistici e musicali.

Gli ospiti incontrano inoltre, cantastorie, attori ed artisti che insieme alle guide locali, conducono alla ricerca di insoliti itinerari tracciati dalla storia della letteratura, allietando con le loro danze ed i loro canti in siciliano quanti vorranno vivere questo nuovo modo di conoscere la città e le sue antiche tradizioni.

Il nostro itinerario si snoda nel cuore della Sicilia e precisamente da Enna giunge sino a Piazza Armerina, la città dei mosaici.

Nino Savarese

Biografia - Nino Savarese nacque a Castrogiovanni (oggi Enna) nel 1882 e morì a Roma nel 1945. Fu un romanziere e saggista di fama nazionale e uno dei principali narratori durante il ventennio fascista. Nel 1905 si trasferì a Palermo, dove frequentò il liceo, e successivamente a Roma (1909) dove entrò in contatto con l'intellighenzia romana e potè concretizzare le sue ambizioni di scrittore.

Fu influenzato da un clima culturale che mirava a rinnovare la cultura italiana, reagendo al positivismo in filosofia e al dannunzianesimo in letteratura. Il suo gusto per il 'frammento' è riconoscibile fin dalle prime prove: la raccolta di 'Novelle dell'oro' (1913) e il romanzo 'L'altipiano' (1915), caratterizzati da una scrittura preziosa e cesellata che si ritrova, accentuata, nella produzione successiva.

A Roma, nel 1931, conobbe e sposò Maria Savoca, di famiglia nobile. Sembra che, per le sue nozze, il pittore bagherese Renato Guttuso gli regalò un ritratto, oggi custodito nella biblioteca comunale di Enna. Tornando spesso nella città natale, fondò nel 1927, con il suo amico Francesco Lanza, il periodico 'Lunario Siciliano' cui collaborarono anche importanti firme come: Aurelio Navarria, Arcangelo Blandini, Emilio Cecchi, Telesio Interlandi.

Il volume "Cose d'Italia" di Nino Savarese pubblicato nel 1940

La rivista fu trasferita a Roma l'anno successivo e si arricchì di collaboratori del calibro di Giuseppe Ungaretti, Vitaliano Brancati, Elio Vittorini, Silvio D’Amico e cioè dei più grandi nomi della letteratura italiana dell’epoca. Un aspetto importante di Savarese, un sottile moralismo che perdura anche nelle narrazioni liriche di 'Gatteria' (1925) edi 'Malagigi' (1929), mentre più sciolte da schemi appaiono le opere della maturità, come  'Rossomanno' (1935), 'I fatti di Petra '(1937), tra favola e allegoria.

La disposizione essenzialmente lirica dell'autore si coglie anche nel volume 'Cose d'Italia'  (1940), raccolta di articoli giornalistici, apparsi sulla 'Gazzetta del Popolo', mentre nel 1945 lasciò in 'Cronachetta siciliana dell'estate 1943', un interessante diario dello sbarco in Sicilia delle truppe americane e dei bombardamenti che ne seguirono mentre le truppe tedesche battevano in ritirata. I pensieri dell'autore sugli orrori della guerra permeano l'intera opera di risvolti morali. Savarese morì a Roma nel 1945.

Dove MANGIARE nella provincia di ENNA
Dove DORMIRE nella provincia di ENNA

Le tappe del nostro itinerario

Itinerario

Enna

Enna

Enna
Vedi »
Lago di Pergusa

Lago di Pergusa

Lago di Pergusa
Vedi »
Aidone

Aidone

Aidone
Vedi »
Piazza Armerina

Piazza Armerina

Piazza Armerina
Vedi »
4 aprile 2013
Condividi:
LAVAGGIO

LAVAGGIO

Ristorazione
proposto da Samod SRL
Museo Castello Conti di Modica, Museo del vino
Bosco Santo Pietro

Bosco Santo Pietro

Agriturismo e turismo rurale
proposto da Villa D'Andrea
I BOTTAI Ristorante, Ortigia (Sr)
Laboratorio di Pittura, Niscemi (CT)
Ti potrebbe interessare anche
Lungo la SS 640, la Strada degli Scrittori
Lungo la SS 640, la Strada degli Scrittori
Lungo la SS 640, la Strada degli Scrittori
Un itinerario dove ripercorre i luoghi vissuti e amati da alcuni dei più importanti scrittori siciliani
Letterario
Horcynus Orca - Parco Letterario Stefano D'Arrigo
Horcynus Orca - Parco Letterario Stefano D'Arrigo
Horcynus Orca - Parco Letterario Stefano D'Arrigo
Un viaggio tra le punte di Sicilia e Calabria, lì dove albergano Scilla e Cariddi
Artistico/storico
Regalpetra - Parco letterario Leonardo Sciascia
Regalpetra - Parco letterario Leonardo Sciascia
Regalpetra - Parco letterario Leonardo Sciascia
Da Racalmuto a Caltanissetta sulle orme dell'autore de "Il giorno della civetta"
Letterario
Vedi tutti gli itinerari

Aziende consigliate