Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Le leggende del Castello di Milazzo, tra amori tragici e misteriose curiosità

Un affascinante viaggio nella più estesa cittadella fortificata esistente in Sicilia

Le leggende del Castello di Milazzo, tra amori tragici e misteriose curiosità
Contenuti Sponsorizzati
Mortadella di Suino/ 100 gr./ Macelleria Bilello
Vino Rosato / Vì Rosato / Terre Siciliane / IGP / Candido Vini
Camera doppia uso singola

Camera doppia uso singola

63,00 € 70,00 €
Pizza /  Principessa / Pizzeria Gran Vulcano
MEDISOLE
Visualizza mappa itinerario

[Itinerario e video a cura di Giuseppe Famà] - Situato sulla sommità del Borgo antico di Milazzo vi è un grande castello, in cui il silenzio della pietra porta ad un'epoca lontana ma ancora intatta, dove le mura hanno ancora un modo sfacciato di farsi guardare, con un fascino proprio d'altri tempi intriso di storie, leggende e misteriosi ritrovamenti.

Il castello di Milazzo visto dal mare

Ma prima di parlare delle leggende, dei misteriosi ritrovamenti e dei fantasmi che a queste storie sono collegate, è bene conoscere qualche informazione sulla fortificazione - la più estesa cittadella fortificata esistente in Sicilia - che sorge sulla sommità meridionale della penisola di capo Milazzo.

Di valore strategico non indifferente, grazie alla sua posizione elevata e di affaccio sulla costa settentrionale della Sicilia, costituì fonte di interesse per Greci, Romani e Bizantini divenendo gradualmente, attraverso le varie implementazioni di cui fu oggetto, esempio straordinario, ed efficace, di architettura militare.

La cinta aragonese del castello di Milazzo

Il Castello è così ben fortificato e dotato di particolari sistemi difensivi, utili alla protezione del territorio, che non venne mai espugnato neppure dagli stessi Spagnoli che lo avevano posseduto e sviluppato, quando tentarono di riconquistare la Sicilia. Perfino lo stesso Garibaldi nel 1860 dinanzi a esso dovette fermare l'avanzata dei Mille; l'esercito borbonico che lo presidiava lo abbandonò infatti solo dopo la resa dello Stato napoletano.

Da allora iniziò ad essere trascurato per poco più di un secolo, e fu addirittura un carcere fino al 1960. Soltanto negli ultimi decenni sta ritrovando i suoi originari splendori grazie alla realizzazione di un teatro all'aperto, a iniziative culturali e a diverse importanti opere di restauro.

Duomo antico - ph Effems
Duomo antico - Foto di Effems - Opera propria, CC BY-SA 4.0

Il complesso monumentale, "racchiuso dalla Cinta Spagnola", comprende il Duomo Vecchio, realizzato nel 1600, il Bastione di Santa Maria, il Bastione delle Isole, la chiesa dell'Annunziata e l'ex Monastero delle monache Benedettine del S.S. Salvatore.
Proprio a quest'ultimo è legata una leggenda in cui si intrecciano fantasmi, misteri e racconti popolari...

Monastero delle Benedettine - ph Effems
Monastero delle Benedettine - Foto di Effems - Opera propria, CC BY-SA 4.0

È la leggenda della suora murata viva all'interno di questo antico monastero delle Benedettine. Un fantasma che in molti pare abbiano visto affacciarsi a una finestra lanciando lamenti angoscianti.

La tradizione popolare che si tramanda racconta di una giovane, figlia di un ricco signore ma innamorata di un soldato e presa da una passione così travolgente che quando la famiglia di lei scoprì la relazione, costrinse la ragazza a prendere i voti in un convento di clausura.

Il complesso monumentale, "racchiuso dalla Cinta Spagnola"

Ma l'amore che trova sempre le sue strade, fece sì che la donna riuscisse a trovare il modo di incontrare di nascosto il suo uomo. Il fato volle però che la scoprissero ancora. La vergogna fu grande e l'umiliazione atroce; e grande e atroce fu la punizione: la ragazza venne murata viva all'interno del Monastero.

Così, ancora oggi, il suo fantasma vaga per il Castello, intravedendosi tra le tante finestre in cerca dello sguardo del suo amato soldato, elevando urla di strazio e grida soffocanti. Vi è pure chi giurerebbe di averla vista, lungo il grande viale del castello, porgere, con il sottofondo del rumore del mare che si batte sulla scogliera, un lieve saluto: "Sia lodato Gesù Cristo".

Amore, misteri, tragedie e scoperte fanno del castello di Milazzo, un Castello che ha tanto da dare a coloro che lo visitano.

1 luglio 2021
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Mortadella di Suino/ 100 gr./ Macelleria Bilello
Vino Rosato / Vì Rosato / Terre Siciliane / IGP / Candido Vini
Camera doppia uso singola

Camera doppia uso singola

63,00 € 70,00 €
Pizza /  Principessa / Pizzeria Gran Vulcano
MEDISOLE
Ti potrebbe interessare anche
Nicosia, tra storia e arte
Nicosia, tra storia e arte
Nicosia, tra storia e arte
La Cattedrale di San Nicolò, una delle opere più belle del periodo medievale in Europa
Artistico/storico
Via della Maestranza a Siracusa
Via della Maestranza a Siracusa
Via della Maestranza a Siracusa
Un itinerario cittadino lungo una delle più belle strade di Ortigia
Architettonico
Gibellina, museo a cielo aperto
Gibellina, museo a cielo aperto
Gibellina, museo a cielo aperto
Rinata come una fenice... Più che una città un fenomeno artistico e antropologico
Artistico/storico
I Musei delle Terre di Cerere
I Musei delle Terre di Cerere
I Musei delle Terre di Cerere
Tutti i musei di una magica terra, dove il mito si confonde con la storia
Agronomico/rurale
Una visita nel "curioso" Castello di Santa Lucia del Mela
Una visita nel ''curioso'' Castello di Santa Lucia del Mela
Una visita nel "curioso" Castello di Santa Lucia del Mela
Leggenda vuole che nella sua prigione fu detenuto Pier della Vigna, protagonista del XIII Canto dell'Inferno di Dante
Artistico/storico
Lentini, città delle arance rosse e...
Lentini, città delle arance rosse e...
Lentini, città delle arance rosse e...
... del sommo filosofo Gorgia e del poeta a capo della Scuola Siciliana Jacopo da Lentini
Agronomico/rurale
Palma di Montechiaro, la città del Gattopardo
Palma di Montechiaro, la città del Gattopardo
Palma di Montechiaro, la città del Gattopardo
Da questi luoghi trasse ispirazione Giuseppe Tomasi di Lampedusa per scrivere il suo capolavoro
Artistico/storico
Lungo la costa Sud occidentale, da Sciacca a Trapani
Lungo la costa Sud occidentale, da Sciacca a Trapani
Lungo la costa Sud occidentale, da Sciacca a Trapani
Un itinerario, tra terra e mare, seguendo il confine SudOvest della Trinacria in cerca di storia, arte e tradizioni
Archeologico
L'amaro caso della baronessa di Carini...
L'amaro caso della baronessa di Carini...
L'amaro caso della baronessa di Carini...
Tra verità storiche, depistaggi e leggende. Carini: un giallo storico irrisolto
Artistico/storico
Sicilia dei misteri
Sicilia dei misteri
Sicilia dei misteri
Un itinerario da brivido a caccia dei luoghi infestati dai fantasmi di casa nostra
Artistico/storico
Il Castello di Mussomeli e i suoi fantasmi
Il Castello di Mussomeli e i suoi fantasmi
Il Castello di Mussomeli e i suoi fantasmi
Grande opera architettonica e punto di riferimento per gli appassionati di occultismo
Artistico/storico
Gangi, perla delle Madonie
Gangi, perla delle Madonie
Gangi, perla delle Madonie
L'Arte e la Cultura nel luogo che ha dato i natali allo Zoppo di Gangi e al Quattrocchi
Artistico/storico
Marsala, Città del Vino e dei tramonti
Marsala, Città del Vino e dei tramonti
Marsala, Città del Vino e dei tramonti
Qui è custodita una delle navi fenicie che combattè la I guerra punica e vi sbarcarono i Mille di Garibaldi
Artistico/storico
Villalba, al centro della Sicilia
Villalba, al centro della Sicilia
Villalba, al centro della Sicilia
Tutti i colori dell'entroterra siciliano, il più legato alle radici e meno conosciuto
Paesaggistico
Vedi tutti gli itinerari

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE