Monte Soro, la cima più alta dei Nebrodi

Monte Soro, la cima più alta dei Nebrodi

Dove antiche piante di faggio conferiscono al paesaggio un aspetto suggestivo

Nel cuore del Parco dei Nebrodi, nel territorio dei comuni di Alcara Li Fusi e Cesarò, è adagiata la Riserva Naturale Orientata di Monte Soro, che con i suoi 1847 metri costituisce in assoluto la cima più elevata dei Nebrodi. Si tratta di una vasta area di circa 4.000 metri, di cui 3.000 sono costituiti da bosco e pricipalmente da meravigliose piante di faggio che conferiscono al paesaggio un aspetto suggestivo e spettacolare. Le pendici di Monte Soro difatti, sono ricoperte da fitte faggete, che a volte lasciano il posto a querceti in cui predomina il cerro.

Istituita il 29 marzo 1985 allo scopo di tutelare e conservare l'ecosistema forestale della faggeta, l'area protetta è sicuramente una delle aree naturali più belle della Sicilia. Dalla vetta del verdissimo Monte si può godere un panorama immenso che si apre a settentrione verso la costa tirrenica e le isole Eolie, ad est verso la Serra del Re che occlude la vista ai Peloritani, a sud-est verso l'imponente sagoma dell'Etna, a sud verso la catena montuosa dei Monti Erei e ad ovest verso quella delle Madonie. La vetta inoltre, è sede di una caserma dei Carabinieri che piantonano il parco delle antenne ripetitrici per la Tv via etere Rai il cui segnale copre, grazie all'altezza in cui sono poste, una vasta area. Purtroppo è anche vero che le antenne impediscono la totale fruizione dell'area dato che sono protette da un recinto a più piani il cui accesso è proibito.

Flora - Un grande interesse naturale riveste la presenza del faggio, specie forestale tipica del centro Europa, che è giunto qui in periodi successivi alle glaciazioni quando in Sicilia c'era un clima decisamente più fresco e umido di quello attuale. Il sottobosco è caratterizzato da alberelli ed arbusti tipici delle zone montane come l'agrifoglio, la laureola, la beretta del prete o fusaria, l'acero palmare, le rose selvatiche, il biancospino, rovi e tante altre ancora. La pianta più rappresentativa dell'ambiente è sicuramente il tasso, un elegante conifera di cui sono presenti in quest'area esemplari di grandi dimensioni. Questo albero è soprannominato anche 'albero della morte' per la presenza, in varie parti della pianta, di sostanze velenose che un tempo venivano usate addirittura per realizzare dardi avvelenati.
Nella zona erbacea della faggeta troviamo la primula comune, la stellina odorosa, il ciclamino napoletano, il cinquefoglia, l'agrimonia delle faggete, la melica comune, il paleo silvestre, l'erna lucciola di Sieber. La riserva ospita inoltre, una rara orchidea di colore giallo-bluastro chiamata nido d'uccello per le sue radici aggrovigliate.

Fauna - La riserva offre al visitatore la possibilità di un inaspettato incontro con il gatto selvatico o la scattante martora. L'area ospita diversi piccoli mammiferi come il riccio, il topo selvatico, il ghiro e il pipistrello del Savi. Numerosa la presenza di uccelli nidificanti come il colombaccio, la tortora, il cuculo, l'allocco, l'upupa, il picchio rosso, lo scricciolo e ancora il pettirosso, il merlo, il codibugnoloe  la cinciallegra. Fra le fronde di questi alberi hanno trovato il loro habitat anche il picchio rosso muratore, il rampichino, i corvidi ghiandaia, gazza, cornacchia grigia, il fringuello, lo zigolo nero e lo zigolo muciatto. [www.parcodeinebrodi.it]

Le tappe del nostro itinerario

Itinerario

Monte Soro

Monte Soro

Monte Soro
Vedi »
Lago Biviere

Lago Biviere

Lago Biviere
Vedi »
Lago Mulazzo

Lago Mulazzo

Lago Maullazzo
Vedi »
16 giugno 2016
Condividi:
Ti potrebbe interessare anche
Sempre più persi nel blu di Favignana
Sempre più persi nel blu di Favignana
Sempre più persi nel blu di Favignana
I punti di immersione più belli della grande farfalla delle Egadi
Marino
Favignana, la grande farfalla
Favignana, la grande farfalla
Favignana, la grande farfalla
Il mare limpido, le deliziose calette, i colori e i profumi della macchia mediterranea
Marino
Alicudi, l'isola dai mille gradini
Alicudi, l'isola dai mille gradini
Alicudi, l'isola dai mille gradini
Viaggio in un mondo selvaggio e incantato dove non ci sono auto e neppure strade
Marino
Stromboli, vulcano di Dio
Stromboli, vulcano di Dio
Stromboli, vulcano di Dio
Un viaggio dentro l'aspra natura di Stromboli dove 'Iddu' è signore e padrone
Naturalistico
Stromboli, il regno di Efesto
Stromboli, il regno di Efesto
Stromboli, il regno di Efesto
La natura e i fondali aspri e selvaggi dell'isola dove 'Iddu' è signore e padrone
Marino
Il mondo sommerso di Lampedusa
Il mondo sommerso di Lampedusa
Il mondo sommerso di Lampedusa
Gli splendidi fondali dell'isola custodiscono dei paradisi subacquei tutti da esplorare
Marino
Linosa, nera e selvaggia
Linosa, nera e selvaggia
Linosa, nera e selvaggia
Isola di origine vulcanica, nelle sue spiagge nidifica la tartaruga Caretta Caretta
Marino
Il Castagno dei Cento Cavalli
Il Castagno dei Cento Cavalli
Il Castagno dei Cento Cavalli
Ai piedi dell’Etna, subito fuori il comune di Sant’Alfio, un vero e prodigioso spettacolo della Natura
Paesaggistico
La Riserva Naturale di Capo Gallo
La Riserva Naturale di Capo Gallo
La Riserva Naturale di Capo Gallo
Vicino Mondello un paradiso naturale per gli appassionati di immersioni e speleologia
Naturalistico
La Riserva Naturale di Fiumefreddo
La Riserva Naturale di Fiumefreddo
La Riserva Naturale di Fiumefreddo
Ambiente fluviale unico in Sicilia alimentato dalle acque provenienti dall'Etna
Paesaggistico
Persi nel blu di Favignana
Persi nel blu di Favignana
Persi nel blu di Favignana
I punti di immersione più belli della grande farfalla delle Egadi
Marino
Siculiana, la sua millenaria storia, il suo mare
Siculiana, la sua millenaria storia, il suo mare
Siculiana, la sua millenaria storia, il suo mare
Una piccola località da conoscere che vanta un’offerta culturale ed ambientale veramente varia
Artistico/storico
Lampione, l’isola degli squali
Lampione, l’isola degli squali
Lampione, l’isola degli squali
Non un'isola ma un masso che sarebbe sfuggito dalle mani di un Ciclope
Marino
Pozzallo, terrazza sul Mediterraneo
Pozzallo, terrazza sul Mediterraneo
Pozzallo, terrazza sul Mediterraneo
Nel Sud Est siciliano, spiagge dorate e mare cristallino dove sventola la Bandiera Blu
Artistico/storico
18 spiagge siciliane isolate e (quasi) deserte
18 spiagge siciliane isolate e (quasi) deserte
18 spiagge siciliane isolate e (quasi) deserte
Di sabbia finissima o bordate di scogli neri di lava,senza stabilimenti, ombrelloni, lettini e da raggiungere a piedi
Marino
Vedi tutti gli itinerari

Aziende consigliate