Salemi, la prima capitale d'Italia

Salemi, la prima capitale d'Italia

Sull'antica cittadina attraversata dagli splendori e dalle miserie di millenaria Storia

Nel cuore della Valle del Belice, alle pendici del Monte delle Rose, tra i fiumi Mazzaro e Grande, sorge Salemi, splendida città medioevale fondata molto probabilmente sul sito dell'antica cittadella elima di Halicyae. Salemi si sviluppa attorno al Castello medioevale fatto erigere da Federico II di Svevia nel XIII secolo, dal cui terrazzo merlato e dalla torre circolare è possibile ammirare un panorama mozzafiato che si apre sulla Sicilia occidentale e sullo splendido mare, poco distante.

Veduta di Salemi

Pillole di storia - Come abbiamo già detto, Salemi sorge sui resti dell'antica città sicana di Halyciae, teatro delle continue guerre tra Selinunte e Segesta di cui fu alleata. Nel 272 a.C. fu conquistata dai Romani e dichiarata città libera quindi esentata dal pagare i tributi per volontaria sottomissione. In seguito passò sotto il dominio dei Vandali, dei Goti, dei Bizantini e degli Arabi che la fecero prosperare economicamente e le diedero il nome di 'Saleiman' cioè 'luogo di delizia'.

Gli arabi introdussero nella campagna circostante molte nuove coltivazioni tra cui arance, limoni, pesche, albicocche, asparagi carciofi, cotone, melanzane, e spezie come lo zafferano, il garofano e la cannella. La cittadina conobbe un notevole sviluppo in età Normanna e Sveva, ma, dopo la morte di Federico II e l'inizio della dominazione angioina, la popolazione fu ridotta in miseria, tanto che Federico III di Aragona nel 1296 declassò Salemi a città feudale.

L'11 dicembre 1411 nel castello della città si formò una confederazione costituita da Salemi, Trapani, Mazara, Monte San Giuliano e dai baroni di Castelvetrano e di Partanna, che si impegnava alla difesa della regina Bianca e della real casa di Aragona. Salemi venne, quindi, maggiornente fortificata e presidiata durante le incursioni turche.  Il 1° dicembre 1889 il Re Umberto I conferì al nipote Amedeo di Savoia il titolo di 'Conte di Salemi', titolo che tuttavia non fu mai assegnato perchè Amedeo non ebbe figli.

Un momento importante nella storia di Salemi fu il 14 maggio 1860, quando Giuseppe Garibaldi, giunto in Sicilia durante l'impresa dei Mille, issò sulla cima di una delle torri del castello arabo-normanno la bandiera tricolore proclamando Salemi la prima capitale d'Italia, titolo che mantenne per un giorno.

Nella notte tra il 14 e il 15 gennaio del 1968 la città, come del resto tutta la Valle del Belice, fu gravemente colpita da un violento terremoto in seguito al quale il centro abitato, ormai devastato, fu spostato nella zona a valle della collina, denominata 'Paese nuovo'.

Le tappe del nostro itinerario

Itinerario

Castello normanno

Castello normanno

Castello di Salemi
Vedi »
Collegio dei Gesuiti - Polo Museale

Collegio dei Gesuiti - Polo Museale

Collegio dei Gesuiti
Vedi »
Piazza della Dittatura

Piazza della Dittatura

Piazza Dittatura
Vedi »
La Giudecca

La Giudecca

Giudecca
Vedi »
26 ottobre 2016
Condividi:
Cards di riconiscimento plastificate
Realizzazione Espositori
CAMERE DA HOTEL

CAMERE DA HOTEL

Alberghi e ospitalità
proposto da Samod SRL
GRILL E SNACK

GRILL E SNACK

Ristorazione
proposto da Samod SRL
Pubblicita esterna Cartellonistica
AMORE MIO, SICILIAN FOOD.Centro Sicilia. CT
Sagra del Pistacchio a Bronte (CT)
Il pranzo del 25 Aprile

Il pranzo del 25 Aprile

Locali e ritrovi
proposto da Villa D'Andrea
25,00 €
Ti potrebbe interessare anche
Gratteri: tesoro di storia e cultura
Gratteri: tesoro di storia e cultura
Gratteri: tesoro di storia e cultura
Nella Madrice vecchia un reliquario custodirebbe quattro spine della corona di Cristo
Artistico/storico
Nel cuore rurale della Sicilia
Nel cuore rurale della Sicilia
Nel cuore rurale della Sicilia
Un piccolo viaggio al confine delle province di Palermo e Caltanissetta, tra campi e pascoli
Agronomico/rurale
I Musei delle Terre di Cerere
I Musei delle Terre di Cerere
I Musei delle Terre di Cerere
Tutti i musei di una magica terra, dove il mito si confonde con la storia
Agronomico/rurale
Campobello di Licata, Città d'Arte
Campobello di Licata, Città d'Arte
Campobello di Licata, Città d'Arte
Dalla selva oscura sino all'Empireo, un viaggio dantesco nella splendida Valle delle pietre dipinte
Artistico/storico
Il Castello di Roccavaldina
Il Castello di Roccavaldina
Il Castello di Roccavaldina
Un weekend nella cittadina del Messinese fondata da un tribuno romano
Artistico/storico
Isnello, piccolo gioiello tra i monti
Isnello, piccolo gioiello tra i monti
Isnello, piccolo gioiello tra i monti
Un weekend nel comune montano in provincia di Palermo, tra cultura e tesori artistici
Artistico/storico
Trapani, città dei due mari
Trapani, città dei due mari
Trapani, città dei due mari
Si narra che il promontorio di Drepanon si formò dalla falce di Cerere caduta in mare
Artistico/storico
Castelbuono, il Medioevo in Sicilia
Castelbuono, il Medioevo in Sicilia
Castelbuono, il Medioevo in Sicilia
Luogo ideale per un fine settimana da dedicare alla cultura e alla tradizione siciliana
Artistico/storico
Ferla, il borgo della "via sacra"
Ferla, il borgo della ''via sacra''
Ferla, il borgo della "via sacra"
Dal cuore rupestre e antichissimo, dopo il grande terremoto del 1693, rinacque con le esuberanti forme del Barocco
Artistico/storico
Da Mazara a Castelvetrano
Da Mazara a Castelvetrano
Da Mazara a Castelvetrano
Un itinerario tra storia e architettura, alla ricerca dell'anima araba e normanna
Artistico/storico
Un week end a Castelvetrano
Un week end a Castelvetrano
Un week end a Castelvetrano
Una vacanza culturale ed enogastronomica dedicata a tutte le buone forchette
Artistico/storico
Enna, l'ombelico della Sicilia
Enna, l'ombelico della Sicilia
Enna, l'ombelico della Sicilia
Nel cuore dell'isola, l'urbs inexpugnabilis fondata dallo schiavo siriano Euno
Artistico/storico
Palma di Montechiaro, la città del Gattopardo
Palma di Montechiaro, la città del Gattopardo
Palma di Montechiaro, la città del Gattopardo
Da questi luoghi trasse ispirazione Giuseppe Tomasi di Lampedusa per scrivere il suo capolavoro
Artistico/storico
Una visita in un paesino dal nome strano... Andiamo a Naso
Una visita in un paesino dal nome strano... Andiamo a Naso
Una visita in un paesino dal nome strano... Andiamo a Naso
Tra il blu delle Isole Eolie e il verde dei Nebrodi, alla scoperta di una cittadina insospettabilmente interessante
Artistico/storico
I Forti dello Stretto, eccezionale patrimonio messinese
I Forti dello Stretto, eccezionale patrimonio  messinese
I Forti dello Stretto, eccezionale patrimonio messinese
Un itinerario attraverso le fortezze messinesi, da cui ammirare uno dei panorami più belli al mondo
Artistico/storico
Vedi tutti gli itinerari

Aziende consigliate