Sciacca, Città delle Terme

Sciacca, Città delle Terme

Un luogo incantato dove trascorrere un weekend tra benessere e bellezza

Sulla costa sud occidentale della Sicilia, tra le foci del fiume Platani e Belice, sorge Sciacca, grosso comune noto per le sue acque termali sulfuree che sgorgano dal vicino Monte San Calogero e che ogni anno attraggono migliaia di turisti.

Fanghi, bagni, inalazioni, docce o vapori sono consigliati ormai da numerosi medici per la cura di diversi disturbi e insieme alla mitezza del clima e al paesaggio incantevole fanno delle Terme di Sciacca il luogo ideale per ritrovare il benessere del corpo e della mente.

La cittadina sorge proprio sul Canale di Sicilia, di fronte all'isola di Pantelleria e a Tunisi, e vicino ai grandi Parchi archeologici di Selinunte, Segesta, Eraclea Minoa ed Agrigento. E' proprio grazie alla vicinanza con questi siti che qui, intorno al VIII-VI millennio a.C. iniziò a svilupparsi la lavorazione artigianale della ceramica, che ha raggiunto, nell'arte della maiolica, fra il XVI ed il XVIII secolo, livelli di assoluta eminenza.

Questa tradizione artigianale sopravvive ancora oggi in diverse botteghe che producono vasellame da tavola, statuette, ceramiche d'arredamento, pavimenti e altro.

Sciacca vista da Monte Kronio

Sciacca è una città di mare, ricca di monumenti e chiese che vale la pena di visitare in estate, magari dopo aver fatto un bel bagno nel mare azzurro e preso il sole sulle belle spiagge di sabbia sottile e chiara, ma anche nel periodo invernale quando viene organizzato lo spettacolare Carnevale più famoso di Sicilia.

Sciacca ha origini antichissime che risalgono con ogni probabilità al tempo dei Sicani o dei Fenici. I Saccensi, come vengono chiamati gli abitanti di Sciacca, ritengono che l'antica cittadella sia ubicata nella valle tra il Monte Nadore e il Monte San Calogero, a circa 6 km dall'attuale centro abitato.

Diversi reperti fossili di scheletri umani o resti di massi intagliati, che probabilmente servivano per dormire o sedersi, sono le testimonianze che, nel territorio, sin da tempi remoti ci sono stati insediamenti umani.

Queste importanti testimonianze si sono ritrovate nella Grotta Stufa, sulla vetta del Monte San Calogero, da dove, come già detto sgorgano le acque termali. La consapevolezza nelle popolazioni locali che le acque sulfuree fossero salutari sembra risalire a a questo periodo e se ne trovano tracce persino nella mitologia greca, che parla di grotte vaporose e di stufe sul Monte Kronio (attuale Monte San Calogero) scavate da Dedalo.

Notizie più certe si hanno a proposito dell'Eremo medioevale di San Calogero utilizzato sia per scopo religioso che per curare gli infermi con le stufe. Oggi un nuovo stabilimento termale dispone di numerosi e moderni reparti specializzati per ogni tipo di cure, con una grande piscina aperta al pubblico e alimentata con acqua sulfurea mentre un altro complesso di piscine si trova in località Molinelli.

Le tappe del nostro itinerario

Itinerario

Porta Palermo

Porta Palermo

Porta Palermo
Vedi »
Castello dei conti Luna

Castello dei conti Luna

Castello dei Conti Luna
Vedi »
Chiesa di San Giovanni Battista

Chiesa di San Giovanni Battista

Chiesa dei Gesuiti
Vedi »
Chiesa Madre

Chiesa Madre

Chiesa Madre
Vedi »
Chiesa del Carmine

Chiesa del Carmine

Chiesa del Carmine
Vedi »
Chiesa di San Nicolò la Latina

Chiesa di San Nicolò la Latina

Chiesa San Nicolò
Vedi »
Il Castello Incantato di Filippo Bentivegna

Il Castello Incantato di Filippo Bentivegna

Castello Incantato
Vedi »
7 novembre 2016
Condividi:
CATARRATTO BIANCO LUCIDO

CATARRATTO BIANCO LUCIDO

Piante da interno
Marchi adesivi

Marchi adesivi

Pubblicità e marketing
Orchidea Brasso alta cm. 50
Ti potrebbe interessare anche
La lunga riviera di Santa Teresa di Riva
La lunga riviera di Santa Teresa di Riva
La lunga riviera di Santa Teresa di Riva
Di probabile origine fenicia, la cittadina sulla costa jonica messinese è rinomata per il suo mare limpido e la sua splendida spiaggia
Artistico/storico
Lingue di Sicilia
Lingue di Sicilia
Lingue di Sicilia
Itinerario tra le parlate dell'Isola, tra gruppi e sottogruppi di una realtà variegata
Artistico/storico
Il borgo rupestre di Sperlinga
Il borgo rupestre di Sperlinga
Il borgo rupestre di Sperlinga
''Ciò che piacque ai siciliani, venne negato dalla sola Sperlinga''
Artistico/storico
Nicosia, tra storia e arte
Nicosia, tra storia e arte
Nicosia, tra storia e arte
La Cattedrale di San Nicolò, una delle opere più belle del periodo medievale in Europa
Artistico/storico
Hora e Arbëreshëvet
Hora e Arbëreshëvet
Hora e Arbëreshëvet
Piana degli Albanesi: uno scrigno di preziosa cultura bizantina, greca e barocca
Artistico/storico
Pozzallo, terrazza sul Mediterraneo
Pozzallo, terrazza sul Mediterraneo
Pozzallo, terrazza sul Mediterraneo
Nel Sud Est siciliano, spiagge dorate e mare cristallino dove sventola la Bandiera Blu
Artistico/storico
La leggenda del Castello di Donnafugata
La leggenda del Castello di Donnafugata
La leggenda del Castello di Donnafugata
Qui venne imprigionata la principessa Bianca di Navarra dal perfido conte Bernardo Cabrera
Artistico/storico
Taormina, la perla dello Ionio
Taormina, la perla dello Ionio
Taormina, la perla dello Ionio
E ai piedi della città, un suggestivo isolotto immerso nell'azzurro del Mar Ionio
Artistico/storico
Nella mitica Valle dei Templi
Nella mitica Valle dei Templi
Nella mitica Valle dei Templi
Akragas, "la più bella tra le città dei mortali", fu un fiorente centro culturale
Artistico/storico
Aidone, balcone di Sicilia
Aidone, balcone di Sicilia
Aidone, balcone di Sicilia
Dall'Etna ai Nebrodi, dalla Piana di Catania al Mar Ionio, sino a Siracusa
Artistico/storico
Piazza Armerina, la Città dei Quartieri
Piazza Armerina, la Città dei Quartieri
Piazza Armerina, la Città dei Quartieri
Nel cuore della Sicilia, la città medievale, rinascimentale e barocca, famosa per i suoi mosaici romani
Artistico/storico
Marsala, Città del Vino
Marsala, Città del Vino
Marsala, Città del Vino
Qui è custodita una delle navi fenicie che combattè la I guerra punica
Artistico/storico
Trapani, città dei due mari
Trapani, città dei due mari
Trapani, città dei due mari
Si narra che il promontorio di Drepanon si formò dalla falce di Cerere caduta in mare
Artistico/storico
Vedi tutti gli itinerari

Aziende consigliate