Scicli, straordinario esemplare del Barocco

Scicli, straordinario esemplare del Barocco

In un'unica ampia vallata sorge Scicli, prezioso scrigno a cielo aperto

A circa 28 chilometri da Ragusa, sorge Scicli, un elegante cittadina situata in un'unica ampia pianura tra colline rocciose, alla confluenza di tre valli strette ed incassate che danno luogo a veri e propri canyon calcarei detti cave (S. Bartolomeo, S. Maria La Nova e la fiumara di Modica). Il suo territorio si estende per circa 20 chilometri sulla fascia costiera, dalla foce del fiume Irminio sino alla contrada di Pisciotto.

Scicli è una splendida città d'arte della Val di Noto, inserita nella lista del Patrimonio mondiale dell'Unesco per il suo considerevole patrimonio artistico ed architettonico. Difatti, dopo il disastroso terremoto del 1693 che distrusse quasi interamente la città, questa fu ricostruita secondo i principi del barocco, fondati sulla ricerca di spazi e di effetti illusionistici, ottenuti con la sapiente disposizione degli edifici, delle chiese e della pianta urbana. Scicli è racchiusa da una cornice di chiese e palazzi settecenteschi e ottocenteschi, in cui l'eleganza architettonica e la raffinatezza decorativa regalano all'osservatore armoniosi e seducenti scenari. Fanno parte del suo territorio le borgate di Donnalucata, Playa Grande, Cava d'Aliga (con Bruca), Arizza e Sampieri (con Pisciotto), tutte sul litorale a ridosso del Canale di Sicilia, di fronte all'isola di Malta. Alcune di queste borgate si affacciano sul mare.

Pillole di storia - Il nucleo originario della città di Scicli ha origini antichissime ed incerte. E' molto probabile che il nome possa derivare da Siclis, appellativo con il quale venivano definiti i primi abitatori della zona. I Siculi provenivano dall'Illiria e dopo un breve stanziamento nel Lazio furono costretti a scendere in Sicilia intorno all'anno 1000 a.C. La città antica sorse sull'odierno colle di San Matteo, il cui territorio è pieno di reperti archeologici del periodo greco romano presso la foce dell'Irminio e accanto a questi resti emergono numerose tracce cartaginesi. Come tutte le città siciliane, anche Scicli, dopo la caduta dell'Impero Romano d'occidente, cadde sotto la dominazione bizantina e subì le incursioni dei Barbari. La città durante la dominazione araba fu chiamata Sikla e conobbe un periodo di grande sviluppo economico e benessere.
Dopo i Saraceni arrivarono i Normanni che introdussero nella zona il sistema feudale e Sclicli, insieme alle città limitrofe, furono considerate città demaniali. Durante la dominazione Sveva invece, la città conservò il privilegio di città demaniale ed ebbe da Federico II il motto araldico 'Urbs inclita e vittoriosa'. Successivamente cadde sotto la dominazione angioina. Il 5 aprile 1282, dopo lo scoppio dei famosi Vespri siciliani, anche Scicli cacciò il presidio francese e si pose sotto la protezione di Pietro d'Aragona. In seguito entrò a far parte della contea di Modica seguendone le sorti sotto i Chiaramonte ed i Cabrera. Un evento funesto e catastrofico, come già detto, fu il terremoto del 1693 che fece a Scicli circa 2000 morti e distrusse quasi completamente la cittá. Il periodo dell'annessione all'Italia fu importante per la città in quanto nel giugno del 1860 il popolo di Scicli proclamò l'annessione al Piemonte con Garibaldi dittatore supremo dell'isola.

Le tappe del nostro itinerario

Itinerario

Piazza Italia

Piazza Italia

Piazza Italia
Vedi »
Via Francesco Formino Penna

Via Francesco Formino Penna

Via Francesco Mormino Penna
Vedi »
Colle San Matteo

Colle San Matteo

Colle San Matteo
Vedi »
Cava San Bartolomeo

Cava San Bartolomeo

Cava San Bartolomeo
Vedi »
22 giugno 2016
Condividi:
Bus per Etnaland

Bus per Etnaland

Pubblicità e marketing
37,05 € 39,00 €
Primo Maggio - Festa dei Lavoratori

Primo Maggio - Festa dei Lavoratori

Locali e ritrovi
proposto da Villa D'Andrea
30,00 €
Il pranzo del 25 Aprile

Il pranzo del 25 Aprile

Locali e ritrovi
proposto da Villa D'Andrea
25,00 €
La Pasqua e La Pasquetta

La Pasqua e La Pasquetta

Locali e ritrovi
proposto da Villa D'Andrea
35,00 €
PROGRAMMAZIONE 2018

PROGRAMMAZIONE 2018

Alberghi e ospitalità
proposto da Si Viaggiare srl
Top in acciao inox ETNAINOX srl
Hotel chambres B&B a Caltagirone Sicile
Ti potrebbe interessare anche
Naro, uno scrigno tutto da scoprire
Naro, uno scrigno tutto da scoprire
Naro, uno scrigno tutto da scoprire
Tra storia e leggenda tre diversi itinerari alla scoperta dei preziosi angoli del paese
Architettonico
Palermo è il posto più stupendo del mondo
Palermo è il posto più stupendo del mondo
Palermo è il posto più stupendo del mondo
Viaggio (troppo breve) tra alcune delle meraviglie della Capitale italiana della Cultura 2018
Artistico/storico
Villa Cattolica, sede del "Museo Renato Guttuso"
Villa Cattolica, sede del Museo Renato Guttuso
Villa Cattolica, sede del "Museo Renato Guttuso"
Austera villa settecentesca, è l'unica di Bagheria ad avere una stanza dello scirocco
Artistico/storico
Bagheria, la Città delle Ville
Bagheria, la Città delle Ville
Bagheria, la Città delle Ville
Un week end all'insegna della cultura in giro per le ville settecentesche di Bagheria
Architettonico
Marsala, Città del Vino
Marsala, Città del Vino
Marsala, Città del Vino
Qui è custodita una delle navi fenicie che combattè la I guerra punica
Artistico/storico
Calascibetta, arroccata sulla cima del monte Xibet
Calascibetta, arroccata sulla cima del monte Xibet
Calascibetta, arroccata sulla cima del monte Xibet
Dalle necropoli preistoriche al quartiere ebraico, alla scoperta di secoli di storia racchiusi in un piccolo borgo
Artistico/storico
Ad Alia, le grotte della Gurfa
Ad Alia, le grotte della Gurfa
Ad Alia, le grotte della Gurfa
Monumento di architettura rupestre è la tomba a tholos più grande del Mediterraneo
Archeologico
Da Vigàta a Montelusa
Da Vigàta a Montelusa
Da Vigàta a Montelusa
Viaggio reale nei luoghi in cui vive Montalbano, il commissario più amato dagli italiani
Artistico/storico
Vittoria: Città del Liberty e del Cerasuolo
Vittoria: Città del Liberty e del Cerasuolo
Vittoria: Città del Liberty e del Cerasuolo
Tra Neoclassicismo, Art Nouveau, ottimo vino e il mare limpido e pescoso di Scoglitti
Artistico/storico
Un fine settimana fra le stanze di Casa Verga
Un fine settimana fra le stanze di Casa Verga
Un fine settimana fra le stanze di Casa Verga
Una visita per carpire tutta l'"intimità" del grande scrittore verista siciliano
Artistico/storico
La Casa-Museo di Vincenzo Bellini
La Casa-Museo di Vincenzo Bellini
La Casa-Museo di Vincenzo Bellini
Nel cuore della Catania barocca, a palazzo Gravina, le preziose memorie del "cigno" di Catania
Artistico/storico
Mineo, il 'Parnaso' siculo
Mineo, il 'Parnaso' siculo
Mineo, il 'Parnaso' siculo
Un itinerario storico-culturale tra aree archeologiche, necropoli, castelli e tanto altro
Architettonico
Enna, l'ombelico della Sicilia
Enna, l'ombelico della Sicilia
Enna, l'ombelico della Sicilia
Nel cuore dell'isola, l'urbs inexpugnabilis fondata dallo schiavo siriano Euno
Artistico/storico
Pedara, adagiata sui colli meridionali dell'Etna
Pedara, adagiata sui colli meridionali dell'Etna
Pedara, adagiata sui colli meridionali dell'Etna
Paesaggi straordinari, vegetazione rigogliosa, monumenti unici: Pedara è una dimensione da scoprire
Artistico/storico
Castiglione di Sicilia, il paese presepe
Castiglione di Sicilia, il paese presepe
Castiglione di Sicilia, il paese presepe
Incastonato tra l'Etna e la Valle dell'Alcantara un piccolo borgo immerso nel verde
Artistico/storico
Visitando la "piccola Pantalica" di Paolo Orsi
Visitando la piccola Pantalica di Paolo Orsi
Visitando la "piccola Pantalica" di Paolo Orsi
La splendida Militello in Val di Catania con il suo immenso patrimonio medievale e barocco
Artistico/storico
Vedi tutti gli itinerari

Aziende consigliate