Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
Selinunte, la città tra i due fiumi

Selinunte, la città tra i due fiumi

Un interessante viaggio nel Parco Archeologico più esteso d'Europa

Contenuti Sponsorizzati
Passeggiata a cavallo
FABBRICATORE DI GHIACCIO PROD. 21 KG BREMA CB 184 HC INOX
CAPITALI BALTICHE

CAPITALI BALTICHE

1.250,00 €
Estate 2020 presso Calampiso Resort a San Vito lo Capo (TP)
Visualizza mappa itinerario
  • Dove pernottare nella provincia di Trapani - CLICCA QUI
  • Dove mangiare nella provincia di Trapani - CLICCA QUI

Nella zona meridionale della provincia di Trapani, in territorio di Castelvetrano, sorge Selinunte, l'area archeologica più ampia e imponente d'Europa. Il parco infatti, si estende per circa 270 ettari e comprende numerosi templi, santuari e altari oltre che un numero impressionante di reperti archeologici.

Fondata nel 651-650 a.C. dai coloni provenienti da Megara Hyblaea, la cittadella è adagiata su un promontorio che si specchia sulle acque azzurre del mar Mediterraneo, tra due fiumi allora navigabili, il Selinos (oggi Modione) e il Cottone.

Proprio sulle rive dei due corsi d'acqua cresceva abbondante il 'selinos', prezzemolo selvatico da cui deriva il nome della città. Malgrado l'invidiabile posizione naturale e strategica, la colonia greca si trovava nella tana del lupo, fra gli Elimi di Segesta da un lato e i Fenicio-Punici di Mozia dall'altro.

Una ricostruzione grafico-artistica di Selinunte

Tuttavia, secondo lo storico greco Tucidide, per due secoli fu florida, potente e popolosa (sembra con 80.000 abitanti), con una propria zecca, grazie al governo accorto dei tiranni che si succedettero in quel periodo.

Nel 415 a.C. la sua eterna rivale, Segesta chiese aiuto ad Atene perché intervenisse contro la sua intraprendenza. Gli Ateniesi fecero una grande spedizione in Sicilia, ma furono sconfitti da Siracusa, alleata di Selinunte. In seguito alla disastrosa campagna militare ateniese, Segesta, per contrastare la vicina, si alleò con Cartagine e quando Selinunte l'attaccò la reazione della città punica fu drastica.

Nel 409 a.C. Selinunte venne assediata per nove giorni da un esercito di 100.000 uomini, 16mila persone furono trucidate e 5.000 fatte prigioniere. Selinunte così si trovò sottomessa al dominio dei Punici che la fortificarono e la ricostruirono nell'area dove prima sorgeva l'acropoli.

Le rovine del Tempio G di Selinunte

Gli usi, i costumi cartaginesi furono recepiti dalla popolazione con naturalezza e conferirono all'arte locale un tocco di originalità riscontrabile ad esempio nelle splendide metope che adornavano i templi.

Il dominio cartaginese durò fino alla I Guerra Punica, quando Cartagine, per difendersi dagli attacchi romani, decise di concentrare le sue forze a Lylibeo, l'odierna Marsala.

Selinunte fu abbandonata e un violento terremoto, nel secolo X o XI, finì per ridurre ad un cumulo di rovine i monumenti dell'antica città. Nella seconda metà del XVI secolo, l'area fu riscoperta dallo storico e monaco domenicano Tommaso Fazello e nel 1823 gli inglesi intrapresero i primi scavi archeologici.

Una veduta di Selinunte

I resti di Selinunte sono individuabili in quattro aree principali: l'Acropoli dedicata alle "divinità poliadi" (protettrici della città), la collina orientale agli "dei celesti", la collina della Gaggera alle "divinità ctonie" (della terra), le Necropoli. [Informazioni: www.selinunte.net]

Le tappe del nostro itinerario

Itinerario

Acropoli e Templi A, B, C, O, Y

Acropoli e Templi A, B, C, O, Y

Acropoli e Templi A, B, C, O, Y
Vedi »
Templi G, E, F

Templi G, E, F

Templi G, E, F
Vedi »
I Santuari della Gaggera e le Necropoli

I Santuari della Gaggera e le Necropoli

I Santuari della Gaggera
Vedi »
9 giugno 2017
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Passeggiata a cavallo
FABBRICATORE DI GHIACCIO PROD. 21 KG BREMA CB 184 HC INOX
CAPITALI BALTICHE

CAPITALI BALTICHE

1.250,00 €
Estate 2020 presso Calampiso Resort a San Vito lo Capo (TP)
Ti potrebbe interessare anche
L'area archeologica di Himera
L'area archeologica di Himera
L'area archeologica di Himera
A due passi da Termini Imerese, la necropoli più grande della Magna Grecia
Archeologico
Nella mitica Valle dei Templi
Nella mitica Valle dei Templi
Nella mitica Valle dei Templi
Akragas, "la più bella tra le città dei mortali", fu un fiorente centro culturale
Artistico/storico
Il Parco Archeologico di Segesta
Il Parco Archeologico di Segesta
Il Parco Archeologico di Segesta
La città fondata dai profughi scampati alla guerra di Troia, guidati dal mitico eroe Enea
Archeologico
Nella Città delle Caverne
Nella Città delle Caverne
Nella Città delle Caverne
Viaggio alla Cava d'Ispica, dove i cristiani trovarono rifugio dalle persecuzioni romane
Archeologico
Al Castello di Eurialo
Al Castello di Eurialo
Al Castello di Eurialo
Fatto costruire da Dioniso il Vecchio, rese Siracusa inespugnabile agli attacchi nemici
Artistico/storico
Makella, signora della Valle dell'Eleuterio
Makella, signora della Valle dell'Eleuterio
Makella, signora della Valle dell'Eleuterio
Marineo (PA), un piccolo centro dove storia, cultura e arte si intrecciano mirabilmente
Artistico/storico
I castelli della provincia di Enna
I castelli della provincia di Enna
I castelli della provincia di Enna
Nel cuore della Sicilia anche il maniero italiano più vicino alle stelle
Artistico/storico
Latomie, prigioni di pietra
Latomie, prigioni di pietra
Latomie, prigioni di pietra
Qui furono imprigionati gli Ateniesi, sopravvissuti nel 413 a.C. al massacro dell'Asinaro
Archeologico
Morgantina, piccola Pompei
Morgantina, piccola Pompei
Morgantina, piccola Pompei
La Dea, gli Acroliti, il Tesoro e "Barbablù" finalmente insieme al Museo di Aidone
Archeologico
Tindari, tra storia e leggenda
Tindari, tra storia e leggenda
Tindari, tra storia e leggenda
Un importante santuario mariano, un parco archeologico e i laghetti di Marinello
Archeologico
Gela, potente colonia greca di Sicilia
Gela, potente colonia greca di Sicilia
Gela, potente colonia greca di Sicilia
Viaggio nella città fondata su consiglio dell'Oracolo di Delfi
Archeologico
La Stonehenge siciliana si chiama Argimusco
La Stonehenge siciliana si chiama Argimusco
La Stonehenge siciliana si chiama Argimusco
Viaggio misterico tra le "sacre e magiche" rocce di Montalbano Elicona
Archeologico
Mozia, terra dei Fenici
Mozia, terra dei Fenici
Mozia, terra dei Fenici
Fondata nell'VIII secolo a.C. fu una delle più floride colonie d'occidente
Archeologico
Negli abissi di Lipari, il relitto maledetto
Negli abissi di Lipari, il relitto maledetto
Negli abissi di Lipari, il relitto maledetto
Nel 300 a.C. il tragico naufragio di una nave carica di anfore e ceramiche
Archeologico
A Buscemi, il Sentiero dell'istrice
A Buscemi, il Sentiero dell'istrice
A Buscemi, il Sentiero dell'istrice
Un affascinante itinerario attraverso la Storia millenaria e la rigogliosa Natura
Artistico/storico
Vedi tutti gli itinerari

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE