Sulle orme del Gattopardo

Sulle orme del Gattopardo

I luoghi che ispirarono Giuseppe Tomasi di Lampedusa e Luchino Visconti

Uno splendido affresco della Sicilia dai toni caldi e sensuali, che fotografa le vicende storiche e sociali seguite allo sbarco di Garibaldi e dei Mille a Marsala, nel maggio 1860.

Questo è il Gattopardo, capolavoro letterario nato (tra il 1954 e il 1957) dalla penna del principe Giuseppe Tomasi di Lampedusa e colossal del regista Luchino Visconti che ne ha curato la versione cinematografica.

Il titolo sembra sia ispirato allo stemma del casato dei Salina, che raffigurava un gatto dalla pelliccia leopardata su fondo blu. L'opera ripercorre l'infanzia dello scrittore e la storia dell'antica e nobile famiglia dei Salina e del suo bisnonno Don Fabrizio, che assiste con distacco alla fine del suo vecchio mondo aristocratico.

Un cambiamento apparentemente che però non modifica la sostanza delle cose ma serve proprio per farle rimanere uguali. Si intravede una vena un pò amara che sottolinea il fallimento in Sicilia dei moti garibaldini e delle idee risorgimentali in generale.

Nella versione cinematografica Visconti poi, con la scelta di attori di fama internazionale, quali Burt Lancaster nel ruolo del principe Fabrizio, Claudia Cardinale nel ruolo della bella Angelica e Alain Delon in quello del nipote del principe Tancredi, volle inoltre aumentare il peso di un'opera che era già un caso letterario.

Il film, realizzato da Visconti nel 1962 e uscito nel 1963, non fu subito un successo malgrado la conquista della Palma d'oro a Cannes, di tre Nastri d'Argento e del David di Donatello; inoltre per realizzarlo la Titanus, che lo produsse, rischiò il fallimento per i costi eccessivi che dovette sobbarcarsi. Si trattava infatti di un'opera colossale e complessa che ha richiesto un po' di tempo prima di essere compresa a fondo.

Noi abbiamo pensato di riproporvela perché costituisce comunque un punto fermo nella stora del cinema italiano e un modo anche per ripercorrere la storia del nostro paese in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'italia.

Questo itinerario dunque, prevede tre percorsi alternativi, tutti alla ricerca dei luoghi in cui lo scrittore Giuseppe Tomasi di Lampedusa si ispirò per scrivere il suo romanzo e soprattutto degli affascinanti luoghi del set cinematografico. E allora attenzione, non distraetevi troppo e seguite tutti le orme del Gattopardo.

Le tappe del nostro itinerario

Itinerario

Castello di Donnafugata

Castello di Donnafugata

Castello di Donnafugata (RG)
Vedi »
Ciminna

Ciminna

Ciminna
Vedi »
Villa Boscogrande

Villa Boscogrande

Villa Boscogrande a Piana dei Colli
Vedi »
Palazzo Valguarnera Gangi

Palazzo Valguarnera Gangi

Palazzo Valguarnera-Gangi (PA)
Vedi »
Lago di Piana degli Albanesi

Lago di Piana degli Albanesi

Lago di Piana degli Albanesi
Vedi »
Santa Margherita di Belice

Santa Margherita di Belice

Santa Margherita di Belice
Vedi »
Palma di Montechiaro

Palma di Montechiaro

Palma di Montechiaro
Vedi »
24 giugno 2016
Condividi:
Ti potrebbe interessare anche
La Tonnara di Scopello
La Tonnara di Scopello
La Tonnara di Scopello
Splendida natura e pregevole archeologia industriale in un luogo pregno di storia
Architettonico
Vittoria: Città del Liberty e del Cerasuolo
Vittoria: Città del Liberty e del Cerasuolo
Vittoria: Città del Liberty e del Cerasuolo
Tra Neoclassicismo, Art Nouveau, ottimo vino e il mare limpido e pescoso di Scoglitti
Artistico/storico
Gratteri: tesoro di storia e cultura
Gratteri: tesoro di storia e cultura
Gratteri: tesoro di storia e cultura
Nella Madrice vecchia un reliquario custodirebbe quattro spine della corona di Cristo
Artistico/storico
Ad Alia, le grotte della Gurfa
Ad Alia, le grotte della Gurfa
Ad Alia, le grotte della Gurfa
Monumento di architettura rupestre è la tomba a tholos più grande del Mediterraneo
Archeologico
Nel cuore rurale della Sicilia
Nel cuore rurale della Sicilia
Nel cuore rurale della Sicilia
Un piccolo viaggio al confine delle province di Palermo e Caltanissetta, tra campi e pascoli
Agronomico/rurale
I Musei delle Terre di Cerere
I Musei delle Terre di Cerere
I Musei delle Terre di Cerere
Tutti i musei di una magica terra, dove il mito si confonde con la storia
Agronomico/rurale
Campobello di Licata, Città d'Arte
Campobello di Licata, Città d'Arte
Campobello di Licata, Città d'Arte
Dalla selva oscura sino all'Empireo, un viaggio dantesco nella splendida Valle delle pietre dipinte
Artistico/storico
Il Castello di Roccavaldina
Il Castello di Roccavaldina
Il Castello di Roccavaldina
Un weekend nella cittadina del Messinese fondata da un tribuno romano
Artistico/storico
Isnello, piccolo gioiello tra i monti
Isnello, piccolo gioiello tra i monti
Isnello, piccolo gioiello tra i monti
Un weekend nel comune montano in provincia di Palermo, tra cultura e tesori artistici
Artistico/storico
Trapani, città dei due mari
Trapani, città dei due mari
Trapani, città dei due mari
Si narra che il promontorio di Drepanon si formò dalla falce di Cerere caduta in mare
Artistico/storico
Castelbuono, il Medioevo in Sicilia
Castelbuono, il Medioevo in Sicilia
Castelbuono, il Medioevo in Sicilia
Luogo ideale per un fine settimana da dedicare alla cultura e alla tradizione siciliana
Artistico/storico
Ispica, Città del Liberty
Ispica, Città del Liberty
Ispica, Città del Liberty
Il celebre architetto Basile realizzò qui l'edificio Liberty più importante del ragusano
Architettonico
Ferla, il borgo della "via sacra"
Ferla, il borgo della ''via sacra''
Ferla, il borgo della "via sacra"
Dal cuore rupestre e antichissimo, dopo il grande terremoto del 1693, rinacque con le esuberanti forme del Barocco
Artistico/storico
Da Mazara a Castelvetrano
Da Mazara a Castelvetrano
Da Mazara a Castelvetrano
Un itinerario tra storia e architettura, alla ricerca dell'anima araba e normanna
Artistico/storico
Un week end a Castelvetrano
Un week end a Castelvetrano
Un week end a Castelvetrano
Una vacanza culturale ed enogastronomica dedicata a tutte le buone forchette
Artistico/storico
Vedi tutti gli itinerari

Aziende consigliate