Trapani, città dei due mari

Trapani, città dei due mari

Si narra che il promontorio di Drepanon si formò dalla falce di Cerere caduta in mare

Nella zona occidentale della Sicilia, incastonata tra uno splendido mare azzurro ed il monte Erice, sorge Trapani, la città dei due mari, così chiamata perchè adagiata su un promontorio bagnato da tutti e tre i lati dal mare. 'Drepanon', questo il suo antico nome, nacque appunto attorno al porto, inizialmente come villaggio sicano e poi come piccola città fortificata, in cui per secoli sono vissuti pescatori, commercianti, artigiani di popolazioni diverse. Il cuore pulsante della città è il porto che si trova nel centro storico mentre l'estrema punta del centro abitato è rappresentato dalla Torre di Ligny, dove è ubicato il Museo della Preistoria, raggiungibile percorrendo una stretta via circondata dal mare. In zona sono da visitare il villino Nasi, l'ex lazzaretto, sede della Lega navale italiana e, su un isolotto posto a difesa del porto di Trapani, il castello della Colombaia, uno dei migliori esempi di architettura militare in Sicilia e fiore all'occhiello della città.

Pillole di storia - Leggenda vuole che la città di Trapani sia stata originata dalla falce caduta a Cerere, mentre sul carro trainato da serpi alate cercava la figlia Proserpina, rapita da Plutone. La falce caduta in mare si trasformò così in un promontorio arcuato che prese il nome di 'Drepanon' che, in greco antico, significa appunto falce. Un'altra leggenda racconta che la città sia nata dalla falce caduta dalle mani di Saturno dopo aver evirato il padre Urano, secondo altri in una visione un po' più romantica Trapani sarebbe nata dall'amore tra il cielo e il mare. In realtà Trapani, fu fondata quasi certamente dagli Elimi precedentemente alla caduta di Troia (intorno al 1260 a.C.). Nell'IX secolo a.C. i Fenici, provenienti dalla vicina Cartagine, si stabilirono nel Mediterraneo occidentale e abitarono pacificamente insieme agli Elimi il borgo di Trapani. Il piccolo villaggio sorgeva su un promontorio più o meno corrispondente all'attuale quartiere di San Pietro e ospitava una colonia di circa 500 fenici. La sua storia è legata a filo doppio a quella di Cartagine, qui infatti si svolsero le principali battaglie navali tra cartaginesi e romani. Durante il periodo romano Drepanon perse la sua autonomia politica e subì nuove tasse e imposizioni. Nel 395 la Sicilia passò all'Impero Romano d'Oriente, ma solo nell'827 la città rinacque sotto la dominazione araba rilanciando l'agricoltura, l'arte, la lingua e la cultura. Nel 1097 fu conquistata da Ruggero il Normanno che portò qui un periodo di grande prosperità introducendo la franchigia doganale e proclamando la religione cattolica religione ufficiale. La città ospitò i primi consolati delle potenze commerciali genovesi, pisane, veneziane, fiorentine, amalfitane e catalane. Durante il regno di Carlo d'Angiò fu schiacciata dalla pressione fiscale fino a quando, nel 1282, con i vespri siciliani si pose fine alla dominazione angioina nell'isola. Con gli aragonesi, sino al 1713, si ebbe un discreto sviluppo commerciale ed artigianale. Un periodo di grande sviluppo si ebbe pure sotto i borboni, sino al 1860, quando i trapanesi si dedicarono al commercio e all'industria del sale e del tonno. Trapani partecipò ai moti del 1848 dando un importante contributo per l'unità d'Italia e confermandosi come centro importante del settore agroalimentare. La seconda guerra mondiale segnò profondamente la città, che in seguito a numerosi bombardamenti, perse l'antico quartiere di San Pietro e del teatro Garibaldi. Tra il 1950 ed il 1965 iniziò una ripresa delle attività industriali e commerciali.

Le tappe del nostro itinerario

Itinerario

Cattedrale di San Lorenzo

Cattedrale di San Lorenzo

Cattedrale di San Lorenzo
Vedi »
Chiesa di Sant'Agostino

Chiesa di Sant'Agostino

Chiesa di SantAgostino
Vedi »
Piazza Vittorio Emanuele

Piazza Vittorio Emanuele

Piazza Vittorio Emanuele
Vedi »
Santuario della Madonna di Trapani

Santuario della Madonna di Trapani

Maria S.S. Annunziata
Vedi »
Torre di Ligny

Torre di Ligny

Torre di Ligny
Vedi »
Museo Regionale Pepoli

Museo Regionale Pepoli

Museo Regionale Pepoli
Vedi »
9 giugno 2017
Condividi:
PROGRAMMAZIONE IN ANTEPRIMA MEDJUGORJE 2018
Primo Maggio - Festa dei Lavoratori

Primo Maggio - Festa dei Lavoratori

Locali e ritrovi
proposto da Villa D'Andrea
30,00 €
Il pranzo del 25 Aprile

Il pranzo del 25 Aprile

Locali e ritrovi
proposto da Villa D'Andrea
25,00 €
Camera doppia

Camera doppia

Hotel
81,00 € 90,00 €
Camera matrimoniale

Camera matrimoniale

Hotel
81,00 € 90,00 €
Servizio tazze

Servizio tazze

Bar e caffè
proposto da U cafe' di Luca
La Pasqua e La Pasquetta

La Pasqua e La Pasquetta

Locali e ritrovi
proposto da Villa D'Andrea
35,00 €
PROGRAMMAZIONE 2018

PROGRAMMAZIONE 2018

Alberghi e ospitalità
proposto da Si Viaggiare srl
Ti potrebbe interessare anche
Palermo è il posto più stupendo del mondo
Palermo è il posto più stupendo del mondo
Palermo è il posto più stupendo del mondo
Viaggio (troppo breve) tra alcune delle meraviglie della Capitale italiana della Cultura 2018
Artistico/storico
Enna, l'ombelico della Sicilia
Enna, l'ombelico della Sicilia
Enna, l'ombelico della Sicilia
Nel cuore dell'isola, l'urbs inexpugnabilis fondata dallo schiavo siriano Euno
Artistico/storico
Da Mazara a Castelvetrano
Da Mazara a Castelvetrano
Da Mazara a Castelvetrano
Un itinerario tra storia e architettura, alla ricerca dell'anima araba e normanna
Artistico/storico
La lunga riviera di Santa Teresa di Riva
La lunga riviera di Santa Teresa di Riva
La lunga riviera di Santa Teresa di Riva
Di probabile origine fenicia, la cittadina sulla costa jonica messinese è rinomata per il suo mare limpido e la sua splendida spiaggia
Artistico/storico
Villa Cattolica, sede del "Museo Renato Guttuso"
Villa Cattolica, sede del Museo Renato Guttuso
Villa Cattolica, sede del "Museo Renato Guttuso"
Austera villa settecentesca, è l'unica di Bagheria ad avere una stanza dello scirocco
Artistico/storico
Marsala, Città del Vino
Marsala, Città del Vino
Marsala, Città del Vino
Qui è custodita una delle navi fenicie che combattè la I guerra punica
Artistico/storico
Calascibetta, arroccata sulla cima del monte Xibet
Calascibetta, arroccata sulla cima del monte Xibet
Calascibetta, arroccata sulla cima del monte Xibet
Dalle necropoli preistoriche al quartiere ebraico, alla scoperta di secoli di storia racchiusi in un piccolo borgo
Artistico/storico
Da Vigàta a Montelusa
Da Vigàta a Montelusa
Da Vigàta a Montelusa
Viaggio reale nei luoghi in cui vive Montalbano, il commissario più amato dagli italiani
Artistico/storico
Vittoria: Città del Liberty e del Cerasuolo
Vittoria: Città del Liberty e del Cerasuolo
Vittoria: Città del Liberty e del Cerasuolo
Tra Neoclassicismo, Art Nouveau, ottimo vino e il mare limpido e pescoso di Scoglitti
Artistico/storico
Un fine settimana fra le stanze di Casa Verga
Un fine settimana fra le stanze di Casa Verga
Un fine settimana fra le stanze di Casa Verga
Una visita per carpire tutta l'"intimità" del grande scrittore verista siciliano
Artistico/storico
La Casa-Museo di Vincenzo Bellini
La Casa-Museo di Vincenzo Bellini
La Casa-Museo di Vincenzo Bellini
Nel cuore della Catania barocca, a palazzo Gravina, le preziose memorie del "cigno" di Catania
Artistico/storico
Pedara, adagiata sui colli meridionali dell'Etna
Pedara, adagiata sui colli meridionali dell'Etna
Pedara, adagiata sui colli meridionali dell'Etna
Paesaggi straordinari, vegetazione rigogliosa, monumenti unici: Pedara è una dimensione da scoprire
Artistico/storico
Castiglione di Sicilia, il paese presepe
Castiglione di Sicilia, il paese presepe
Castiglione di Sicilia, il paese presepe
Incastonato tra l'Etna e la Valle dell'Alcantara un piccolo borgo immerso nel verde
Artistico/storico
Visitando la "piccola Pantalica" di Paolo Orsi
Visitando la piccola Pantalica di Paolo Orsi
Visitando la "piccola Pantalica" di Paolo Orsi
La splendida Militello in Val di Catania con il suo immenso patrimonio medievale e barocco
Artistico/storico
Vedi tutti gli itinerari

Aziende consigliate