Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

''Farò ritorno in Africa''

Iolanda Occhipinti ha fatto ritorno nella sua Ragusa dopo il lungo sequestro in Somalia

Contenuti Sponsorizzati

Ragusa l'ha accolta con un grande, caloroso abbraccio. Iolanda Occhipinti, l'infermiera professionista cooperante volontaria della Ong Cins (Cooperazione Italiana Nord-Sud), tenuta in ostaggio in Somalia, insieme al collega Giuliano Paganini, per 76 giorni, è ritornata nel suo Paese.

Iolanda e Giuliano Paganini, sono arrivati l'altro ieri a Roma dove sono stati ascoltati per tre ore dal procuratore romano cui hanno riferito le varie fasi del rapimento e della liberazione. "Non mi hanno mai maltrattato né molestato - ha spiegato Iolanda, amministratrice del progetto per il rilancio agricolo del Basso Shabele - ma abbiamo sempre vissuto con gli occhi bendati. Se non eravamo noi ad avere la benda sugli occhi, erano loro a nascondersi il viso con dei passamontagna". "Siamo sempre stati tenuti nella stessa prigione - ha spiegato ancora la cooperante - ma non ci hanno mai spiegato i motivi del nostro sequestro: ci sono situazioni molto complesse in Somalia, ma quegli uomini non sembravano avere nulla di particolare contro di noi". "E poi - ha detto riferendosi alla sua origine siciliana - meno senti e vedi in prigionia, meglio è".
Nulla ha voluto dire invece sul presunto riscatto che il governo italiano avrebbe pagato per la liberazione. La Farnesina ha smentito che siano stati versati soldi, ma fonti somale continuano a sostenere che all'organizzazione di sequestratori sono stati versati fra i 700 mila dollari e il milione.

Partita da Roma e arrivata a Ragusa ieri, Iolanda Occhipinti non si è subito recata a casa sua, in via Bellarmino, ma ha voluto prima riabbracciare i parenti più stretti cominciando il giro dalle zie anziane e da una nipotina. "E' bellissimo, sto abbracciando i miei familiari che non sono riusciti a venire a Roma - ha detto -, faccio ancora fatica a realizzare di essere nuovamente a casa, nella mia amata Ragusa. Mi sento ancora frastornata e anche dal punto di vista psicologico non mi sono del tutto resa conto della mia liberazione. L'incubo è comunque finito, e sono pronta a tornare in Somalia. Magari non subito, soprattutto per i problemi di sicurezza, ma voglio tornarci perché è un Paese che ha bisogno di aiuti da rivolgere alle donne, ai bambini e agli anziani". Sì perchè il sogno di Iolanda è sempre stato quello di poter aiutare quelle persone che soffrono veramente: "Ho sempre lavorato nella cooperazione; abbandonare la Somalia significherebbe dare ragione ai rapinatori".
Arrivata nella sua città con la figlia Arianna e il fratello Santo, Iolanda ha detto: "Comprendo lentamente, attraverso il racconto dei miei figli quanto è avvenuto finora a Ragusa. Mi sento orgogliosa di essere siciliana e italiana e l'emozione che sto provando è più grande di quando, lo scorso anno, sono stata nominata Cavaliere dell'Ordine della Stella della solidarietà italiana dal presidente della Repubblica"

Ma a Iolanda resta l'inquietudine per la sorte del collaboratore somalo del Cins, Abderhaman Yusuf Arale, tecnico agronomo, sequestrato insieme a lei e a Giuliano Paganini e ancora nelle mani dei banditi. Di lui non si hanno più notizie e il Cins, "nella gioia per la felice conclusione della vicenda" relativa ai due italiani, esprime "l'ansia di tutti i cooperanti italiani per la sorte di Yusuf, rimasto nelle mani dei sequestratori". I famigliari temono che Yusuf possa essere stato ucciso in uno scontro a fuoco tra il gruppo dei rapitori e una fazione rivale. [Informazioni tratte da La Siciliaweb.it, Repubblica.it]

- Iolanda Occhipinti e Giuliano Paganini sono stati liberati (Guidasicilia.it, 06/08/08)

9 agosto 2008
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

Promozione 100 T-shirt + 100 Cappellini personalizzati

Promozione 100 T-shirt + 100 Cappellini personalizzati

offerta valida fino al prossimo 31 marzo 2022
Consulenza grafologica giudiziaria (calligrafica)
Cambia le porte e le paghi la metà

Cambia le porte e le paghi la metà

Offerta valida fino al 31/07/2021
DISPOSITIVI DI PROTEZIONE COVID 19

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE