Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

150 giovani studenti per la terza edizione del Premio giornalistico dedicato a Maria Grazia Cutuli

La premiazione a Catania, il 19 maggio, a trenta mesi dalla scomparsa della giornalista del Corriere

Contenuti Sponsorizzati
NVR 8 Canali POE 4K DAHUA
Serate Degustazioni
Lampade da esterno Chiaramonte Ragusa Sicilia Tomasucci
Prevenzione incendio in casa

Sono 150 gli studenti che hanno partecipato alla terza edizione del premio giornalistico dedicato a Maria Grazia Cutuli, la giornalista catanese uccisa in Afganistan, promosso dall'istituto Parini di Catania.
L'iniziativa è stata realizzata con l'alto patronato della Presidenza della Repubblica, che ha anche concesso la medaglia d'argento, il patrocino della direzione generale dell'ufficio scolastico regionale, del quotidiano Corriere della Sera e della Provincia di Catania.
La premiazione avverrà il 19 maggio, a trenta mesi dalla scomparsa della giornalista, alla presenza dei familiari di Maria Grazia Cutuli.

Maria Grazia Cutuli. Giornalista, dal 1997 al Corriere della Sera, nata a Catania nel 1962, è stata uccisa in un agguato lungo la strada Jalalabad-Kabul il 19 novembre 2001.
Subito dopo la laurea in Lettere inizia il suo lungo cammino per diventare giornalista collaborando prima con La Sicilia, poi come conduttrice del telegiornale di un'emittente televisiva regionale. A Milano dalla fine degli anni Ottanta sarà collaboratrice di Epoca dove inizia i suoi servizi dai fronti caldi delle guerre e degli scontri etnici e religiosi: dalla Bosnia al Congo, dalla Sierra Leone alla Liberia.
Tra le sue esperienze professionali anche una collaborazione con l'UNHCR, l'agenzia delle Nazioni Unite che si occupa dei profughi, che le aveva consentito di specializzarsi in politica estera e di arrivare al Corriere della Sera con una buona esperienza nel settore dell'assistenza umanitaria.
Per un anno interrompe la sua carriera per fare la volontaria in una missione Onu in Ruanda. Divenuta giornalista professionista approderà infine al Corriere della Sera. Era partita per il Pakistan subito dopo gli attacchi terroristici dell'11 settembre, ma già nei mesi precedenti era stata più volte in Afghanistan, terra che aveva imparato a conoscere bene e che aveva percorso per lunghi tratti anche a piedi.
"Questo popolo prima o poi sarà salvato dalle donne, sono rimaste quelle di sempre. Ho imparato a conoscerle, sono forti, intelligenti con una gran voglia di esserci. Se sono sopravvissute a tanti soprusi, vuol dire che prima o poi usciranno con dignità da tutto questo", aveva detto a una collega in occasione di una visita in un campo profughi di Peshawar. Maria Grazia Cutuli ha affrontato il mestiere di giornalista anche come una battaglia di emancipazione: "le donne", affermò, "non devono scrivere solo di moda, società e gossip. Io posso raccontare anche le guerre". Una posizione inscindibilmente connessa ad una concezione rigorosa e intransigente della propria professione: "raccontare la verità" diceva "è l'unica arma rimasta a noi che facciamo questo mestiere".
Per lei, tuttavia, fare la giornalista di guerra era un modo per poter scrivere, per "poter volgere lo sguardo dove nessuno ha mai voglia di guardare".

Per sempre ti ringraziamo, Maria Grazia

12 maggio 2004
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
NVR 8 Canali POE 4K DAHUA
Serate Degustazioni
Lampade da esterno Chiaramonte Ragusa Sicilia Tomasucci
Prevenzione incendio in casa
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE COVID 19
OFFERTA OLIO BARDAHL XTR C60 RACING 39.67 ( 10W60 - 20W60)

OFFERTA OLIO BARDAHL XTR C60 RACING 39.67 ( 10W60 - 20W60)

Offerta valida dal 01/10/2021 AL 31/12/2021
FINANZIAMENTI  A  FONDO  PERDUTO  2021
FOTO CERAMICHE

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE