A Palermo arriva ''SPID'', una sola password per il cittadino digitale

A Palermo arriva "SPID", una sola password per il cittadino digitale

Sul sito del Comune sbarca il sistema nazionale di identificazione digitale che consente di dialogare on line con tutte le branche della Pa

[Articolo di Gioacchino Amato - Repubblica/Palermo.it] - A Palermo arriva "SPID", il sistema pubblico di identità digitale che presto dovrebbe diventare un'unica piattaforma informatica con un unica password e identità digitale per consentire al cittadino di dialogare con ogni branca della pubblica amministrazione, dal proprio Comune a Regioni, ministeri e servizi pubblici.
È stata presentata all'assessorato all'Innovazione, l'attivazione dello SPID nel sito web del Comune di Palermo. "Frutto della collaborazione tra il Servizio Innovazione, Area Servizi alla Città e la Società Partecipata Sispi S.p.A. - spiega una nota - il servizio permette a tutti coloro che sono già in possesso di una identità digitale (ai sensi delle regole stabilite dall'Agenzia per l'Italia Digitale per SPID), di potere effettuare l'accesso alla piattaforma web istituzionale fruendo dei servizi digitali erogati dall'amministrazione".

SPID consente di accedere con un unico nome utente e password a tutti i siti delle pubbliche amministrazioni italiane che hanno aderito a questo sistema di identificazione digitale. L'accesso con Spid consentirà in brevissimo termine di eleggere la Pec quale domicilio digitale per le notifiche, come previsto dalla recente revisione del Codice dell'Amministrazione Digitale. Il Comune ha aderito nel luglio scorso e dopo la firma della convenzione, la Società partecipata in house Sispi SpA, che cura i sistemi informativi del Comune, ha applicato le regole tecniche dell'AgID per consentire ai cittadini l'accesso ai servizi online tramite SPID.  
"L'accesso tramite SPID - continua il Comune - nelle piattaforme della Pubblica Amministrazione è possibile a tutti i cittadini che si sono già dotati delle credenziali SPID. L'AgID (Agenzia per il digitale) rende noto nel suo portale le indicazioni per i cittadini al fine di ottenere l'identità digitale SPID. Oggi anche i cittadini di Palermo e tutti coloro che intendono fruire i servizi online del comune di Palermo possono accedere con l'identità digitale di SPID. A breve sarà anche possibile, accedendo al portale istituzionale con SPID, eleggere la PEC quale domicilio digitale per le notifiche dell'Amministrazione comunale, così come previsto dall'ultima versione del Codice dell'Amministrazione Digitale.

"L'attivazione operativa di SPID - conclude la nota - si unisce al già esistente servizio di pagamento elettronico della TARI  e delle sanzioni per violazioni al Codice della Strada, che è possibile effettuare nella piattaforma istituzionale, grazie all'adesione del Comune di Palermo al sistema nazionale PagoPA. SPID, PagoPA, e i lavori in corso da parte dell'Amministrazione in collaborazione con la SISPI per la migrazione, entro il 2018,  dell'Anagrafe locale della popolazione all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), contribuiscono all'attuazione concreta dell'Agenda Digitale del Comune di Palermo, in ottemperanza al "Piano Triennale dell'Informatica per la Pubblica Amministrazione 2017-2019" redatto dall'AgID e al quale tutte le Pubbliche Amministrazioni sono tenute ad adeguarsi".

Tutte le informazioni utili sulle modalità di registrazione, sui servizi attivi e le pubbliche amministrazioni aderenti sono disponibili sul sito www.spid.gov.it

21 febbraio 2018
Condividi:
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Aziende consigliate