Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

A Palermo uno speciale itinerario dell'Art Nouveau

Dal Museo del Liberty - Villa Deliella all'apertura al pubblico di alcuni edifici storici

A Palermo uno speciale itinerario dell'Art Nouveau
Contenuti Sponsorizzati
Piano del colore e del decoro. Il caso Grammichele
Noleggio biciclette elettriche
Grammichele in Arte
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Con la delibera che istituisce, insieme al museo del Liberty-Villa Deliella, anche l'Itinerario dell'Art Nouveau - che è stata approvata nei giorni scorsi dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore dei Beni Culturali e dell'Identità siciliana, Alberto Samonà - alcuni importanti gioielli dell'architettura Liberty di Palermo saranno messi a sistema, destinandoli alla pubblica fruizione.

Area di piazza Crispi, su cui un tempo sorgeva Villa Deliella
Area di piazza Crispi, su cui un tempo sorgeva Villa Deliella

L'itinerario porrà in dialogo l'area di piazza Crispi, su cui un tempo sorgeva Villa Deliella, con alcuni luoghi-simbolo della Belle Époque: fra questi, in primis Villino Ida, progettato nel 1903 dall'architetto Ernesto Basile, che diventerà museo di se stesso e sarà dedicato alla memoria dello stesso Basile, ma anche Villino Favaloro, che sarà la sede del Museo regionale della fotografia, e il Villino Florio, destinato anche ad ospitare esposizioni temporanee oltre ad altre testimonianze dell'architettura Liberty.

Villino Ida, Palermo
Villino Ida

Un progetto complessivo, che vedrà, inoltre, importanti collaborazioni, su cui l'assessorato dei Beni culturali e dell'Identità siciliana sta lavorando da tempo e che ha lo scopo di rileggere un periodo storico e uno stile sotto molteplici aspetti, per potenziare ulteriormente l'offerta culturale.

A proposito di Villino Ida, inoltre, all'Ars è attualmente depositato un Ddl, primo firmatario il parlamentare regionale Alessandro Aricò, che prevede la sua trasformazione in casa-museo. Disegno di legge su cui il governo regionale ha dato da tempo parere favorevole.


Villino Messina Verderame

E infine, è di un paio di mesi fa la delibera di Giunta che, su proposta dell'assessore all'Economia e vicepresidente della Regione Gaetano Armao, ha stanziato 1.207.000 euro di risorse dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione per restaurare il Villino Messina Verderame.

- La Palermo Belle Époque (Guidasicilia)

26 aprile 2021
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Piano del colore e del decoro. Il caso Grammichele
Noleggio biciclette elettriche
Grammichele in Arte
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE