Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Al 378° Festino di Palermo un ritorno alla tradizione con speranze di spiritualità

Contenuti Sponsorizzati
LINE6 HX STOMP SPEDIZIONE INCLUSA
SIKAMUR INJECTOCREAM-100 Sika Italia
Progettazioni e Realizzazioni lavori conto terzi
Chiodi zincati ring 30x20
Collezione Colaleo
A proposito del 378° Festino di Santa Rosalia (appuntamento topico per i palermitani, il 15 luglio di ogni anno) il neo assessore alla Cultura del Comune di Palermo ha dichiarato "Quest'anno la festa torna ai palermitani".

Ma perché, ci chiediamo, a chi era andata negli anni scorsi?

Insomma, in onore della "Santuzza" un ritorno al passato del primo festino moderno datato 1974, che recupera il carro dell'epoca e il suo progettista, l'architetto palermitano Rodo Santoro, a cui è stato dato l'incarico di restaurare il vascello rimasto inutilizzato per lungo tempo nel parco della Palazzina Cinese e di progettare i festeggiamenti.

La politica degli organizzatori prevede, quest'anno, di recuperare l'originario valore religioso e lo spirito popolare che contraddistingueva le manifestazioni dei primi anni.
Con tanto di carro - fulcro dell'intera festa - trainato da buoi, e che dovrebbe ospitare una sessantina tra musicisti e figuranti in costume settecentesco.
Nella processione laica il vascello dovrebbe essere preceduto dalle macchinette (i carri minori) e attorniato dai cavalieri che rappresentano ceti sociali e corporazioni della città.

Un ritorno alla tradizione dunque, dopo le "divagazioni" culturali degli ultimi anni.

Dopo Glauco Mauri con i catalani Los Comedians, le musiche di Berio con la grande rappresentazione della peste che scende dal palazzo dei Normanni, la Cuba di Jérome Savary, Goran Bregovic e le voci Bulgare, dopo i meravigliosi giochi d'acqua e gli spettacolari pianisti e acrobati sospesi, adesso si torna alle Congregazioni, ai "babbaluci e muluni ghiacciatu".

Passo avanti? Passo indietro? Chi lo sa!

Di certo i festini dell'era Orlando sono stati espressione di uno spirito sincretico che la cultura possiede intrinsecamente, e in particolar modo la cultura delle manifestazioni religiose.

E proprio in virtù di questo sicretismo, noi accettiamo, aspettando speranzosi.

L'assessore, comunque, non anticipa nulla e promette ai palermitani una grande sorpresa.
I palermitani stanno ad aspettare.

E si affidano alla Santa.

17 maggio 2002
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
LINE6 HX STOMP SPEDIZIONE INCLUSA
SIKAMUR INJECTOCREAM-100 Sika Italia
Progettazioni e Realizzazioni lavori conto terzi
Chiodi zincati ring 30x20
Collezione Colaleo
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

MASTER TRAINING LAURA LANZA ACADEMY 2021
OFFERTA CASCO J-R HANS OMP
Cambia le porte e le paghi la metà

Cambia le porte e le paghi la metà

Offerta valida fino al 31/07/2021
I nostri primi Quarant'anni!!!
Promo 2° Occhiale

Promo 2° Occhiale

sempre attiva

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE