Al Vinitaly 2017 tutte le novità di Planeta

Al Vinitaly 2017 tutte le novità di Planeta

Tre nuovi vini, un oliveto che cresce e l’ospitalità di Casa Planeta che si amplia a Palermo

Un'esclusiva degustazione di Didacus, lo Chardonnay dedicato a Diego Planeta.
La prima bottiglia di Mamertino, che porta a compimento il progetto di Capo Milazzo.
La prima bottiglia di Terebinto, un nuovissimo Grillo che nasce nel territorio di Menfi.
Il restyling de La Segreta, a cui abbiamo cambiato il vestito, conservandone l'anima e il corpo.
E ancora un Oliveto che cresce con altri 13 mila alberi a Capparrina. E l'apertura dell'apartment hotel La Foresteria Palermo, una nuova realtà dedicata all'ospitalità.

Il Vinitaly 2017 dà l'occasione di presentare tre nuovi vini e la conclusione ideale del viaggio in Sicilia di Planeta, presente in 5 territori e 7 denominazioni.
Un viaggio lungo il quale il marchio ha puntato ad accrescere sempre di più "l'Esperienza Sicilia" grazie al vino, l’olio, la cultura e l’ospitalità.

Didacus: lo chardonnay per Diego Planeta - Il Vinitaly sarà l'occasione per presentare per la prima volta al grande pubblico Didacus, il vino che rappresenta l'essenza della storia di Planeta: è lo Chardonnay che già dal nome si evince essere stato dedicato a Diego Planeta, perché nasce dalla nostra primissima vigna, piantata nel 1985 sulle sponde del lago dell'Ulmo nel territorio di Menfi. Oltre a portare la memoria di un simbolo, Didacus esprime per l’eleganza e la tradizione, la famiglia e il futuro: racchiude la visione del vino e della Sicilia come Planeta l'ha sempre sognata.

Il Mamertino: a Capo Milazzo si chiude il viaggio in Sicilia - Al Vinitaly Planeta presenterà anche la prima bottiglia di Mamertino, che finalmente realizza il progetto della giovane azienda di Capo Milazzo. Quando Planeta è arrivata su questa punta si è subito capito che - dopo Menfi, Vittoria, Noto e l'Etna - sarebbe stato questo il luogo giusto per chiudere il cerchio del viaggio intrapreso col desiderio di rappresentare i vini dell'Isola in diversi suoi territori. Proprio il Mamertino è uno dei più antichi della storia siciliana, un vino di cui si hanno tracce sin dal tempo dei Romani: per questo Planeta ha intrapreso con entusiasmo la sua valorizzazione, in un contesto straordinario che spinge ad un processo di viticoltura sostenibile non solo dal punto di vista ambientale, ma anche sociale ed economico.

Il Terebinto: Planeta presenta il suo primo Grillo in purezza - A Menfi la produzione cresce con il Terebinto, primo Grillo in purezza dell’etichetta. Su questa varietà è stata fatta la stessa sperimentazione, concentrata sulla ricerca delle sue caratteristiche tipiche, che già da anni la cantina conduce sul Grecanico attraverso l’Alastro. Oggi Planeta è in grado di dare una personalissima interpretazione delle due più importanti varietà a bacca bianca della Sicilia occidentale. Non a caso per il Grillo è stato scelto il nome di un arbusto dalle fronde lucenti, da sempre legato alla Sicilia e al paesaggio mediterraneo, da occidente a oriente.

La Segreta: un restyling del vino che conserva intantti anima e corpo - Ancora attingendo alle radici, all'antica mappa dell'Ulmo che quest'anno ritorna protagonista del restyling dei vini La Segreta, al Vinitaly Planeta presenterà le nuovissime bottiglie de Il Bianco e Il Rosso: cambiandone il vestito nel segno della memoria, sono rimasti intatti l'anima e il corpo di questi vini dal carattere unico e inconfondibile, capaci di raccontare la variegata essenza dei territori dell'Isola.

L'oliveto: Capparrina cresce con altri 13 mila alberi - Agli ospiti dello stand al Vinitaly Planeta racconterà anche un'altra grande novità di quest'anno, iniziato piantando altri 13 mila alberi di olivo a Capparrina: altri 50 ettari che si aggiungono ai 100 già esistenti, formando un oliveto a corpo unico tra i più estesi in Sicilia. Un progetto che ha un grande valore per il paesaggio, per l'ambiente e per la qualità dei nostri tre olii, anche grazie a un nuovo decanter che contribuisce a migliorare ulteriormente il lavoro nel frantoio che si trova proprio al centro dell'azienda.

Apre La Foresteria Palermo: l’ospitalità di Planeta nella Capitale della Cultura 2018 - Nel 2017 cresce anche il circuito dedicato all'ospitalità: nasce infatti La Foresteria Palermo - appartment hotel, nel cuore del centro storico del capoluogo, che sarà Capitale della Cultura italiana 2018. Dopo La Foresteria Menfi, i sette appartamenti di Palermo racchiudono l'essenza e lo stile dell’ospitalità di Planeta, in un palazzo che rappresenta un pezzo di storia della famiglia nel "salotto" di via Principe di Belmonte.

 

- planeta.it

- www.vinitaly.com

4 aprile 2017
Condividi:
Ramo di Pesco H 66 in poliestere
Cod. PA24
Realizzazione Impianti Enologici
Limonium naturale preservato
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Aziende consigliate