BURRI E FONTANA / MATERIA E SPAZIO

La Fondazione Lucio Fontana

La Fondazione Lucio Fontana nasce il 29 novembre 1982 grazie alla tenacia e alla generosità di Teresita Rasini Fontana e, per suo esplicito desiderio, è formata esclusivamente da un ristretto gruppo di amici ed estimatori che credevano in Fontana come uomo e come artista. Il 20 giugno 1984 è riconosciuta giuridicamente come ente morale dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini.
Alla Fondazione, di cui è stata Presidente fino alla morte avvenuta nel 1995, Teresita Fontana ha legato il suo patrimonio artistico sicura che un fermo disinteressato impegno avrebbe così continuato a tutelarlo. Infatti lo Statuto della Fondazione prevede che sia garantita agli studiosi la consultazione della biblioteca, dell’emeroteca e del materiale d’archivio; la promozione a livello nazionale e internazionale di studi e ricerche, e infine l’organizzazione e collaborazione a mostre esclusivamente ospitate da musei.
In questa prospettiva La Fondazione ha già collocato molte importanti opere in musei come: la Tate Gallery di Londra, il Toyama Museum in Giappone, le Bayerische Staatsgemäldesam-mlungen di Monaco di Baviera, la Solomon R. Guggenheim Foundation di New York, la Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma, il Centro de Arte Reina Sofìa di Madrid, il Walker Art Center di Minneapolis.
Dal 1984 ad oggi ampie esposizioni antologiche, di cui l’attuale a Palazzo Valle vuole essere un compendio ideale, sono state organizzate in tutto il mondo. Nel 1999, ricorrendo il centenario della nascita, si è voluto proporre la figura di Lucio Fontana in tutta la sua attualità e importanza ed esaltare la molteplicità delle sue esperienze tra pittura, scultura, interventi in architetture e ambienti spaziali. Per coinvolgere nel progetto l’intera Milano, città nella quale l’artista ha condotto la sua ricerca, elaborato e creato le sue opere per la quasi totalità della vita, occorrevano entusiasmo, capacità e una seria determinazione. E’ quanto la Fondazione ha fatto, saggiando gli umori cittadini, la reazione delle Istituzioni e dei rappresentanti della cultura milanese, cercando, valutando, scartando e finalmente facendo le sue scelte, nella certezza che tale fosse il suo particolare, preciso compito. Le cinque Istituzioni alle quali la Fondazione ha creduto opportuno rivolgersi: Il Padiglione d’Arte Contemporanea, il Palazzo della Triennale, il Museo Diocesano, l’Accademia di Brera, il Museo Teatrale della Scala, hanno aderito all’iniziativa.
Nel decennio successivo le mostre si sono susseguite in vari musei nazionali e internazionali. Ricordiamo tra le tante le personali a: Londra - Hayward Gallery; Buenos Aires – Fondazione Proa; Rio de Janeiro, Brasilia, Sâo Paulo - Centro Cultural Banco do Brasil; Villimgen-Schwenningen - Stadtische Galerie; Heidenheim - Kunstmuseum Heidenheim Hermann Voith Galerie; Burgdorf - Museum Franz Gertsch; Verona - Palazzo Forti; Cantù - Galleria del Design e dell’Arredamento; Legnano – Palazzo Leone da Perego; San Pietroburgo – Museo di Stato Russo; Venezia – Guggenheim; New York – Guggenheim; Mantova-Palazzo Ducale; Roma – Galleria Nazionale di Arte Moderna; Genova – Palazzo Ducale; Mendrisio – Museo Cantonale; Appenzell- Museo Liner; Milano – Fondazione Pomodoro.
Tra i compiti della Fondazione ci sono oltre alla tutela del patrimonio artistico dell’artista, la promozione di studi e indagini sul suo lavoro a livello nazionale e internazionale, compreso il controllo di tutte le pubblicazioni contenenti le sue opere, e la tutela legale contro l’eventuale messa in commercio di opere falsamente attribuite a Lucio Fontana, e, inoltre, l’analisi e la verifica, attraverso una Commissione artistica, dell’autenticità di opere non ancora archiviate. Questo servizio di consulenza e la successiva autenticazione sono gratuite.
Nel 2006, con il controllo diretto e costante della Fondazione è stata pubblicata la terza edizione del "Catalogo Ragionato di Sculture, Dipinti e Ambientazioni" a cura di Enrico Crispolti. Nel corso del prossimo anno verrà pubblicata la prima edizione del "Catalogo generale delle opere su carta" a cura di Luca Massimo Barbero.
Gli uffici e la biblioteca della Fondazione hanno sede a Milano in Corso Monforte a Palazzo Cicogna, luogo scelto da Fontana negli anni ’50 per il suo studio e dove ha lavorato fino a poco prima della morte. Non esiste una sede espositiva e la collezione di opere è raccolta in un caveau.
La collezione comprende anche opere di altri artisti che Fontana aveva acquistato con lo spirito di voler sempre sostenere i giovani suoi contemporanei, esprimendo così, ancora una volta, la sua grande curiosità e disponibilità per il "nuovo". Anche queste opere vengono prestate dalla Fondazione a mostre ed eventi in musei di tutto il mondo.

- www.fondazioneluciofontana.it

10 novembre 2009
Condividi:
TAVOLINO MULTIFUNZIONE DITTA PEZZANI 0/25-HEART

TAVOLINO MULTIFUNZIONE DITTA PEZZANI 0/25-HEART

Arredo
proposto da SAMAMOBILI s.r.l.
257,60 € 322,00 €
Cubo in ceramica decorata  Egan IL MONDO DI OLIVER

Cubo in ceramica decorata Egan IL MONDO DI OLIVER

Set da regalo per neonato e primi passi
proposto da Monti Regali
13,90 €
Ortofrutta

Ortofrutta

Verdure fresche e congelate
proposto da Accetta
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Offerte & Promozioni

TURONE RIGENERAZIONE TESSUTO CIELO O SOTTOTETTO AUTO

TURONE RIGENERAZIONE TESSUTO CIELO O SOTTOTETTO AUTO

Carrozzerie autoveicoli industriali e speciali
GASATORE DOMESTICO PALERMO

GASATORE DOMESTICO PALERMO

Depurazione e trattamento delle acque - impianti ed apparecchi
proposto da H2O
OSCURAMENTO CRISTALLI AGRIGENTO GOLF SPORTSVAN

OSCURAMENTO CRISTALLI AGRIGENTO GOLF SPORTSVAN

Carrozzerie autoveicoli industriali e speciali
OSCURAMENTO CRISTALLI AGRIGENTO

OSCURAMENTO CRISTALLI AGRIGENTO

Carrozzerie autoveicoli industriali e speciali
CARGLASS AIDONE

CARGLASS AIDONE

Vetri e cristalli per veicoli - riparazione e sostituzione

Aziende consigliate