Ciancimino jr deporrà nel processo al generale Mario Mori

Intanto ieri, durante lo stesso processo, è accaduto un ''colpo di scena'', protagonista un ex comandante del Ros di Palermo

Massimo Ciancimino, il figlio dell'ex sindaco mafioso di Palermo, deporrà il 29 e il 30 gennaio prossimi nel processo al generale Mario Mori e al colonnello Mauro Obinu, accusati di favoreggiamento alla mafia. Lo ha deciso ieri mattina la quarta sezione del tribunale di Palermo, davanti alla quale si celebra il dibattimento ai due ufficiali dell'Arma. Ciancimino, che dovrà riferire degli incontri tra Mori e il padre, testimonierà nell'aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo.
Ieri, durante l'udienza dello stesso processo per favoreggiamento alla mafia a Mori e a Obinu, è accaduto un "colpo di scena" che ha avuto come protagonista il colonnello Antonio Damiano, ex comandante del Ros di Palermo: Damiano doveva deporre su un momento centrale della vicenda processuale, quello relativo ai servizi di osservazione che, secondo l'accusa, avrebbero potuto portare alla cattura del boss Bernardo Provenzano già ad ottobre del 1995 (si tratta del cosiddetto mancato blitz di Mezzojuso, ndr); mentre ripercorreva alcune tappe del fatto il teste, che nel 1995 guidava il Ros di Caltanissetta, ha ammesso di avere attestato in una relazione che al servizio di osservazione del 31 ottobre del '95 era presente il colonnello Michele Riccio nonostante questi non ci fosse. Un falso che, a dire del militare, era finalizzato a tributare a un superiore un ruolo in un'indagine che proprio dal colonnello aveva avuto input.
La confessione in aula ha indotto il pm Nino Di Matteo a chiedere la sospensione dell'udienza per dare il modo al teste, che ammettendo la circostanza avrebbe potuto assumere la qualità di indiziato di reato connesso, di nominare un avvocato. Alla richiesta si è duramente opposta la difesa di Mori che ha sostenuto che il pm sapeva della falsità nella relazione fin dal 2002, perché il militare l'aveva già ammessa. "Nonostante fossero dati noti - ha detto l'avvocato Piero Milio - la Procura non ha mai iscritto Damiano nel registro degli indagati, quindi resta un teste". Tesi accolta dal tribunale che ha ordinato la prosecuzione dell'esame a cui, però, il pm a quel punto ha rinunciato. [Informazioni tratte da Ansa]

11 novembre 2009
Condividi:
SENNHEISER HD418 SENNHEISER HD418

SENNHEISER HD418 SENNHEISER HD418

Amplificatori per strumenti musicali
55,00 €
PORTA A LIBRO
SPECCHI COPPIA VESPA PX PIAGGIO ORIGINAL PX/STAR

SPECCHI COPPIA VESPA PX PIAGGIO ORIGINAL PX/STAR

Specchietti retrovisori per veicoli
proposto da Lombardomoto srl
30,00 €
Penna a scatto -  Promozionale

Penna a scatto - Promozionale

Set di penne e matite
0,19 €
ALZAVETRI ELETTRICO ALFA 33 4P ANTERIORE DESTRO  POLITECNICA 80

ALZAVETRI ELETTRICO ALFA 33 4P ANTERIORE DESTRO POLITECNICA 80

Parti finestrini elettrici
65,88 € 109,80 €
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Offerte & Promozioni

AUTUMN IN SICILY - ETNA
Mosaico su rete 30x30
CARGLASS RAVANUSA

CARGLASS RAVANUSA

Vetri e cristalli per veicoli - riparazione e sostituzione
Biocamino per interno
CARGLASS LUCCA SICULA CARGLASS VILLAFRANCA SICULA

CARGLASS LUCCA SICULA CARGLASS VILLAFRANCA SICULA

Vetri e cristalli per veicoli - riparazione e sostituzione

Aziende consigliate