Come ogni anno ad Harvard sono stati assegnati gli IGNobel per le ricerche più pazze e... inutili

Assegnati ad Harvard i premi IGNobel 2006
di Franco Foresta Martin (Corriere.it)

E dopo i premi Nobel, tornano anche quelli IGNobel, ironicamente dedicati alle ricerche più strampalate. Sono stati assegnati come di consueto in una cerimonia molto poco solenne, nell'aula magna dell'Università di Harvard (Massachusetts).
Non c'è che dire, gli scienziati vincitori si sono rivelati tutti dotati di grande senso dell'humor: ognuno di essi ha ritirato il proprio IGNobel fra battute di spirito e incontenibili risate della platea, senza fare una piega.

Ben dieci le discipline premiate. Nell'ambito scientifico, fra i più applauditi, i matematici australiani Svenson e Barnes per avere calcolato il numero di scatti necessario affinché in una foto di gruppo nessuno venga con gli occhi chiusi; gli ornitologi californinani Schwab e May per avere scoperto il gene che evita al picchio di avere il mal di testa; i biologi Knols e Jong i quali hanno accertato che la zanzare della malaria sono attratte in egual misura dall'odore dei piedi e dal quello del formaggio di vacca Limburger. Ai limiti della decenza la motivazione dell'IGNobel alla Medicina, assegnato ai ricercatori Fesmire (Tennessee) e Odhe (Haifa), per avere sperimentato un rimedio contro il singhiozzo persistente, consistente in un massaggio digito-rettale.
Un trionfo pure per l'inglese Howard Stapleton che ha messo a punto un'apparecchiatura elettronica che emette un sibilo ultrasonico efficace a tenere lontani gli adolescenti fastidiosi. Ma in questo caso non si è capito bene perché gli sia stato assegnato l'IGNobel per la Pace. Anche la Letteratura ha avuto il suo IGNobel, attribuito quest'anno a uno studio dell’americano Daniel Oppenheimer sull'abuso erudito delle parole troppo lunghe.

Gli IGNobel non comportano premi di sorta e neppure il rimborso-viaggio: tuttavia i premiati si sono egualmente presentati a Harvard a proprie spese per la soddisfazione di vedersi assegnato l'ambito titolo.

I vincitori degli IGNbel 2006
Ornitologia:
Ivan R. Schwab, dell'Università della California a Davis, e Philip R.A. May, dell'Università della California a Los Angeles, per aver spiegato perché i picchi non soffrono di emicrania.
Nutrizione: Wasmia Al-Houty della Kuwait University e Faten Al-Mussalam della Kuwait Environment Public Authority, per aver dimostrato che lo scarabeo stercorario è piuttosto schizzinoso nell'alimentazione.
Pace: Howard Stapleton (Merthyr Tydfil, Galles), per avere inventato un'apparecchiatura che emette suoni fastidiosi per l'orecchio degli adolescenti, ma non udibili dalle persone adulte. E poi per aver realizzato con lo stesso sistema delle suonerie per cellulari udibili dagli studenti ma non dai professori.
Acustica: D. Lynn Halpern (Harvard Vanguard Medical Associates) e colleghi (Brandeis University e Northwestern University), per avere condotto esperimenti per comprendere perché la maggioranza delle persone non sopporta il rumore delle unghie sulla lavagna.
Matematica: Nic Svenson e Piers Barnes (Australian Commonwealth Scientific and Research Organization), per aver calcolato il numero di scatti necessari per assicurarsi (o quasi) che nessuna delle persone immortalata in una fotografia di gruppo abbia gli occhi chiusi.
Letteratura: Daniel Oppenheimer (Princeton University), per il suo studio sulle conseguenze dell'utilizzo di un linguaggio erudito indipendentemente dalla necessità: problemi legati all'abuso di parole lunghe.
Medicina: Francis M. Fesmire (University of Tennessee College of Medicine) e Majed Odeh, Harry Bassan, Arie Oliven (Bnai Zion Medical Center di Haifa), per gli studi sulla interruzione del singhiozzo intrattabile con digitomassaggio rettale.
Fisica: Basile Audoly e Sebastien Neukirch (Università Pierre et Marie Curie di Parigi), per lo studio sulle ragioni per cui, spezzando una manciata di spaghetti secchi, questi si rompono in più di due pezzi.
Chimica: Antonio Mulet e colleghi (Università di Valencia, Spagna), e Carmen Rosselló (Università delle Isole Baleari, Spagna), per lo studio sulla «velocità ultrasonica nel formaggio cheddar a pasta dura in relazione alla temperatura».
Biologia: Bart Knols (Wageningen Agricultural University, Paesi Bassi e International Atomic Energy Agency) e Ruurd de Jong (Wageningen Agricultural University) per aver dimostrato che la zanzara Anopheles gambiae è attratta allo stesso mpdo dall'odore dei piedi umani e del formaggio tipo limburger.

- Il meglio di quindici anni di premi IGNobel

- www.ignobel.com

10 ottobre 2006
Condividi:
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Offerte & Promozioni

grimac palermo

grimac palermo

Depurazione e trattamento delle acque - impianti ed apparecchi
proposto da H2O
Autoglass Cattolica Eraclea

Autoglass Cattolica Eraclea

Vetri e cristalli per veicoli - riparazione e sostituzione
Sorteggio di Natale 2018

Sorteggio di Natale 2018

Eventi e manifestazioni - organizzazione
RIPARAZIONE CRISTALLI AGRIGENTO

RIPARAZIONE CRISTALLI AGRIGENTO

Carrozzerie autoveicoli industriali e speciali
Tozzetti 15x15 Marazzi

Tozzetti 15x15 Marazzi

Arredamenti ed architettura d'interni

Aziende consigliate