Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Dopo il restauro torna a Mazara il ''Satiro danzante''

Contenuti Sponsorizzati
Camera tripla

Camera tripla

108,00 € 120,00 €
Recupero Extreme Ethic Sport

Recupero Extreme Ethic Sport

21,60 € 24,00 €
Impianti di Climatizzazione
Centrale convenzionale di rilevazione fumi a 4 zone Antincendio URMET 1043/424
Biofeedback (Riabilitazione del pavimento pelvico)
Dopo i lunghi lavori di restauro condotti dall'Istituto Centrale per il Restauro di Roma, la splendida statua bronzea, ripescata nelle acque di Mazara del Vallo, viene riconsegnata alla città.

La statua rappresenta un satiro danzatore, ovvero una figura mitologica greca, che faceva parte del corteo orgiastico dionisiaco. Il bronzo alto circa 2.50 metri, si presenta dalle forme piuttosto raffinate ed eleganti.

La sua posizione sembra richiamare un movimento di danza., infatti,la torsione del busto, la testa reclinata e i capelli quasi accarezzati dal vento enfatizzano il movimento della danza nello stato di ebbrezza divina.

L'opera, potrebbe essere un originale di età ellenistica, datato tra la fine del IV e il III sec. a.C., oppure una replica più tarda realizzata tra il II e la fine del I sec. a.C.
Infatti da un punto di vista stilistico e formale, sembra molto vicino ad opere pergamene della fine dei IV secolo a.C. mentre dall'altro, richiama alcuni bronzetti tardo-ellenistici che raffigurano satiri e menadi rappresentati in atto di danzare e ascrivibili fra la fine dei III e il II secolo a. C.

Il suo restauro ha richiesto i più sofisticati mezzi scientifici dei laboratori dell'ICR, che dal 1998, ha provveduto alla sua conservazione, mettendo a punto un accurato studio sulle caratteristiche morfologiche della scultura, dei varie processi di deterioramento e dello stato meccanico strutturale di essa.

Nelle operazioni di restauro è stato impegnato il nucleo d'interventi archeologici subacquei, i quali si sono avvalsi di processi di scansione laser e ricostruzione tridimensionale per risalire all'aspetto originale.

Terminata la ricostituzione, il Satiro viene esposto nella quattrocentesca chiesa di Sant'Egidio, nella quale sarà allestita una sala espositiva e dove troveranno posto i vari reperti rinvenuti nei fondali del mare mazarese.

Fonte: DionysosMagazine

9 gennaio 2002
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Camera tripla

Camera tripla

108,00 € 120,00 €
Recupero Extreme Ethic Sport

Recupero Extreme Ethic Sport

21,60 € 24,00 €
Impianti di Climatizzazione
Centrale convenzionale di rilevazione fumi a 4 zone Antincendio URMET 1043/424
Biofeedback (Riabilitazione del pavimento pelvico)
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

MARMI E LAPIDI
Sconto in fattura del 50%

Sconto in fattura del 50%

Offerta valida fino al 30/12/2021
Capezzale in vetro playcolour

Capezzale in vetro playcolour

01/08/2021 al 30/12/2021
Cambia le porte e le paghi la metà

Cambia le porte e le paghi la metà

Offerta valida fino al 31/07/2021

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE