Düsseldorf si presenta a Palermo in occasione di Manifesta 12

Düsseldorf si presenta a Palermo in occasione di Manifesta 12

Il capoluogo siciliano celebra la città tedesca, con la quale è gemellato dal 2015

Düsseldorf si presenta, a Palermo: venerdì 21 e sabato 22 settembre, nell'ambito della biennale d'arte contemporanea "Manifesta 12", il capoluogo siciliano celebra la città tedesca, con la quale è gemellato dal 2015, offrendone uno spaccato tra arte contemporanea e interrogativi sociali.

Opera di Katharina Sieverding

Sabato, 22 settembre, i sindaci delle due città Leoluca Orlando e Thomas Geisel saranno presenti alle 11 per un saluto ufficiale all'Haus del Kunst, Cantieri Culturali alla Zisa, dove è ospitata la mostra "Katharina Sieverding: Am falschen Ort" (16 giugno - 4 novembre 2018), dedicata all'artista Katharina Sieverding.

I graffiti nel sottopassaggio della Worringer Platz - Düsseldorf

Il secondo progetto al centro delle due giornate unisce graffitismo e virtual reality presentando un luogo di Düsseldorf assurto a simbolo: la Worringer Platz. Nel 1994 nel capoluogo della Renania Settentrionale Vestfalia – avamposto, come Parigi, Londra e Amsterdam, della Street Art - vennero invitati ad esprimersi nei vasti spazi del sottopassaggio della Worringer Platz numerosi esponenti di questa avanguardia urbana, in molti luoghi all'epoca ancora in larga parte poco compresa e accettata. Il sottopassaggio venne poi, per questione di sicurezza, completamente chiuso - e lo è ancora.

I graffiti del sottopassaggio della Worringer Platz

Oggi, grazie a uno straordinario lavoro di tecnologia, con gli occhiali VR si può virtualmente entrare, a 360 gradi e con la suggestione di suoni, luci e proiezioni, nei sotterranei della Worringer Platz, dove tutto è straordinariamente conservato, anno 1994. L'esperienza in virtual reality, presentata a gennaio in anteprima proprio a Düsseldorf, replica il 21 e 22 settembre a Palermo.

Uno dei tanti graffiti del sottopassaggio della Worringer Platz

"Questo lavoro unisce in maniera creativa e completa due punti di forza distintivi di Düsseldorf: da un lato i graffiti recuperati sono un simbolo di una vivace cultura alternativa, che ricopre un ruolo sempre più importante nella percezione culturale del capoluogo. Dall'altro questa realizzazione è un esempio dell'alto grado di digitalizzazione di Düsseldorf" ha commentato il sindaco della città, Thomas Geisel.

Un tratto della Wehrhahn-Linie di Düsseldorf

A Düsseldorf l'espressione artistica underground non si esaurisce, del resto, nel progetto di Worringer Platz. La Wehrhahn-Linie è un tratto della metropolitana della città che riguarda 3,4 chilometri e sei stazioni realizzate in forma artistica. Il progetto, costato 843,6 milioni di euro, ha coinvolto numerosi designer, architetti e artisti, ed è stato inaugurato nel 2016.

Un tratto della Wehrhahn-Linie di Düsseldorf

Ogni giorno la Wehrhahn-Linie permette a migliaia di cittadini di Düsseldorf di immergersi in un mondo di forme, colori e astrazioni in un continuo di geometrie, che trovano in ogni stazione un'identità differente. La specificità della Wehrahn-Linie viene presentata a Palermo insieme al cortometraggio "Exile" della regista Sylvia Borges qui realizzato e incentrato sulla realtà dei migranti economici - un tema che si intreccia ad un leitmotiv di Manifesta 12, così come al lavoro di Katharina Sieverding.

Wim Wenders e Pina Bausch

Altri due appuntamenti arricchiscono, infine, la due giorni palermitana di Düsseldorf: venerdì 21 settembre verrà proiettato il film di Wim Wenders dedicato a un'icona artistica tedesca - Pina Bausch (Pina - balla, balla, altrimenti siamo perduti, alle 18 presso il Goethe Institut).

Una veduta di Düsseldorf

Sabato 22, invece, è prevista la presentazione "PPP Position Palermo Palermo" a cura del Museo Civico Landeshauptstadt Düsseldorf (vicino all'Haus der Kunst, ore 12.45). E per un assaggio anche concreto della realtà della città tedesca, durante la due giorni all'Haus der Kunst verranno serviti l'Altbier - la tipica birra del capoluogo - e piatti tipici della regione, il tutto allietato dalla musica del Jazz-Ensamble Düsseldorf con Peter Weiss e dai siciliani Good Falafel.

17 settembre 2018
Condividi:
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie