Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

I sindacati dicono sì al piano Grifa, ma senza licenziamenti

La proposta di Grifa Spa pe lo stabilimento ex Fiat di Termini Imerese può andar bene solo con il reintegro di tutti gli operai

Contenuti Sponsorizzati
Blefaroplastica
Ponteggio Modulare Frigerio Poker
Manutenzione Gramole / Protoreattore
FENDER ORIGINAL 57/62 STRAT PICKUP SET

Solo con la formula della cessione di ramo d'azienda dello stabilimento e del personale di Fiat e Magneti Marelli potrebbe partire il piano di Grifa a Termini Imerese. Lo hanno reso noto ieri i sindacati al termine dell'incontro al ministero del Lavoro con azienda e rappresentanti dei lavoratori sul piano presentato dalla società, disposta a costruire auto ibride nell'ex fabbrica del Lingotto.
La proposta industriale, illustrata ai sindacati nei giorni scorsi, prevede un investimento di 350 milioni di euro e l'assunzione entro il 2018 di 476 operai su 770 di Fiat e Magneti Marelli, a condizione però di attingere dalle liste di mobilità. Ma sull'ipotesi di un'eventuale licenziamento del personale da riassumere solo in parte, i sindacati avevano detto di no (LEGGI).

Sono 1.100 le tute blu di Fiat e dell'indotto in cig in deroga fino al 31 dicembre, ma senza soluzioni industriali dal 14 ottobre il Lingotto potrebbe avviare le procedure di licenziamento collettivo.
"Per far partire il piano - dice il segretario provinciale della Uilm Vincenzo Comella -, Grifa ha chiesto di poter utilizzare la cassa integrazione per ristrutturazione aziendale, dicendo di averne bisogno nella fase di avvio della nuova attività. Ma per il ministero il ricorso agli ammortizzatori sociali non è possibile se il personale viene licenziato, la misura può essere attivata solo in caso di continuità contrattuale e quindi con il passaggio diretto da un gruppo all'altro".

Per la Fiom occorre fare presto. "Non c'è tempo da perdere - dicono Michele Palma e Roberto Mastrosimone dei metalmeccanici della Cgil - e invece si continua a discutere, c'è bisogno di un'accelerata perchè l'unica certezza è che tra due settimane Fiat potrebbe avviare i licenziamenti collettivi. Servono chiarezza e garanzie per tutti gli operai sia per quelli diretti che per l'indotto".

26 settembre 2014
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Blefaroplastica
Ponteggio Modulare Frigerio Poker
Manutenzione Gramole / Protoreattore
FENDER ORIGINAL 57/62 STRAT PICKUP SET
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

CEMENTO TECNOCEM 32,5 IN SACCHI DA KG.25 ITALCEMENTI:

CEMENTO TECNOCEM 32,5 IN SACCHI DA KG.25 ITALCEMENTI:

Offerta valida dal 04/02/2021 al 03/08/2021
COPPIA VASI IN CEMENTO BIANCO

COPPIA VASI IN CEMENTO BIANCO

Offerta valida dal 04/02/2021 al 03/08/2021
KC1 INTONACO DI FONDO A BASE DI CALCE E CEMENTO IN SACCHI DA KG.30:
FOTO CERAMICHE
IGIENIZZAZIONE ABITACOLO: LA PROTEZIONE IN AUTO

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE