Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

I vini di Salemi richiedono il riconoscimento del marchio Doc

Il marchio preserverebbe l'identità dei vini del territorio comunale e di quelli delle zone limitofe

Contenuti Sponsorizzati
Biofeedback (Riabilitazione del pavimento pelvico)
Borsa a tracolla Ferre nera	 FERRE' Linea Bag Man
Presa Schuko Universale Compatibile Plana MAPAM
Vaso vetro H 19 Magnum  trasparente - Sconti per Fioristi e Aziende
Il Comune di Salemi richiede (TP) un riconoscimento ufficiale per i suoi vini e a tale scopo si è fatto promotore di una tavola rotonda che apra un confronto tra agricoltori, aziende vitivinicole, associazioni di categoria ed enti istituzionali. L'obiettivo è ottenere il riconoscimento di un marchio Doc (Denominazione di origine controllata) per la produzione di vini del territorio comunale e di quelli limitrofi.  ''Un marchio di qualità - dice il sindaco Biagio Mastrantoni - creerebbe valore aggiunto, soprattuto per quelle aziende che imbottigliano. La Doc preserverebbe l'identità dei nostri vini. E non è cosa da poco in un mercato che sa fare a meno della trasparenza, ingenerando confusione sull' origine e la bontà dei prodotti. La tutela della Doc sarebbe peraltro, il giusto riconoscimento a vini che già godono degli autorevoli apprezzamenti di enologi ed intenditori italiani e stranieri''.

L'ostacolo principale alla realizzazione dell'ambito progetto è il lungo iter burocratico.  Per usufruire del marchio Doc infatti, secondo la normativa comunitaria e nazionale, i produttori devono richiedere alla Regione Siciliana di fare una serie di accertamenti chimico-fisici ed organolettici  previsti dal regolamento comunitario 823/87. La Regione dovrà inoltre,  fare una relazione tecnica che illustri i fattori naturali e umani che caratterizzano quel vino. Tra i fattori naturali vanno tenuti in considerazione la zona di produzione, la natura dei terreni, l'esposizione e il vitigno; tra quelli umani i sistemi di allevamento, la potatura, la vinificazione e l'invecchiamento.

Se gli organi tecnici della Regione esprimono parere favorevole, la domanda verrà trasmessa al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali ed infine uno speciale decreto del Presidente della Repubblica riconoscerà la Doc e ne sancirà il disciplinare di produzione, infine pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Gli esami analitici ed organolettici devono essere effettuati per tutte le partite di vino e solo dopo averli superati brillantemente potranno fregiarsi dei marchi Doc e Docg (Denominzione di origine controllata e garantita).

23 marzo 2004
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Biofeedback (Riabilitazione del pavimento pelvico)
Borsa a tracolla Ferre nera	 FERRE' Linea Bag Man
Presa Schuko Universale Compatibile Plana MAPAM
Vaso vetro H 19 Magnum  trasparente - Sconti per Fioristi e Aziende
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

FOTO CERAMICHE
I nostri primi Quarant'anni!!!
OFFERTA OLIO MOTUL 300V 15w50 - 20w60  LT.2

OFFERTA OLIO MOTUL 300V 15w50 - 20w60 LT.2

Offerta valida dal 01/10/2021 AL 31/12/2021
MARMI E LAPIDI
Capezzale in vetro playcolour

Capezzale in vetro playcolour

01/08/2021 al 30/12/2021

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE