In nove ospedali siciliani i medici dichiarano guerra alla polmonite

Parte il progetto della Federazione delle associazioni dei dirigenti ospedalieri internisti

Contenuti Sponsorizzati
Allarme polmonite in tutta Italia. Si muore di più e aumentano i malati. Secondo i dati del ministero della Salute, in Sicilia nel 2000 si sono registrati 6.897 ricoveri (6.116 in regime ordinario e 781 in day hospital) con una prevalenza di pazienti maschi (4.292). nella grande maggioranza si trattava di anziani oltre i 65 anni (2.910) molti dei quali sofferenti di più patologie.  A questi ammalati sono da aggiungere tutti quelli trattati a domicilio dal medico di famiglia. Ma la polmonite colpisce anche i bambini fino a 14 anni: 1606 ricoveri.

La malattia uccide in Sicilia 15,5 persone ogni centomila abitanti. ''Si muore di più -spiega salvatore Di Rosa, primario di medicina interna a Villa Sofia e presidente uscente della Fadoi, Federazione delle associazioni dei dirigenti ospedalieri internisti- perché aumentano i soggetti complessi in cui la polmonite rappresenta un evento acuto aggiuntivo. Si tratta di pazienti affetti da più patologie (come diabete, ipertensione, scompenso cardiaco e broncopolmonare) e per questo la polmonite può avere un esito drammatico. Questa tipologia di soggetti è sempre più destinata ad aumentare numericamente, in relazione alla tendenza della nostra popolazione a vivere più a lungo''.

Contro la polmonite, per la prima volta, parte in tutta Italia una guerra lanciata dagli internisti ospedalieri con il progetto messo a punto dalla Fadoi, in collaborazione con la direzione medica di Glaxo Smith Kline (Gsk). In sessanta divisioni di medicina interna italiane si sperimenta una nuova strategia di diagnosi e terapia per migliorare la qualità della vita dei pazienti e limitare i ricoveri ai casi strettamente necessari, con un filtro al pronto soccorso. Il progetto, presentato a margine di un convegno a Palazzo dei Normanni, coinvolge nove ospedali siciliani (Milazzo, Piazza Armerina, Augusta, Termini Imprese, Licata, Barcellona Pozzo di Gotto, Salemi e a Palermo Villa Sofia e Ingrassia).

Lo scopo è quello di migliorare la vita del paziente, evitando ricoveri inutili o troppo lunghi e garantire l'assistenza anche dopo le dimissioni.

Fonte: La Repubblica

18 gennaio 2003
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

Rottamazione

Rottamazione

Offerta Fiera valida fino al 09/06/2019
Vaso sopseso Kerasan Ego

Vaso sopseso Kerasan Ego

OFFERTA VALIDA FINO AL 28/02/19
Vaso corto filo parete New Day

Vaso corto filo parete New Day

OFFERTA VALIDA FINO AL 28/02/19
Oscuramento vetri : pellicole vetri per tutte le auto!
Mobile con asse da stiro integrato

Mobile con asse da stiro integrato

OFFERTA VALIDA FINO AL 28/02/19

Aziende consigliate