Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

L'Esperanza approda a Messina

Greenpeace sbarca nella città dello Stretto per parlare del Ponte e di inquinamento

Contenuti Sponsorizzati
NECK MASSAGER  HX-5880
ZONA NOTTE MISURAEMME LETTO BRIDGE
YAMAHA PACIFICA 112V BLACK
Impianti d'illuminazione per interni ed esterni
Taglio Shampoo e Piega Capelli Donna
Da ieri la nave Esperanza, la nuova e la più grande di Greenpeace - il nome è stato scelto attraverso un concorso d'idee sul web tra i sostenitori dell'Associazione - è ferma nel porto siciliano per una ''due giorni messinese''.

Oggi, alle ore 11.00, a bordo della nave si terrà una conferenza stampa che avrà come tema la costruzione del ponte sullo stretto di Messina.

L'Esperanza, che ha seguito il Vertice della Terra a Johannesburg, è ora impegnata in un tour del Mediterraneo contro l'inquinamento.

Ieri, alcuni attivisti hanno manifestato recandosi all'inceneritore di Pace dove hanno anche prelevato alcuni campioni che saranno poi sottoposti ad approfondite analisi di laboratorio.

L'obiettivo è quello di attirare l'attenzione dell'opinione pubblica sulla necessità di chiudere questi impianti e di favorire delle misure alternative per lo smaltimento dei rifiuti.

I sostenitori dell'associazione affermano che la formazione delle sostanze inquinanti dipende da diversi fattori: la tipologia della composizione chimica del rifiuto, le condizioni di combustione e quelle operative dei sistemi di abbattimento degli inquinanti.

Molti composti emessi da un inceneritore sono così resistenti ai processi naturali di degradazione che si accumulano nei tessuti degli animali trasferendosi da un organismo all'altro, lungo la catena alimentare, fino a giungere all'uomo. Le sostanze emesse per via diretta o indiretta inquinano l'aria, il suolo e le falde acquifere.

Inoltre la loro  resistenza alla degradazione naturale ne determina un progressivo accumulo nell'ambiente. Gli  inceneritori dunque, non eliminano il problema.

La costruzione di un impianto di incenerimento -secondo gli attivisti -  richiede, oltre che un ingente investimento in denaro, diversi anni di lavoro (da 4 a 6) e pertanto non può essere considerata una soluzione all'emergenza per i rifiuti.

12 novembre 2002
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
NECK MASSAGER  HX-5880
ZONA NOTTE MISURAEMME LETTO BRIDGE
YAMAHA PACIFICA 112V BLACK
Impianti d'illuminazione per interni ed esterni
Taglio Shampoo e Piega Capelli Donna
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

VISMARA BENESSERE LETTINO LUMIA  2021
PROMO CARTA DA PARATI

PROMO CARTA DA PARATI

valida fino al 31/12/2021
Mobile bagno azzurra

Mobile bagno azzurra

valida fino al 30/11/2021
MASTER TRAINING LAURA LANZA ACADEMY 2021
OFFERTA CASCO J-R HANS OMP

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE