Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

L'Italia si ferma

Da nord a Sud manifestazioni e cortei per l'articolo 18 e contro la politica del governo sul lavoro

Contenuti Sponsorizzati
Stella di Natale Gigante in velluto - Sconti per Fioristi e Aziende
Ingrassaggio auto d'epoca e Jeep
FENDER LOCKING TUNER CHROME
Stanza Angelica

Stanza Angelica

65,00 €
Dagli ospedali alle poste, dagli aerei alle banche, l'Italia si ferma per lo sciopero generale indetto per oggi, martedì 16.

Alla protesta indetta dai sindacati confederali hanno infatti aderito anche i sindacati autonomi ed alcune associazioni professionali che pure non verrebbero in alcun modo interessate dalle modifiche all'articolo 18, come gli edicolanti.

Assieme a Cgil, Cisl e Uil, incrociano dunque le braccia i sindacati autonomi e di base Orsa (ferrovie), Sincobas, Sulta, Cnl, Ucs, Cub, Cobas, Slai Conbas: non aderiscono il Sindacato Libero-Alleanza e Unionquadri.

A Palermo la concentrazione principale di manifestanti
Cgil, Cisl e Uil contano di portare a Palermo circa 30 mila persone per il corteo di protesta che attraverserà il capoluogo. E' previsto l'arrivo di circa 350 pullman in città, e molte altre persone arriveranno a Palermo da tutta la Sicilia con mezzi privati. Ma non ci saranno solo i lavoratori: la protesta di domani in Sicilia vedrà anche un'ampia partecipazione di studenti, pensionati e anche di alcuni "partecipazioni straordinarie", come quella dell'intero cast della serie tv "Il commissario Montalbano" e dei dipendenti dell'Ars, che da circa 20 anni non scioperavano.

Secondo le previsioni dei sindacati si fermeranno per l'intera giornata i petrolchimici di Gela e Priolo, i cantieri navali di Palermo, la Fiat di Termini Imerese, la raffineria di Milazzo, la St Microelectronics di Catania, gli uffici pubblici.
I servizi pubblici parteciperanno allo sciopero con le modalità previste dalla legge, cioè garantendo i livelli essenziali.

Oltre a protestare contro la modifica dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, i sindacati contestano al governo anche le politiche fiscali (in particolare la riforma sulla decontribuzione) e la scarsa attenzione per il Mezzogiorno. Indice puntato anche contro le politiche in tema di scuola e sanità.

Ecco le modalità di sciopero per i vari comparti.

- AEREI. Fermi dalle 10.00 alle 18.00. Per il personale preposto a garantire i servizi minimi è previsto un cartellino che testimonia la condivisione dell'iniziativa sindacale. Aderiscono allo sciopero anche i controllori di volo e i vigili del fuoco addetti ai servizi aeroportuali di Cgil,Cisl e Uil. I piloti aderenti all'Anpac decideranno autonomamente se aderire o meno. Alitalia ha cancellato 271 voli su 374 previsti.

- FERROVIE. Uffici: blocco dell'intera prestazione lavorativa. Addetti alla circolazione treni: dalle 09.00 alle 17.00 (esclusi quelli che devono effettuare i servizi garantiti, anche loro con il cartellino di adesione allo sciopero). Sono garantiti 170 treni sui 323 previsti dall'orario. Trenitalia invita i viaggiatori a verificare la regolare partenza del treno scelto prima di recarsi alle stazioni di partenza (consultare il sito trenitalia.com o telefonare all' 8488-88088).

- POSTE. I lavoratori scioperano per l'intera giornata ma sono garantiti i servizi di accettazione e trasmissione telegrammi e telefax e l'accettazione di Raccomandate e Assicurate. Il pagamento delle pensioni in scadenza è anticipato a lunedì 15.

- BANCHE. Sciopero per l'intera giornata, con anticipo alle 17.00 del 15 aprile per i turni dei centri servizi e dei servizi informatici ed internet che avrebbero preso servizio dopo le 17.00 del 16. Lo sciopero riguarda anche i dipendenti della Banca d'Italia, che dunque prevede disservizi nelle attività di sportello, con possibili riflessi sull'operatività anche nelle prime ore del 17 aprile.

- SANITA' PUBBLICA E PRIVATA. Intera giornata o 8 ore per ogni turno, con garanzia dei servizi minimi essenziali come pronto soccorso, assistenza minima ai malati, interventi chirurgici d'urgenza.

- ELETTRICITA'-GAS-ACQUA. Lo sciopero è previsto per l'intera giornata: garantite le prestazioni minime indispensabili. Fermi call center e centralini.

- TELECOMUNICAZIONI. Telecom avverte che potrebbero verificarsi disagi limitati per la clientela.- INPS. Sciopero per l'intera giornata: l'Istituto annuncia quindi che potranno verificarsi disagi negli uffici.

- SCUOLA E PUBBLICO IMPIEGO. Intera giornata o 8 ore per turno. Laddove previsti sono garantiti servizi minimi.

- VIGILI DEL FUOCO. Intera giornata o 8 ore per turno con garanzia dei servizi minimi.

- COMMERCIO, INDUSTRIA, AGRICOLTURA, SERVIZI:intera giornata o 8 ore per turno. Dove previsti, sono garantiti servizi minimi.

- ANAS. Intera giornata lavorativa per ciascun turno di lavoroGarantiti i servizi indispensabili.

- AUTOSTRADE. 8 ore per turno. Sulla rete gestita dalla società Autostrade potranno verificarsi disfunzioni ai caselli, con possibili conseguenti accodamenti. Regolarmente in funzione i sistemi automatici di pagamento. Laddove previsti, saranno garantiti i servizi indispensabili.

- TRASPORTO PUBBLICO LOCALE. Uffici, impianti fissi: interaprestazione lavorativa. Addetti all'esercizio: 8 ore secondo lemodalità che verranno comunicate in ambito locale. Garantite le fasce di prestazioni minime previste dagli accordi.

- RADIO E TELEVISIONE (pubblica e privata). Intera giornata del 16 aprile. Su Rai e Mediaset sono previste finestre informative di non più di 6 minuti nei Tg (e Gr), senza servizi filmati. Le emittenti locali partecipano allo sciopero con modalità concordate localmente.

- GIORNALI: non usciranno 16 aprile. I giornalisti della carta stampata e delle agenzie di stampa scioperano per tutta la giornata del 15 aprile in modo da non consentire l'uscita dei giornali il 16 aprile. Internet fermo il 16. Scioperano anche i sindacati degli edicolanti, pur non essendo direttamente coinvolti dalle modifiche all'articolo 18.

- CINEMA E TEATRI: molti potrebbero essere chiusi.

- MARITTIMI. Per tutto il personale navigante 24 ore dallapartenza nave (salvo le prestazioni indispensabili). La Tirrenia assicura le linee passeggeri e merci Genova-Porto Torres (e viceversa); Civitavecchia-Cagliari (e viceversa); Civitavecchia -Olbia (e viceversa) e Genova-Cagliari (solo merci). I marittimi delle Ferrovie dello Stato scioperano dalle 9 ale 17.

- NOLEGGIO E TURISMO, SOCCORSO STRADALE, AUTOSCUOLE, TRASPORTI FUNEBRI. Le modalità saranno definite e comunicata localmente. Garantite fasce di prestazioni minime.

- TRASPORTO MERCI. 8 ore per turno. Autisti 24 ore dalle 00.00 alle 24.00. Saranno garantite le prestazioni indispensabili.

Fonte: GdS - La Sicilia

16 aprile 2002
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Stella di Natale Gigante in velluto - Sconti per Fioristi e Aziende
Ingrassaggio auto d'epoca e Jeep
FENDER LOCKING TUNER CHROME
Stanza Angelica

Stanza Angelica

65,00 €
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

FINANZIAMENTI  A  FONDO  PERDUTO  2021
Capezzale in vetro playcolour

Capezzale in vetro playcolour

01/08/2021 al 30/12/2021
OFFERTA OLIO BARDAHL XTR C60 RACING 39.67 ( 10W60 - 20W60)

OFFERTA OLIO BARDAHL XTR C60 RACING 39.67 ( 10W60 - 20W60)

Offerta valida dal 01/10/2021 AL 31/12/2021
Lavabo da appoggio

Lavabo da appoggio

Offerta valida dal 01/01/2021 al 31/12/2021

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE