Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
La barca di luce di Domenico Pellegrino approda al BookCulture del museo RISO

La barca di luce di Domenico Pellegrino approda al BookCulture del museo RISO

L'opera, "I'm The Island", come un faro esposto in vetrina, promette: "Torneremo presto"

Contenuti Sponsorizzati
Bilanciere in ferro battuto con piatti in ceramica  Laura Buzzetta Ceramica
Pannello Madonna del Lume di Porticello
Apotiche vaso elegante altezza 36 cm Laura Buzzetta ceramica arredo
Impegni per il sociale
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Una barca di luce, un faro che si accende in vetrina e promette di traghettare la città verso lidi più sicuri: "I'm The Island" è l'opera di Domenico Pellegrino che da pochi giorni occupa lo showcase del Museo RISO, aperto sulla strada.

Al RISO - Museo d'arte moderna e contemporanea, lo scorso ottobre era stato inaugurato il "BookCulture", innovativo concept di bookshop museale, ideato da CoopCulture. "Un museo sulla strada, sempre aperto, vetrine sulla città che vogliono idealmente tenere unito quel legame tra il passante e RISO - spiega il direttore del Museo, Luigi Biondo -. Dal vetro trasparente del BookCulture fa capolino adesso la barca colorata ed illuminata Domenico Pellegrino. Un'opera dalla spiccata identità iconografica che vuole essere una bandiera per indomiti guerrieri della luce. Torneremo presto".

Domenico Pellegrino

"Il BookCulture di RISO, come gli altri aperti nei siti culturali, si era candidato a hub creativo, biglietto da visita del museo che incuriosisce il visitatore - aggiunge il direttore di CoopCulture, Letizia Casuccio - In attesa di poter accogliere nuovamente il pubblico, presentiamo un'opera simbolica che fa pensare alla rinascita, alla ripartenza".

L'approdo a Venezia della Barca di Luce di Domenico Pellegrino

Per questo motivo è stato deciso di ospitare "I'm The Island", la barca di luce di Domenico Pellegrino, già esposta nel Padiglione del Bangladesh alla 58a Biennale d'arte di Venezia del 2019. Dopo aver navigato tra calli e ponti, la barca di luce aveva raggiunto Palazzo Donà delle Rose; dopo due anni, arriva a Palermo. Un'installazione che sa di viaggio, percorso, ricerca di conoscenza, voglia di vita.

"I'm The Island" di Domenico Pellegrino

E unisce popoli lontani tra loro: Pellegrino ha lavorato sul modello delle imbarcazioni tipiche bengalesi, barche in legno scuro che scivolano sul fango di un Paese che si vede inghiottire dall'acqua; ha raccolto e annodato un filo che lo conduce in Sicilia, all'antica famiglia catanese dei Rodolico, i maestri d'ascia citati nei Malavoglia, a cui ha affidato la costruzione dello scafo. Le luminarie - elemento scenografico riconoscibile nel lavoro di Pellegrino - attingono a decori bengalesi, presi a prestito dalla natura, riscritti e ridisegnati attraverso la cultura siciliana.

9 aprile 2021
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Bilanciere in ferro battuto con piatti in ceramica  Laura Buzzetta Ceramica
Pannello Madonna del Lume di Porticello
Apotiche vaso elegante altezza 36 cm Laura Buzzetta ceramica arredo
Impegni per il sociale
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE