Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

La cenere dell'Etna oscura l'area intorno allo Stretto di Messina

Nella mattinata di giovedì l'aeroporto di Reggio Calabria è stato chiuso al traffico

Contenuti Sponsorizzati
La cenere eruttata dall'Etna nelle passate settimane sta oscurando l'area attorno allo stretto di Messina.
Nella mattinata di giovedì l'aeroporto di Reggio Calabria è stato chiuso al traffico.

A rischio anche il match di andata degli ottavi di Coppa Italia tra Reggina e Juventus: lo stadio Granillo, che ospita le gare casalinghe degli 'amaranto', è infatti ricoperto dalla polvere lavica e già dalla mattinata l'assessore allo sport di Reggio ha mobilitato alcune strutture comunali e due imprese private per ripulire l'impianto e rendere agibili le tribune per l'incontro di stasera. Ma altri sono i problemi che sta fronteggiando la cittadinanza.

La pioggia di cenere lavica, che dura ormai da un mese e si fa particolarmente molesta nei giorni di scirocco, acuisce i problemi di allergia, soprattutto nei bambini e nelle persone affette da problemi respiratori. La presenza di polveri sottili sopra la città ha creato una coltre nera che peggiora i suoi effetti con l'aggiunta dei gas di scarico.

La ripresa dell'attività sismica attorno alla Sicilia, la cui conseguenza non è solo il 'risveglio' dell'Etna, ha intanto riportato in auge la querelle sull'isola Ferdinandea, lo scoglio vulcanico che emerse per pochi mesi nel 1831 al largo di Sciacca, paese in provincia di Agrigento. Allora ne rivendicarono la titolarità tanto la corona britannica che la Francia, ma con atto unilaterale Ferdinando di Borbone incluse il lembo di terra nei possedimenti del Regno delle due Sicilie. L'isola si inabissò pochi mesi dopo per fenomeni sismici. Nelle ultime settimane, in seguito al risveglio della crosta terrestre dell'area, lo scoglio si è rialzato di tre metri, portandosi a soli 500 centimetri dal livello del mare.

Fonte: La Sicilia

6 dicembre 2002
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

Nuovi arrivi Goofi Salvadanaio!!!!
Sconto in fattura del 50%

Sconto in fattura del 50%

Offerta valida fino al 30/12/2021
Gift Card

Gift Card

Offerta valida
DISPOSITIVI DI PROTEZIONE COVID 19
PREZZO OFFERTA € 17,50

PREZZO OFFERTA € 17,50

valida fino al 30/11/2021

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE