La promozione dell'olivicoltura nazionale parte dalla Sicilia

La promozione dell'olivicoltura nazionale parte dalla Sicilia

A Chiaramonte Gulfi la presentazione del progetto di promozione per l'olivicoltura italiana e siciliana

Chiaramonte Gulfi accoglie oggi, giovedì 21 settembre 2017, il vice ministro alle Politiche Agricole e Forestali, Andrea Olivero, per discutere del futuro dell'olivicoltura italiana nell'ottica della sua promozione in tutto il territorio nazionale.
Oggi e domani il Comune montano ospiterà infatti la conferenza "Un progetto di promozione per l'olivicoltura italiana e siciliana" promossa dall'Associazione Nazionale Città dell'Olio in sinergia con il comune di Chiaramonte Gulfi, il cui sindaco Sebastiano Gurrieri, è coordinatore per la Sicilia. Parte proprio dalla Sicilia quindi, ed in particolare da Chiaramonte Gulfi, stimata per la produzione di Olio Extra Vergine di Oliva DOP Monti Iblei, la diffusione del progetto dell'Associazione Nazionale Città dell'Olio che punta a sviluppare, dal prossimo gennaio, un programma pluriennale per la valorizzazione dell'olivicoltura italiana, con il coinvolgimento di tutte le regioni.

"Un progetto di promozione dell'olivicoltura italiana che l'Associazione Nazionale Città dell'Olio e il Ministero vogliono portare avanti a partire da gennaio 2018 - spiega Antonio Balenzano direttore delle Città dell'Olio - Prevedrà una promozione a 360° con attività che coinvolgeranno il mondo della ristorazione, delle scuole, il mondo scientifico e politico. Un programma che parte dalla Sicilia, terra nota per la sua produzione di olio di qualità, e che sarà affinato in base alle peculiarità delle varie regioni che nel corso dei mesi andrà a coinvolgere per una valorizzazione completa delle eccellenze italiane".

"In un contesto regionale e nazionale che richiede una maggiore capacità produttiva e una migliore organizzazione commerciale ma anche la valorizzazione dell'ambiente e delle varietà olivicole legate all'identità territoriale - spiega il sindaco di Chiaramonte Gulfi, Sebastiano Gurrieri - si lavora alla creazione di un sistema di valori che tenga conto di tutti gli attori della filiera olivicola. Un settore prospero di potenzialità, qualità e produzione sarà la chiave vincente per una "rivoluzione" necessaria in un progetto che propone di espandersi in altre Regioni italiane".

- www.comune.chiaramonte-gulfi.gov.it

21 settembre 2017
Condividi:
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Aziende consigliate