La top-model bella... piena di cocaina. Arrestata all'aeroporto di Catania, aveva in corpo un chilo di droga

Contenuti Sponsorizzati
PORTE SCORREVOLI CATANIA
Tegola canadese  TEGOLA CANADESE MASTER COPPO
MARTIN D28 2017 REIMAGINED AMPLIFICATA
lana di roccia ROCKWOOL

Bella, veramente bella. Bella come una fotomodella... solo che non si diventa subito ricchi entrando nel magico mondo della moda. Qualcuna deve lavorare sodo e i guadagni guadagnati non corrispondono mai a quelli sognati. E allora che fare? Un secondo lavoro! Si ma quale? Ce ne vorrebbe uno semplice, magari un po' rischioso, dove si guadagni un bel pacco di soldi.
Tali connotati ce li ha solo un lavoro illegale... però se si fa solo una volta... magari due...

Mercedes Julissa Bianela Brito, fotomodella 24enne, originaria di Santo Domingo con passaporto olandese, è stata bloccata ieri dalla Guardia di Finanza al suo arrivo da Bruxelles all'aeroporto catanese di Fontanarossa: nel suo corpo erano presenti 98 ovuli contenenti oltre 1,2 chilogrammi di cocaina purissima. La droga precedentemente ingoiata dalla donna, dalla quale si sarebbero potuti ricavare 20 mila dosi da vendere al dettaglio, avrebbe avuto un valore complessivo di oltre 1,2 milioni di euro.
La giovane donna, nota per alcune campagne pubblicitarie industriali, è stata bloccata al suo arrivo da Bruxelles e condotta nell'ospedale Garibaldi. Lì è stata sottoposta ad accertamenti clinici, ma le sue condizioni di salute sono giudicate buone dai medici. Terrorizzata per le conseguenze dell'eventuale rottura degli ovuli, è rimasta per ore sotto shock.

La fotomodella sta adesso collaborando con gli investigatori per accertare a chi fosse destinata la droga. Per il suo incarico di corriere la fotomodella avrebbe ricevuto in cambio 4 mila euro. A spingerla a compiere il gesto, inoltre, sarebbe stata la promessa di un ''aiuto'' a sfondare nel mondo della moda. La fotomodella ha rivelato, tra l'altro, di avere bisogno di soldi per motivi familiari.
Agli investigatori che, secondo indiscrezioni erano sulle sue tracce da settimane, la ragazza ha raccontato di non sapere a chi fosse destinata la cocaina e di essere rimasta d'accordo con chi gliel'aveva ceduta che sarebbe stata contattata a Catania dagli acquirenti. I magistrati, visto il valore e la quantità dello stupefacente, sono convinti che dietro al traffico ci sia la criminalità organizzata.

 

 

 

27 dicembre 2006
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
PORTE SCORREVOLI CATANIA
Tegola canadese  TEGOLA CANADESE MASTER COPPO
MARTIN D28 2017 REIMAGINED AMPLIFICATA
lana di roccia ROCKWOOL
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

Parabrezza scheggiato? Per la SOSTITUZIONE VETRI  AUTO AGRIGENTO c’è Turone!
Egena cabina doccia

Egena cabina doccia

OFFERTA VALIDA FINO AL 28/02/19
TURONE PARABREZZA DA RIPARARE AGRIGENTO

TURONE PARABREZZA DA RIPARARE AGRIGENTO

Offerta valida dal 14/04/2016 al 12/04/2017
TURONE- PELLICOLE PER AUTO AGRIGENTO- PELLICOLA CARROZZERIA AUTO

TURONE- PELLICOLE PER AUTO AGRIGENTO- PELLICOLA CARROZZERIA AUTO

Offerta valida dal 14/04/2016 al 12/04/2017
VETROCAR VETROBUS VETROTIR AGRIGENTO ARAGONA DISPONIBILITA? DI CRISTALLI PER QUALSIASI VEICOLO!

Aziende consigliate