Nel circuito francese di Magny-Cours Michael Schumacher conquista la vittoria n.79 in F.1

Schumi e la Ferrari sempre più padroni della stagione automobilistica 2004

Contenuti Sponsorizzati
Orzo stabilizzato  baffo verde
Scultura in porcellana spagnola  Nao by Lladro Il legame piu' forte
MOBILI BAGNO IN LEGNO MODICA
Tulle a blonda H 280   x 25 metri da 35 danari

MAGNY-COURS (Francia), 4 luglio 2004 
La settima vittoria in Francia lo lancia verso il settimo titolo iridato in modo pressoché definitivo. Michael Schumacher e la Ferrari sono ormai sempre più padroni di una stagione che, pur essendo più lunga, a metà cammino è ormai già finita. Oggi (ieri) il tedesco si è perfino permesso il lusso di battere un ottimo Fernando Alonso con una strategia di quattro soste rispetto alle tre dello spagnolo della Renault. Ben poco da aggiungere di fronte alla superiorità tecnica e tattica del team di Maranello. Che vince anche passando più tempo ai box...
E, pur essendo stata una gara al solito piuttosto noiosa, la Ferrari ha completato il trionfo con il podio di Rubens Barrichello, autore di uno splendido sorpasso ai danni di Jarno Trulli proprio prima dell'ultima curva. Persino l'unica emozione della gara è targata Ferrari, l'ennesimo trionfo totale. In zona punti anche la Bar di Jenson Button, le McLaren di David Coulthard e Kimi Raikkonen, la Williams di Juan Pablo Montoya. Gli altri italiani: Giancarlo Fisichella 12°, Giorgio Pantano 17° e Gianmaria Bruni 18°.

Il GP, nel senso della competizione, è durato sostanzialmente 32 giri. E cioè le tornate in cui è rimasto in testa Alonso. Lo spagnolo è scattato benissimo dalla pole e ha guidato con diligenza la corsa senza sbavature inseguito da vicino dal tedesco della Ferrari. La corsa si è decisa sulle quattro soste del tedesco e sulle tre di Alonso. La graduatoria non è cambiata dopo la prima. Lo spagnolo è rimasto fuori tre giri in più rispetto a Schumi e dopo il pit-stop del 13° passaggio ha continuato in testa. Corsa senza emozioni fino al 29° giro e la Ferrari è nuovamente tornata ai box. Qui forse la Renault non è stata impeccabile: invece che fare un solo giro fuori e marcare il tedesco rientrando subito dopo, Alonso ha aspettato ancora tre giri ma con una posteriore sinistra un po' troppo usurata. E dopo il cambio gomme del 32° giro Schumi è passato al comando.

Non c'è la controprova, ma forse il team francese avrebbe dovuto fare diversamente. La terza sosta non ha cambiato nulla e sancito la vittoria Ferrari perché Michael ha tenuto la testa, ha guadagnato quella ventina di secondi per una quarta sosta agevole e ha effettuato l'ultimo pit-stop con un buon margine di sicurezza per la vittoria. Per il resto da segnalare l'arrivo al traguardo, per di più a punti, di entrambe le nuove McLaren (di questi tempi fa notizia), e l'ottavo posto di Juan Pablo Montoya: il colombiano è stato pure autore di un testacoda in rettilineo e di un altro lungo che ha evidenziato problemi tecnici alla monoposto. La zona punti è stata quasi una vittoria. Marc Genè ha invece chiuso decimo. Domenica prossima appuntamento a Silverstone.
 
Fonte: Gazzetta.it

5 luglio 2004
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Orzo stabilizzato  baffo verde
Scultura in porcellana spagnola  Nao by Lladro Il legame piu' forte
MOBILI BAGNO IN LEGNO MODICA
Tulle a blonda H 280   x 25 metri da 35 danari
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

Carglass Gibellina
Autoglass Santa Elisabetta
Pellicole Oscuranti Agrigento: pellicole per tutti i vetri auto
Un'estate esclusiva

Un'estate esclusiva

luglio 2018
MANGO OSTEEN OFFERTA € 20.00

MANGO OSTEEN OFFERTA € 20.00

Offerta valida dal 30/01/2019 al 15/03/2019

Aziende consigliate