Palermo, ecco come cambierà il traffico per il Papa

Palermo, ecco come cambierà il traffico per il Papa

Città blindata. Chi ha diritto al parcheggio nella zona blu interdetta alle auto potrà posteggiare nelle vie vicine

[Articolo di Tullio Filippone - Repubblica/Palermo.it] - Si avvicina la visita di Papa Francesco e la città blindata si prepara a un weekend con il traffico rivoluzionato nella porzione che sarà attraversata dal Pontefice il 15 settembre: dal centro storico al Politeama, nel lungomare da via Piano Ucciardone fino a via Messina Marine e poi da via Tiro a Segno a Brancaccio.

Nell'ampia zona, i divieti di sosta con rimozione forzata scatteranno già dalle 24 di mercoledì 12 settembre per restare in vigore fino alle 19 di sabato 15, e comunque "sino a cessate esigenze". E saranno validi anche per i primi venti metri delle vie limitrofe. Ma i titolari dei pass delle zone blu nell'area del divieto di sosta potranno posteggiare gratuitamente nelle vie vicine, "esponendo in modo ben visibile il pass sul parabrezza".

La chiusura al traffico, invece, scatterà alle 6:00 del mattino del 15 settembre fino a cessate esigenze e interesserà l'asse che va da via piano dell'Ucciardone sino a via Messina Marine, passando per via Crispi, la Cala e il Foro Italico. Zona rossa anche da via Lincoln a via Ruggiero Settimo, compresa via Roma, sino a via Cavour, via Vittorio Emanuele, corso Alberto Amedeo, piazza Vittorio Emanuele Orlando, il primo tratto di via Dante e un tratto di via Libertà e zone limitrofe. Divieti anche nella zona tra corso dei Mille e Brancaccio, dove il Papa visiterà i luoghi legati alla memoria di padre Pino Puglisi.
L'Amat, per quei giorni, varerà un biglietto unico, il primo a banda magnetica: la grafica è già pronta, poi sarà sostituito dal solo logo dell'azienda.

La macchina che garantirà la sicurezza della manifestazione si avvarrà del dispiegamento di almeno duemila uomini, tra poliziotti, carabinieri, agenti della guardia di finanza, vigili del fuoco e agenti della polizia municipale.

In questi giorni la Digos e gli agenti di polizia hanno passato al setaccio tutte le attività commerciali che si trovano lungo il percorso dove transiterà il corteo papale. E sono stati identificati i titolari e gli impiegati degli esercizi commerciali. I controlli di tutti i punti sensibili della manifestazione continueranno anche durante la visita i controlli in tutti i punti sensibili del percorso.

Nella zona rossa è vietato introdurre oggetti contundenti, lattine, bottiglie di vetro, valigie, bombolette spray, bastoni per selfie e tutto ciò che si può trasformare in un'arma. Lungo il tragitto saranno impiegati anche dei tiratori scelti.

Previsto anche un piano di emergenza sanitaria: sarà attiva la rete del servizio 118, con decine di ambulanze che stazioneranno nell'area aperta al pubblico con gli uomini del 118 e dell'Asp di Palermo e i volontari della Croce Rossa.

11 settembre 2018
Condividi:
EMERGENZA TERREMOTO

EMERGENZA TERREMOTO

Associazioni di volontariato e di solidarietà
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Aziende consigliate