Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Pietro Grasso "prende casa" nel Pd

E' ufficiale: il procuratore nazionale antimafia si candida con i democratici, ma non in Sicilia

Contenuti Sponsorizzati
Deformità di Sprengel
TURONE PARABREZZA ROTTO AGRIGENTO
Servizio fonduta in acciaio inox 10pz Kuchenprofi ST. MORITZ
Pavimenti rivestimenti Nero Nat. SAIME.
Ausili Moto per disabili
3 Paia Fantasmini cotone Bimba AC Junior Art. AC ALESSIA

"Quando il Csm deciderà sulla mia richiesta di dimissioni appenderò la toga al chiodo. Io ho avuto una funziona nazionale e non porterò mai fatti singoli che conosco in politica ma per coerenza ho chiesto di non candidarmi in Sicilia perché per buona parte della mia professione come procuratore ho svolto indagini molto profonde che hanno lasciato il segno anche in politica".
E' la richiesta che Pietro Grasso ha rivolto al segretario Pd Pier Luigi Bersani in vista della sua candidatura alle politiche. Grasso spiega che a suo avviso per lui "il problema della decantazione (tra il lavoro da magistrato e la candidatura, ndr) non esiste perché io ho avuto una funzione nazionale e un'esperienza che mi ha portato ad avere una visione globale".
"Ho sempre detto a tutti coloro che mi chiedevano se sarei mai entrato in politica mai dire mai, non potevo in assoluto escludere una possibilità del genere. Avrei preferito una lista civica nazionale per poter portare idee  progetti e rinnovamento ma il Pd è qualcosa di certo e democraticamente valido, hanno fatto le primarie superando la legge elettorale che tutti dicevano di voler cambiare ma nessuno poi ha cambiato", ha detto ancora l’ex procuratore antimafia, nel corso della conferenza stampa con il segretario del Partito Democratico. Grasso ha detto di aver dato al partito "ampia e piena disponibilità: adesso possiamo intervenire nella politica da tecnici, suggerire cose che sento condivise, con un progetto che va oltre, con una rivoluzione del sistema giustizia".

Il procuratore antimafia ha fatto un'analisi dell'Italia spiegando che "il Paese ha raggiunto il massimo della confusione, per questo c'è bisogno di idee, io sono disponibile e ci sto senza porre nessuna condizione, sono disponibile e basta".
Per Grasso quella del Pd "è la mia casa" e a dimostrazione di questo ha raccontato che "stamattina anche Annarella" l'anziana signora diventata famosa per i suoi commenti politici davanti a Montecitorio "mi ha abbracciato". Entrando nel dettaglio di quello che sarà il suo progetto politico Grasso ha aggiunto "mi si da' la possibilità di portare avanti le idee, su progetti che  riguardano anche  la corruzione, il falso in bilancio, tutte cose che diciamo da anni ma che poi nessuno ha mai realizzato".
"Io potrei restare in magistratura fino al 2020, ma ritengo che il magistrato non debba farsi etichettare dal colore politico. Coerentemente con questo, ho detto a Bersani che la prima cosa che avrei fatto, se avessi deciso di candidarmi, sarebbe stato di dare le dimissioni irrevocabili dall'ordine giudiziario". "Poi - ha aggiunto - forse non tutti sanno che ci vogliono dei tempi tecnici, perché tra l'altro spetta al capo dello Stato esprimersi. Intanto mi sono messo in aspettativa per motivi elettorali". "Io non salgo e non scendo. Mi sposto (in politica, ndr), dopo aver fatto il magistrato per 43 anni. Perché penso che le idee possono camminare sulle spalle di tutti. E possono cambiare il Paese. Qui ho trovato una casa".

"Sono sempre stato uno che ha difeso il lavoro dei magistrati antimafia, ho sempre cercato di unire e non di dividere. Abbiamo bisogno nel Paese di schiene dritte e so che Ingroia è una persona valida. Se dovessi trovarmi in Parlamento con Ingroia, ben venga, non posso che augurarmi di seguire la stessa strada per l'obiettivo di migliorare questo paese", ha aggiunto Grasso.
Visibilmente commosso, infine, ha ricordato che quella di "appendere la toga al chiodo" e fare politica è stata "una decisione radicale della mia vita, sofferta, prima di firmare la domanda di dimissioni mi tremava la mano proprio perché è una scelta di vita, e proprio per questo non sarò più magistrato". Grasso ha poi ringraziato tutti i colleghi e le forze di polizia: "Mi auguro che nel nostro paese le persone di qualsiasi partito politico possano essere d'accordo sui progetti per il paese. L'anniversario della nostra Costituzione deve essere una Costituente per l'Italia".

Piero Grasso "sarà sicuramente capolista ma non è stato ancora deciso in quale circoscrizione" elettorale. Lo ha spiegato Bersani nel corso della conferenza stampa. Esclusa però la Sicilia, così come chiesto dal procuratore.
"Abbiamo scelto di mettere due parole, moralità e lavoro, davanti alla legislatura e la legalità come priorità assoluta per il nostro paese e ho chiesto a Piero Grasso se era possibile darci una mano in questa riscossa: lo ringraziamo e siamo contenti della sua disponibilità", ha detto poi Bersani. "Il senso per noi di questa candidatura - ha sottolineato il segretario del Pd - è che un grande partito come il nostro deve essere un'infrastruttura per la riscossa civica del paese, deve suscitare energie per risolvere problemi cruciali, quindi per noi questa disponibilità di Grasso è una risposta positiva. Le esperienze, le competenze, le professionalità ma anche lo spirito civico, prestare la propria esperienza, vedrete che anche questa prima scelta avrà un seguito, continueremo a lavorare per ospitare nelle nostre liste protagonisti di questa riscossa civica".
Bersani ha infine lanciato una frecciata a distanza a Mario Monti, annunciando che il Pd non candiderà in lista ex ministri del governo tecnico. "Se la politica è nobile, un po' di stile non guasterebbe", ha sibilato Bersani. "Io non criticherò nessuno - ha detto - ma sarò coerente. Mi convenga o no elettoralmente. In questo momento credo che in questo paese la coerenza sia necessaria, costasse anche qualcosa". Nei giorni scorsi erano circolate in particolare voci di possibili candidature dei ministri Renato Balduzzi e Francesco Profumo con il Pd.

[Informazioni tratte da ANSA, Adnkronos/Ign, Repubblica.it, Lasiciliaweb.it]

- Dalle aule dei tribunali a quelle del Parlamento (Guidasicilia.it)

28 dicembre 2012
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Deformità di Sprengel
TURONE PARABREZZA ROTTO AGRIGENTO
Servizio fonduta in acciaio inox 10pz Kuchenprofi ST. MORITZ
Pavimenti rivestimenti Nero Nat. SAIME.
Ausili Moto per disabili
3 Paia Fantasmini cotone Bimba AC Junior Art. AC ALESSIA
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

Pensile 1 anta laccato rosso

Pensile 1 anta laccato rosso

OFFERTA VALIDA FINO AL 31/03/2020
Porta blindata HI-FI Dierre

Porta blindata HI-FI Dierre

Offerta valida dal 01/05/2018 al 31/12/2020
GRES PORCELLANATO 20X120 EFFETTO LEGNO

GRES PORCELLANATO 20X120 EFFETTO LEGNO

DAL 01/07/19 AL 31/12/20
CARGLASS CALTABELLOTTA 
Carglass Ribera

Carglass Ribera

31/12/2018

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE