Potrebbe accadere di nuovo

L'allarme dei geologi: ''L'evento accaduto a Messina potrebbe ripetersi in caso di gravi condizioni metereologiche''

"In Italia è alto il rischio perché c'è il dissesto idrogeologico di gran parte del territorio, ci vuole una svolta, un cambiamento culturale anche da parte della classe politica". A dirlo è stato il presidente regionale dei geologi siciliani Gianvito Graziano durante la conferenza regionale dei geologi che si sta svolgendo a Scaletta Zanclea (ME), alla quale partecipano i referenti degli ordini regionali dei geologi di tutta Italia.
"La Sicilia - ha spiegato Graziano - è undicesima nella triste classifica relativa al rischio idrogeologico. Messina è la provincia che presenta i problemi più gravi, ma ci sono altri 300 comuni a rischio. L'evento che è accaduto a Messina potrebbe ripetersi in caso di gravi condizioni meteorologiche, quindi bisogna agire con accuratezza e il prima possibile". "Esistono delle possibilità - ha sottolineato il presidente dei geologi siciliani - per effettuare nei territori colpiti delle tecniche per la rinaturalizzazione del territorio e la sua messa in sicurezza. Ritengo che i cittadini dopo questi interventi possano tornare nelle loro abitazioni".
Graziano è poi intervenuto sul problema relativo all'abusivismo sostenendo che "bisogna combatterlo, anche se nel caso di Giampilieri e Scaletta non è stato quello il problema, ma la cattiva gestione del territorio". [Il 70% dei comuni siciliani è a rischio frane (Guidasicilia.it, 10/11/09)]

E a quasi due mesi dall'alluvione dell'1 ottobre a Messina, il governatore siciliano Raffaele lombardo e il sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca hanno incontrato l'altro ieri in municipio i commercianti e i residenti delle zone colpite dall'alluvione. "Per le abitazioni dove si potranno momentaneamente sistemare gli alluvionati, abbiamo offerto due possibilità - ha spiegato il primo cittadino peloritano - trovare una sistemazione autonoma, con i contributi che daremo (da 300 a 600 euro), o scegliere alloggi che troveremo e pagheremo noi, cercandoli nelle vicinanze delle zone colpite dal nubifragio". "Faremo un primo bando - ha detto ancora  Buzzanca - per trovare abitazioni nella zona sud. Per quanto riguarda il blocco delle tasse e dei tributi, un ulteriore provvedimento sarà contenuto nell'ordinanza che stiamo mettendo a punto. Abbiamo fatto un protocollo d'intesa con le banche per bloccare il pagamento delle rate dei mutui e dei prestiti. Se qualcuno dovesse verificare che la propria banca non lo rispetta, può rivolgersi a noi che interverremo subito. Lo stesso vale per la luce e telefono, perchè con entrambi i gestori abbiamo fatto un accordo per non far pagare le bollette agli alluvionati".

"Aggiorneremo l'ordinanza per inserire mille euro mensili per il ristoro delle attività produttive colpite dal nubifragio, speriamo di poter dare molto presto questi fondi" ha aggiunto il governatore Lombardo. "Stiamo facendo quanto possibile - ha aggiunto il presidente della Regione - per andare incontro a chi ha attività imprenditoriali, commerciali e agricole. Stiamo mettendo a punto uno studio per la messa in sicurezza del territorio e delle abitazioni: alcune case verranno ricostruite, altre sicuramente no. Abbiamo incontrato gli albergatori ai quali sarà corrisposta parte delle somme loro dovute per avere dato accoglienza agli alluvionati. Se facessimo il confronto con altre realtà emergenziali bisogna sottolineare che stiamo facendo in fretta". "Per quel che riguarda le abitazioni - ha detto ancora Raffaele Lombardo - c'è da individuare il sito dove si possono costruire. Intanto, credo che un'idea sia quella di utilizzare case sfitte per darè ospitalità ai cittadini. Dobbiamo comunque evitare lo spopolamento e dopo la messa in sicurezza vedremo chi potrà tornare nella propria abitazione".
"I fondi ammontano a 80 milioni di euro i primi fondi per l'alluvione di Messina. A questa somma si aggiungeranno i soldi del governo nazionale che dovrebbero essere centinaia di milioni di euro. In linea di massima - ha proseguito Lombardo - la ricostruzione avverrà nei pressi degli stessi territori colpiti, cercheremo anche di ristrutturare le case che erano disabitate e sono in buone condizioni e ne riutilizzeremo altre".
"Convocherò - ha aggiunto infine il governatore - i dirigenti dell'Enel e della Telecom per chiedere loro di soprassedere per il momento sui pagamenti delle bollette inviate agli alluvionati". Lombardo ha poi annunciato che domenica prossima sarà di nuovo a Messina, dove con i sindaci incontrerà gli ospiti degli alberghi e visiterà di nuovo i luoghi del nubifragio.

Ma agli sfollati del messinese non bastano le rassicurazioni del sindaco Buzzanca e del presidente Lombardo. Con l'inverno alle porte temono il protrarsi della condizione di precarietà e così i senza casa hanno lanciato un ultimatum alle istituzioni: "Se entro una settimana la situazione non cambia, scenderemo in piazza e occuperemo strade, linea ferroviaria e municipio", ha detto Corrado Manganaro, presidente del comitato di Giampilieri, una delle frazioni più colpite dall'alluvione che ha fatto 31 vittime e 6 dispersi. Il sostegno mensile a famiglie, commercianti e imprenditori, che secondo Lombardo saranno inseriti nell'ordinanza di Protezione civile, non convincono gli sfollati, che giudicano esigua la somma di 80 milioni messa a disposizione della Regione in attesa dell'arrivo dei fondi statali.

[Informazioni tratte da Ansa, La Siciliaweb.it]

27 novembre 2009
Condividi:
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Offerte & Promozioni

CARGLASS CIANCIANA

CARGLASS CIANCIANA

Vetri e cristalli per veicoli - riparazione e sostituzione
CARGLASS LUCCA SICULA CARGLASS VILLAFRANCA SICULA

CARGLASS LUCCA SICULA CARGLASS VILLAFRANCA SICULA

Vetri e cristalli per veicoli - riparazione e sostituzione
DOCTORGLASS AGRIGENTO

DOCTORGLASS AGRIGENTO

Vetri e cristalli per veicoli - riparazione e sostituzione
Gita  di una giornata a San Vito Lo Capo € 12,00
STEFANO ANSELMO  da LAURA LANZA ACADEMY

STEFANO ANSELMO da LAURA LANZA ACADEMY

Centri di estetica, cosmesi, benessere e servizi

Aziende consigliate