Progetto MAGINOT: una buona pratica scientifica che si è realizzata in Sicilia

Progetto MAGINOT: una "buona pratica" scientifica che si è realizzata in Sicilia

Una giornata di studi per raccontare il Sistema integrato per il monitoraggio e la tutela dell'ambiente urbano, extraurbano e marino

L'evento finale del progetto MAGINOT, Sistema integrato per il monitoraggio e la tutela dell'ambiente urbano, extraurbano e marino, è stato anche un ideale momento di bilancio per la realizzazione e messa in attività del primo sistema stabile di monitoraggio ambientale aria, acqua e suolo che, anche grazie a un portale informatico, è un efficace sistema di controllo del territorio dal punto di vista ambientale.
La giornata di studi si è svolta a Priolo (SR) sul tema "Un moderno osservatorio ambientale in aree a forte impatto antropico", ha visto come relatori Nestore e Lucia De Sanctis dell'Ecocontrol Sud, Mario Sprovieri, Marco Zora e Fabio D'Agostino del CNR- IAMC, Giuseppe Campobello dell'Università degli studi di Messina, e Alessio Langiu del CNR-ICAR, hanno presentato il sistema di early warning e il portale.

Il progetto MAGINOT "Sistema integrato per il monitoraggio e la tutela dell'ambiente urbano extraurbano e marino" è il primo progetto stabile di monitoraggio ambientale multi-matrice (aria, acqua, suolo), in tempo reale ed interoperabile. Il portale informatico sviluppato all'interno del progetto e in accordo alla direttiva internazionale INSPIRE fornisce un efficace sistema di controllo del territorio integrando sensori ed osservatori per tutte le matrici ambientali più rilevanti.
"Il progetto Maginot è una grande opportunità, per il territorio e per il nostro paese - ha spiegato Mario Sprovieri -. Le sfide che raccoglie Maginot sono per un monitoraggio ambientale on line, in tempo reale, su tutte le matrici ambientali, quindi suolo, atmosfera, mare, acque interne, ed è il primo progetto che riesce a mettere insieme tutte le informazioni su un portale disponibile per il pubblico secondo quelle che sono le normative di riferimento della commissione europea, quella che viene definita la direttiva INSPIRE".

Il progetto è stato realizzato in partnership da due aziende leader nel settore, Ecocontrol Sud S.r.l. ed IFA S.r.l., insieme all'Istituto per l'Ambiente Marino Costiero del Consiglio Nazionale di Ricerca CNR ed all'Università di Messina. Si tratta di un gruppo di altissimo profilo che dà autorevolezza al progetto e rilevanza ai dati che produrrà, utili per un moderno approccio all'osservazione e gestione dell'ambiente. Il progetto è nato grazie al P.O.N. RICERCA E COMPETITIVITÀ 2007-2013 - Azione II "Interventi di sostegno alla ricerca industriale".
Nestore De Sanctis: "Ecocontrol Sud si occupa di analisi chimiche e controlli ambientali da oltre 30 anni offrendo servizi di indagini e monitoraggio a privati e pubblici. Maginot rappresenta l'evoluzione della nostra attività; è stato realizzato un sistema integrato di monitoraggio ambientale che interessa il mare, le acque sotterranee, il suolo e l'aria stessa. Con quanto realizzato in Maginot possiamo proporre un nuovo servizio innovativo e all'avanguardia."

Per ulteriori informazioni: www.maginot.cnr.it

31 maggio 2018
Condividi:
Prova con Martinetti Piatti

Prova con Martinetti Piatti

Ricerca scientifica - laboratori
proposto da Dismat S.r.l.
Prove Indagini e Sperimentazioni su Materiali da Costruzione
EPA 5035(, EPA 8260C(06) ed EPA 5030C (2003).

EPA 5035(, EPA 8260C(06) ed EPA 5030C (2003).

Ricerca scientifica - laboratori
150,00 €
Prove su Malte

Prove su Malte

Ricerca scientifica - laboratori
proposto da Dismat S.r.l.
PNT_D

PNT_D

Ricerca scientifica - laboratori
proposto da Dismat S.r.l.
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Aziende consigliate