Provvedimenti antinquinamento. Siglato protocollo d'intesa tra l'Università e il Comune di Palermo

Un osservatorio permanente che monitori la situazione ambientale e tenga sotto controllo l'inquinamento a Palermo per poter comprendere le origini e le modalità di diffusione degli inquinanti e per trovare altri rimedi, oltre a quelli già messi in atto, in modo da far rientrare gli indicatori entro i valori previsti dalla normativa.
Ieri pomeriggio è stato siglato il protocollo d'intesa tra l'Università degli Studi di Palermo, il Comune di Palermo, l'Agenzia regionale per la protezione dell'Ambiente (Arpa), il Centro per la protezione ambientale e l'analisi dei materiali (Cepa) e la Fondazione Bellisario.

Obiettivo degli enti coinvolti, in base a quanto specificato nel protocollo d'intesa, è quello di effettuare una caratterizzazione composizionale degli inquinanti, una stima del contributo all'inquinamento proveniente da ogni sorgente, una modellazione della dispersione degli inquinanti nell'area urbana per la definizione delle aree a rischio e la realizzazione di un sistema informativo territoriale dedicato.  Le attività specificate nel documento saranno sviluppate dai diversi enti nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 ottobre 2007.

Alla sigla del protocollo erano presenti il sindaco Diego Cammarata, l'assessore all'Ambiente del Comune di Palermo, Giovanni Avanti, il funzionario del servizio Ambiente ed Ecologia, Maurizio Volpe, il delegato alla ricerca per l'Ateneo di Palermo e preside della Facoltà di Ingegneria, Francesco Paolo La Mantia, il presidente della Fondazione Bellisario, Patrizia Livreri, il docente del dipartimento di Ingegneria Chimica dell'Università di Palermo, Carmelo Sunseri. Inoltre, Sergio Marino direttore dell'Arpa Palermo e il direttore del CEPA, Rosario Alaimo.
Lo studio che il tavolo tecnico porterà avanti secondo un approccio metodologico, unico nel suo genere a livello nazionale, servirà a valutare le reali condizioni dell'inquinamento atmosferico nelle aree urbane palermitane, prendendo in considerazione le caratteristiche geografiche e meteo-climatiche della città, e ad ottenere informazioni sui possibili interventi da attuare per mitigare l'inquinamento a Palermo.

Comune di Palermo

19 dicembre 2006
Condividi:
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie