Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Sarà ripristinata la linea ferroviaria Palermo-Trapani, via Milo

Rete Ferroviaria Italiana ha pubblicato il bando di gara dal valore di circa 102,3 milioni

Sarà ripristinata la linea ferroviaria Palermo-Trapani, via Milo
Contenuti Sponsorizzati
Scavi, demolizioni e movimento terra
Demolizioni
Terra vegetale
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) ha pubblicato il bando di gara per la progettazione esecutiva e l'esecuzione dei lavori di ripristino della linea ferroviaria Palermo-Trapani, via Milo. I lavori restituiranno al territorio del trapanese un collegamento ferroviario più efficiente fra Palermo e Trapani - interrotto dal 2013 per una serie di movimenti franosi lungo la linea - e un'occasione per il rilancio del turismo, grazie all'interconnessione più rapida con gli aeroporti dei due capoluoghi, "Falcone e Borsellino" e "Vincenzo Florio".

Il tratto di linea oggetto dell'appalto è lungo 47 km e attraversa i territori dei Comuni di Trapani, Paceco, Erice, Buseto Palizzolo, Castellammare del Golfo e Calatafimi/Segesta.

Oltre agli interventi di potenziamento della linea, è prevista anche la riqualificazione della fermata di Segesta Tempio (in prossimità dell'omonima Area Archeologica) e della stazione di Calatafimi, che saranno adeguate ai vigenti standard europei, garantendo un elevato comfort ai viaggiatori e l'accessibilità alle persone con disabilità e a ridotta mobilità, grazie alla realizzazione dei percorsi per non vedenti e alla collocazione di ascensori.

Stazione di Calatafimi - ph Giorgio Stagni
Foto di Giorgio Stagni - www.stagniweb.it, CC BY-SA 3.0

L'esecuzione dell'opera, dal valore di circa 102,3 milioni di euro e della durata complessiva prevista di 1.069 giorni, richiederà un impiego giornaliero medio di circa 150 maestranze.

L'opera, inclusa nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e con gestione commissariale ai sensi del "D.P.C.M. del 16 aprile 2021", si inserisce nel più ampio progetto di RFI per l'intero comprensorio di Trapani, ed è complementare al progetto di elettrificazione della linea e alla realizzazione del "Sottovia" di Trapani, che consentirà la soppressione dei tre passaggi a livello presenti nell'ambito urbano della città.

22 novembre 2021
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Scavi, demolizioni e movimento terra
Demolizioni
Terra vegetale
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE