Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Scaricare film da internet è diventato reato. Con il nuovo decreto, nuove garanzie per il Cinema

Nuove sanzioni, e fondi per il cinema, le attività teatrali, liriche e musicali

Contenuti Sponsorizzati
Antipastiera rettangolare in legno e porcellana Villa Altachiara YIN & YANG
Recupero dati Hard Disk Interno
Impianti Antintrusione
Tortiera rotonda in porcellana da forno decorata  Egan CAMPO DI CUORI
Servizio di Noleggio con Conducente da Palermo Aeroporto
E’ stato approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto che prevede la destinazione allo spettacolo di risorse finanziarie assegnate al ministero per i Beni e le attività culturali.
I fondi verranno destinati in parte al fondo di garanzia per il cinema e in parte alle attività teatrali, liriche e musicali.
Il ministro Giuliano Urbani ha dichiarato che "con l'approvazione della riforma del sostegno pubblico al cinema si pone fine alle logiche assistenzialistiche e clientelari con cui lo Stato finanziava le produzioni cinematografiche. Non potendosi però eludere gli impegni presi dall'Amministrazione con la precedente legge il Consiglio dei Ministri ha deciso di integrare i fondi destinati alle attività cinematografiche gestiti dalla Banca Nazionale del Lavoro, che da 600 milioni di euro erano scesi a meno di 80 milioni di euro in soli sette anni, per colpa di una politica dissennata nei prestiti a produzioni cinematografiche che in media hanno avuto circa 500 spettatori, una pesante eredità del passato cui la riforma del cinema approvata dal Governo pone termine".

Nel decreto anche nuove norme contro la pirateria cinematografica su internet, responsabilizzando i gestori dei servizi telematici e inasprendo le sanzioni contro chi scarica dati protetti a fini di lucro, commercializzando copie digitali non autorizzate di film.
"La pirateria audiovisiva è un furto - ha dichiarato il Ministro Urbani - e come tale deve essere trattata. I diritti d'autore devono essere difesi, altrimenti la proprietà intellettuale è destinata a scomparire, provocando nel lungo periodo la morte di ogni produzione culturale. Come ogni innovazione tecnologica, il web apre nuove e interessanti frontiere, che però non devono diventare un far west senza leggi. Esaltando eccessivamente la libertà di internet, rischiamo infatti di navigare in futuro in una rete priva di contenuti, un Mar Morto cibernetico prosciugato di idee".

Il testo infine rende operativa la Società per l'Arte, Cultura e Spettacolo, Arcus Spa, che vedrà dunque assegnate somme pari al 3% delle risorse destinate allo sviluppo delle infrastrutture fisiche del Paese per sostenere la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale italiano. Arcus potrà contare già dal 2004 sulla disponibilità di contrarre mutui per almeno 80 milioni di euro.

16 marzo 2004
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Antipastiera rettangolare in legno e porcellana Villa Altachiara YIN & YANG
Recupero dati Hard Disk Interno
Impianti Antintrusione
Tortiera rotonda in porcellana da forno decorata  Egan CAMPO DI CUORI
Servizio di Noleggio con Conducente da Palermo Aeroporto
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

Promozione Vista/Sole
VISMARA BENESSERE LETTINO LUMIA  2021
I nostri primi Quarant'anni!!!
FINANZIAMENTI  A  FONDO  PERDUTO  2021

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE