Si concludono oggi in Germania le Olimpiadi di Cucina 2004. I Cuochi Siciliani a testa alta

Si tengono ogni quattro anni proprio come quelle sportive e vi partecipano tantissime nazioni del mondo

Si concluderanno oggi, nella bellissima cittadina medievale tedesca di Erfurt, capoluogo della Turingia, le importantissime "Olimpiadi di Cucina 2004", che si tengono come quelle classiche, una volta ogni quattro anni, e organizzate dall'Associazione Tedesca Chef (VKD).
All'appuntamento, ovviamente non poteva mancare l'Italia, che si è presentata all'evento con la pluripremiata Nazionale Italiana Cuochi, da anni impegnata in continue attività di promozione nazionale e internazionale della cucina del Bel Paese.

Meglio conosciute come IKA, formula abbreviata di International Culinary Art Exhibition, le Olimpiadi videro la prima edizione a Francoforte nel 1900; da allora sono diventate la Mecca per cuochi e pasticcieri professionisti di tutto il mondo.
Sono stati 1.100 i partecipanti accompagnati dai rispettivi gruppi di sostegno provenienti da oltre 32 nazioni, che hanno fatto di questa competizione, quella con il più alto numero di competitors di tutti i suoi 104 anni di storia, nonché l'evento culinario più importante non solo per i professionisti, ma anche per gli amanti di tutto il mondo della buona cucina.
La competizione a squadre laurea i migliori team nazionali, ciascuno formato da 1 chef capitano, 4 chef e 1 chef pasticcere, secondo criteri che valutano i piatti sotto ogni profilo: dall'armonia del gusto alla presentazione, dalle qualità nutritive all'estetica e alla maestria nell'esecuzione.

A rappresentare i colori della Regione Sicilia, sono stati gli Chef dell'Associazione Professionale Cuochi Il Team SicilianoItaliani (sez. Sicilia), presieduta da Salvatore Scrivano.
Questa la composizione del Team siciliano: Michele Battiato (team manager), Concetto Pavone (caposquadra), Giorgio Rimmaudo, Maurizio Urso, Carmelo Brancato (componenti).
Alla squadra si sono affiancati una decina di "singoli" che hanno partecipato alle varie gare in programma.

Le specialità olimpiche
LA CUCINA CALDA
Le squadre sono state chiamate ad eseguire dal vivo le prove culinarie in un tempo massimo di 5 ore, all'interno di cucine a vetro e di fronte a centinaia di spettatori provenienti da tutto il mondo.
Una giuria internazionale, dall'esperienza professionale assegna un punteggio per qualità della composizione, innovazione, corretta preparazione professionale, presentazione finale.
LA CUCINA FREDDA
Una medaglia per creatività e perfezione è assegnata alla squadra che presenta il miglior buffet freddo.
Le squadre concorrenti lavorano per una notte intera per preparare un menù ricco ed elaborato di antipasti, primi, secondi, dessert, praline, torte e quant’altro rappresenti al meglio la tipicità e il gusto nazionale.
Tutti i piatti devono essere esposti su un tavolo curatissimo dal punto di vista estetico, perciò è d'uso arricchire i buffet con sculture di cibo e di ghiaccio e con stoviglie adatte ad un sontuoso banchetto.
La giuria internazionale assegna la mattina un punteggio per ogni categoria culinaria (antipasti, primi, secondi, dessert, menù completi), per la presentazione scenica, per i corretti valori nutrizionali e per la corretta preparazione igienica e professionale.

20 ottobre 2004
Condividi:
Calice   in vetro H 50

Calice in vetro H 50

Piante artificiali
20,87 €
Nodrops Fila
Cuori  in vetro cm. 10 alto cm. 6 trasparente
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Offerte & Promozioni

Mobile bagno cm 60 frassino bianco

Mobile bagno cm 60 frassino bianco

Arredamenti ed architettura d'interni
TURONE SPAZZOLE TERGICRISTALLO AGRIGENTO

TURONE SPAZZOLE TERGICRISTALLO AGRIGENTO

Carrozzerie autoveicoli industriali e speciali
Promo Freni anteriori

Promo Freni anteriori

Carrozzerie autoveicoli industriali e speciali
TURONE SOCCORSO STRADALE AGRIGENTO- CARROATTREZZI AGRIGENTO

TURONE SOCCORSO STRADALE AGRIGENTO- CARROATTREZZI AGRIGENTO

Carrozzerie autoveicoli industriali e speciali
Specchio cornice argento

Aziende consigliate