Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Sicilia, terra di primi piatti. I siciliani sono risultati i primi in Italia nel consumo di pasta

Ogni siciliano consuma 40 kg di pasta all'anno contro una media nazionale di 28 kg

Contenuti Sponsorizzati

Il consumo di pasta pro capite raggiunge in Sicilia i 40 chilogrammi contro una media nazionale di 28.
La filiera grano duro della Sicila e i suoi primati di consumo e di produzione sono stati illustrati in occasione della manifestazione, presentata a Roma, "I primi d'Italia - Festival nazionale dei primi piatti" che si terrà a Foligno, in provincia di Perugia, dal 29 settembre al 3 ottobre.

In rappresentanza dell'isola lo chef Giuseppe Dell'Olio, 81 anni, con le pennette lisce 'chi vruoccoli arriminati', il wine bar gestito dalle aziende Gandolfo e Sottesoli e il Consorzio di ricerca "Gian Pietro Ballatore" che da 5 anni compie ricerche sul grano duro in Sicilia. "Alla coltura di grano duro - ha detto Giuseppe Russo del Consorzio Ballatore - sono dedicati 350.000 ettari, un campo di grano esteso quanto la Valle d'Aosta".

A Foligno saranno 140, tra pastifici tradizionali e industria alimentare, le aziende nazionali coinvolte nella sesta edizione della manifestazione, manifestazione promossa dal socio della Confcommercio provinciale Epta. Per l'occasione resteranno aperte le dieci taverne medioevali del centro storico umbro, affiancate da "villaggi del gusto" gestiti dalle regioni Piemonte, Liguria, Sicilia e Calabria.
"Vogliamo valorizzare tutte le produzioni nazionali - ha annunciato a Roma nella conferenza stampa di presentazione il presidente dell'Epta Roberto Prosperi - sia industriali che di nicchia, attivando incontri con la Fida che rappresenta i dettaglianti della distribuzione e facendo riscoprire ai visitatori ricette tipiche di ogni territorio, oltre a proporre una rievocazione storica del pranzo umbro della battitura, nel giorno di trebbiatura del grano". "Dopo la presentazione del "Festival nazionale dei primi piatti" nelle sedi estere dell'Ice - annuncia il responsabile commerciale dell'Epta Giorgio Menichini - l'appuntamento di Foligno sta registrando l'adesione di numerosi buyers dalla Cina e dai paesi di recente ingresso nell'Unione Europea. Anche ai corsi professionali di alta cucina, proposti con la collaborazione di chef di calibro e stelle Michelin come Valeria Piccini (Grosseto), Nicola Portinari (Vicenza), Gabriele Ferron (Verona); Marco Bistarelli (Perugia) e Beppe Sardi (Alessandria), sono iscritti diversi operatori provenienti da Cina, Spagna e Australia.

In programma anche un focus-prodotto sulla "cucina vegetariana, alimentazione dei single e intolleranze alimentari". Secondo l'Epta il tema della intolleranze è di estremo interesse sia per i consumatori che per il mondo della produzione. "Un dato per tutti - ha aggiunto Prosperi - delle 52 produzioni artigianali presenti all'appuntamento di Foligno, 8 commercializzano prodotti senza glutine".

21 settembre 2004
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

Noleggio Breve Termine KYMKO PEOPLE 200GT
DISPOSITIVI DI PROTEZIONE COVID 19
VISMARA BENESSERE LETTINO LUMIA  2021
Promozione Vista/Sole
MARMI E LAPIDI

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE