Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Torna all'antico splendore il Presepe marino del Museo Pepoli

Il museo di Trapani ha restaurato il prezioso presepe del '700, opera di Andrea Tipa

Torna all'antico splendore il Presepe marino del Museo Pepoli
Contenuti Sponsorizzati
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Torna all'antico splendore, grazie ad un intervento di restauro appena concluso, l'originale Presepe in materiali marini custodito al Museo Interdisciplinare Regionale "Agostino Pepoli" di Trapani e visitabile già alla riapertura dei musei.

L'opera, realizzata nel '700 dallo scultore trapanese Andrea Tipa (1725-1766), costituisce uno dei pezzi più particolari e originali esposti all'interno del Museo. Agli inizi del XIX secolo il prezioso presepe era custodito nel palazzo nobiliare di Antonio Sieri Pepoli, Barone di San Teodoro, nonno del conte Agostino Pepoli, che lo conservava gelosamente nel salotto di rappresentanza, come uno dei più preziosi gioielli di famiglia.

Presepe marino di Andrea Tipa (part)

Il Presepe, un vero e proprio capolavoro dell'artigianato artistico trapanese del Settecento, è un'opera scenografica monumentale in cui concrezioni rocciose, coralli, madreperle, conchiglie si associano a parti scultoree in selenite, il tutto dentro il meraviglioso scenario naturale di una montagna animata da grotte e balze con una straordinaria varietà di rocce, conchiglie e fiori in madreperla e corallo.

Presepe marino di Andrea Tipa (part)

"Lo straordinario manufatto - dice il direttore del Museo Pepoli, Roberto Garufi - è considerata una delle migliori opere dello scultore trapanese Andrea Tipa celebre, insieme al padre Giuseppe ed al fratello Alberto, per la sua abilità nello scolpire "in tenero e in piccolo" i più svariati materiali, dall'avorio all'ambra, dalla pietra incarnata al legno".

Presepe marino di Andrea Tipa (part)

Il restauro, reso necessario dall'esigenza di effettuare un'attività di ripulitura da troppi decenni rimandata, ha richiesto un consolidamento strutturale degli elementi portanti, il cui cedimento, in parte già in atto, avrebbe potuto irrimediabilmente compromettere la tenuta dell'insieme.

Presepe marino di Andrea Tipa (part)

Il restauro ha visto coinvolto in un lavoro di equipe: Cesare Tinì che ha curato il restauro, Roberto Garufi e Daniela Scandariato che hanno diretto i lavori di restauro e orientato le scelte relative al nuovo allestimento, Maria Concetta Scavone che ha condotto le indagini geologiche sui materiali, Angela Morabito le ricerche storico-iconografiche nell'archivio fotografico e nei depositi, infine Luigi Bruno che ha sviluppato le ricerche malacologiche.

18 maggio 2021
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE