Tutti a lavoro!

Finite le ferie per la maggior parte degli italiani che dopo le code del weekend si ritrovano più stressati di prima ai loro posti di lavoro

Si ritorna a casa, chi mestamente, chi tirando un sospiro di sollievo. Le ferie estive per la maggior parte degli italiani sono finite, e dopo le lunghe, interminabili code di sabato e domenica, sfiniti e tristi ritornano a lavorare. Si ritorna al famigerato tran tran quotidiano.
Ed è iniziato sabato, di buon mattino, per proseguire per tutta la domenica, il rientro - contrassegnato dal "bollino rosso" - dalle località di villeggiatura con un traffico massiccio e con le lunghe code sulle principali direttrici.
Secondo l'associazione Telefono Blu, in circolazione sulle strade ci sono state circa 8 milioni di autovetture, con il (purtroppo) consueto strascico di incidenti. Nella giornata di sabato gli incidenti più gravi sono stati due, sulla stessa strada in Basilicata, la Sinnica, in cui sono morti sette giovani, e quello sulla A29 Palermo-Catania, dove un'autovettura è precipitata da un viadotto: due donne sono morte, un uomo è rimasto gravemente ferito.

Sotto osservazione di Telefono Blu  anche la tendenza di tutti quegli italiani che, dopo un luglio al risparmio e un Agosto incerto, finalmente a prezzi ridotti (nonostante la benzina e le autostrade) hanno atteso con speranza il mese di settembre (in questo mese i prezzi tendono a diminuire fra il 20 ed il 30% mediamente) per una vantaggiosa vacanza soprattutto a temperature e giornate belle come pare che sarà nelle oltre 2000 località turistiche d’Italia.
Inoltre tempo permettendo gli amanti del weekend imperverseranno fino all'inizio di ottobre.
Saranno infatti tra i 7 e gli 8 milioni gli italiani che andranno in vacanza fra settembre ed i primi di ottobre. Vacanze queste che dureranno non più di 9 giorni. Ma ci saranno, favoriti anche dal bel tempo almeno 5 milioni di pendolari della vacanza. La maggior parte si muoverà il sabato mattina (almeno il 40%) e la domenica il 35% (per un giorno solo).
Pertanto oggi avremo ancora in vacanza oltre 20 milioni di Italiani (oltre un terzo quindi non molla).

Il ripopolamento delle città
Vediamo i dati del ripopolamento di oggi nelle città e nelle aree metropolitane.
Ricordiamo anche le aperture dei negozi che vedono fra queste città in testa quelle del Sud ed in particolare Napoli con il 65% delle aperture e ultime ancora Bologna e Milano ambedue attestate intorno al 48-50%. Le aziende ed attività produttive e di servizi invece superano il 50 % delle aperture (60% nord).

  2003 2004
Catania 79%  80%
Napoli 77%  77% 
Bari 76% 77%
Genova  73%  76% 
Torino  67%  68% 
Firenze  65%  66% 
Roma 65%  65% 
Milano  61%  63% 
Bologna  61%  64% 

In buona sostanza nel Nord Italia il 33% sarà ancora in vacanza, nel centro mediamente il 25% e nel sud soltanto un 15-18%.
Ed è oltre il 60% degli italiani ad essere stressato da code chilometriche e dalle lamentele dei famigliari in auto. Di questo sessanta per cento c'è poi un 20% che subito ricorre ai giorni di malattia (circa 4 giorni). Infatti, la "sindrome del rientro" colpisce un italiano su quattro (i sintomi classici sono la stanchezza, l'insonnia, il mal di testa, la cattiva digestione). Nel caso poi di vacanza rovinata o difficile il dato raddoppia e diventa 1 su 2. Il sistema produttivo colleziona pertanto, in questo periodo una vera flessione.

Gli italiani si sono spostati...
- Il 72% in auto (solo da Roma movimento in uscita di 250mila auto ed in entrata di 150mila nella giornata di Sabato che vede partenze e rientri). 6,5 milioni circa in auto (comprensive di circa 2,2 milioni di auto di pendolari e nuove partenze)
- Il 12 % in treno pari a 1,3 milioni di persone.
- L'11 % in aereo (aeroporti di Roma 300mila movimenti e Milano 200mila, in ambedue i casi il 65% in entrata) così con cifre minori ai 50mila gli aeroporti di Bologna, Torino,Venezia, Catania. Pari a oltre 900mila movimenti
I rimanenti vacanzieri di ritorno si sono spostati con i traghetti.

Le "VACANZE ROVINATE"
Sono state oltre 10 mila le segnalazioni di "Vacanza Rovinata" e "Vacanza difficile" segnalati al Telefono Blu  pari a circa 60mila persone e oltre 9000 famiglie
In testa le segnalazioni per i viaggi organizzati, poi i trasporti e la ricettività delle strutture turistiche.

Per chi torna da quella che doveva essere la meritata vacanza e ha invece perso qualche capello per colpa dello stress, consigliamo di mettersi subito in contatto con Telefono Blu per i ricorsi "Vacanza rovinata", centralino n° 199.44.33.78 

23 agosto 2004
Condividi:
CERNIERA ANTE FRIGORIFERO. Salice Per elementi frigo
Rubinetto Lama Hego
ADVAN S.T. - V802

ADVAN S.T. - V802

Pneumatici per veicoli a motore
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Offerte & Promozioni

VETRI OSCURATI RIBERA FAVARA AGRIGENTO

VETRI OSCURATI RIBERA FAVARA AGRIGENTO

Carrozzerie autoveicoli industriali e speciali
Specchio cornice argento

Specchio cornice argento

Arredamenti e mobili per la casa
TURONE OSCURAMENTO VETRI GELA DELIA SAN CATALDO

TURONE OSCURAMENTO VETRI GELA DELIA SAN CATALDO

Carrozzerie autoveicoli industriali e speciali
VETRI AUTO AGRIGENTO

VETRI AUTO AGRIGENTO

Carrozzerie autoveicoli industriali e speciali
TURONE SERVIZIO A DOMICILIO CALTANISSETTA

TURONE SERVIZIO A DOMICILIO CALTANISSETTA

Carrozzerie autoveicoli industriali e speciali

Aziende consigliate