Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Un'annata coi fiocchi

Anno splendido per la vendemmia in Sicilia, sia per livello di qualità che di quantità

Contenuti Sponsorizzati
Osteoporosi - riabilitazione
DDA204 4x25A 0,03A Blocco Differenziale Classe A ABB
Gerbera Artificiale Bush x 8 in poliester - Sconti per Fioristi e Aziende
LASER EPILAZIONE NOLEGGIO
Presa RCA da Pannello dorata a Saldare Rossa

Si apre sotto ottimi auspici la vendemmia in Sicilia, che terminerà il 10 novembre. Per quanto riguarda la produzione, si stima che quest'anno sarà di circa il 40% superiore al 2007, quando il comparto vitivinicolo fu pesantemente danneggiato dalla peronospora. Dai 4,5 milioni di ettolitri dello scorso anno, quindi si dovrebbe passare ai circa 6 milioni.
"I primi dati - ha spiegato l'assessore regionale all'Agricoltura Giovanni La Via - ci dicono che il 2008 sarà un anno splendido, sia dal punto di vista quantitativo sia qualitativo, dopo l'anno horribilis del 2007, con una produzione pesantemente danneggiata dalla peronospora. Abbiamo un'uva straordinaria e molto ricca che si presume potrà consentire un aumento della produzione di circa il 30-40% rispetto all'anno scorso".
La novità di quest'anno a livello normativo e organizzativo sarà la sperimentazione dei 'voucher', un passpartout per contrastare il lavoro irregolare che permetterà di regolamentare le prestazioni occasionali di studenti e pensionati nel settore agricolo. Il valore nominale dei buoni è 10 euro, il valore netto, cioè quanto andrà in tasca ai vendemmiatori saltuari è di 7,50 euro. I datori di lavoro potranno ricorrere ai voucher per un importo fino a 10mila euro, mentre per il lavoratore il limite delle attività occasionali accessorie e' di 5mila euro da parte di ciascun committente.

La vendemmia nell'Isola iniziarà con significative differenze in base alla zona, prima le aree costiere poi le zone più interne. Il primi vitigni ad essere raccolti saranno le uve chardonnay, per mantenere un grado più alto di acidità.
Secondo un'indagine condotta dal settimanale Cronache di Gusto, alla vigilia delle operazioni di raccolta, le cantine sembrano entusiaste. A Partinico, in provincia di Palermo, l'enologo Vincenzo Bambina delle Cantine Brugnano ha illustrato le ottime premesse. "Le temperature e il clima lasciano pensare che quest'anno sia le quantità e che la qualità dell'uva saranno ottime, potremmo parlare di un 20, 30 % in più rispetto all'anno scorso, contraddistinto da una bassa produzione a causa dell'attacco di parassiti". A Partinico si inizierà a fine agosto con il Viogner.
Scenario uguale a Camporeale, Marco Sferlazzo delle Cantine Porta del Vento parla di "una stagione molto favorevole". Nelle vigne a 700 metri di altezza, a metà agosto il primo vitigno ad essere raccolto sarà lo Chardonnay, poi a settembre il Nero d'Avola. Le coltivazioni biologiche delle cantine hanno richiesto solo 2 trattamenti durante l'anno, "indice che non ci sono state emergenze cui far fronte". Spiega Sferlazzo che per questa vendemmia parla di un aumento di produzione del 10 per cento.

Per le Cantine De Bartoli a Pantelleria, nella zona di Bakkuram i forti venti di scirocco hanno ridotto la produzione a favore della qualità, mentre nei terreni di Marsala il clima è stato ideale. Sempre a Marsala l'enologo Giuseppe Clementi dell'Azienda Caruso e Minini parla di un "ritorno alla normalità" dopo il terribile 2007 contraddistinto da una scarsa produzione per l'attacco di peronospera e dei venti di scirocco nel mese di agosto. Le prime uve raccolte saranno le varietà precoci: Chardonnay e Viogner "anticiperemo la vendemmia a prima di ferragosto".
Salvatore Ajello dell'omonima azienda a Mazara del Vallo, incrocia le dita. "Il rischio malattie sembra essere scongiurato, se il clima resta questo prevede un aumento del 10 20 per cento nella produzione". Vista la zona collinare la vendemmia sarà leggermente ritardata, si inizia il 20 di agosto con lo Chardonnay e il Fiano per chiudere a fine settembre con il Moscato.

Nell'agrigentino Alfredo Quignones dell'Azienda agricola Quignones nelle colline di Licata tiene il fiato sospeso fino all'ultimo momento. "A mano che non ci siano ondate di caldo negli ultimi giorni dovremmo avere un'ottima resa, il 10, 20 per cento in più rispetto all'anno scorso".
A Cammarata, nell'azienda Feudo Montoni di Fabio Sireci si avvicina il momento dello Chardonnay, qui la raccolta inizierà subito dopo ferragosto con questo vitigno mentre per il Nero d'Avola il vino che dà vita alla "selezione speciale Vrucara" si parla dei primi di settembre.
Salvo Foti invece parla della situazione nella Sicilia sud orientale, sui terreni dell'Azienda Gulfi dove i dati sono gli stessi del resto della Sicilia. "Un buon andamento stagionale, ma - precisa l'enologo - da qui a 'portare il vino a casa' la strada è lunga gli ultimi 20 giorni sono i più importanti". Diversa la situazione sul fronte Etna dove 9 giorni di grandinate a macchia di leopardo hanno compromesso gran parte del raccolto, in alcuni casi distruggendo interi vigneti. Un incidente che mette a rischio anche le produzioni degli anni successivi perché molte viti sono state colpite alle redici, lo conferma Calogero Statela di Terre nere sul versante nord dell'Etna, nella zona di Randazzo.

A Messina, Salvatore Geraci dell'Azienda Falari ci tiene a precisare: "Impossibile fare pronostici, parlare di ottima stagione in Sicilia è la normalità, ma tutto si decide sul filo, bastano 5 giorni brutti ad agosto per rischiare di compromettere parte del raccolto".
Tonino Guzzo enologo di Gorghi Tondi di Mazzara e Castellucci Miano di Valledolmo, presenta la differenza tra le due zone, a Trapani l'annata promette bene, mentre nella zona di Valledolmo per la forte siccità e la mancanza di irrigazione si sono registrati cali notevoli nelle quantità ma a favore della qualità. "Si prospettano - dice Guzzo - vini rossi splendidi ricchi concentrati e profumati".

[Articolo di Ciro Frisco pubblicato su SiciliaInformazioni.com]

5 agosto 2008
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Osteoporosi - riabilitazione
DDA204 4x25A 0,03A Blocco Differenziale Classe A ABB
Gerbera Artificiale Bush x 8 in poliester - Sconti per Fioristi e Aziende
LASER EPILAZIONE NOLEGGIO
Presa RCA da Pannello dorata a Saldare Rossa
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie
Contenuti Sponsorizzati

Offerte & Promozioni

MAKE UP POSTAZIONI

MAKE UP POSTAZIONI

31/12/2022
MARMI E LAPIDI
Gift Card

Gift Card

Offerta valida
DISPOSITIVI DI PROTEZIONE COVID 19

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE