Una legge siciliana finanzia l'attività imprenditoriale dei detenuti

Si tratta della Legge n.16 del '99

Si tratta della Legge n.16 del '99: è stata approvata all'unanimità dall'Assemblea regionale nella scorsa legislatura e prevede sovvenzioni a fondo perduto per l'acquisto di attrezzature e macchinari, con un contributo massimo di 50 milioni.

I soldi possono servire a finanziare l'adeguamento alle norme di sicurezza del locale che, all'interno del carcere, ospiterà l'attività produttiva e l'acquisto di materie prime.

Nei giorni scorsi sulla Gazzetta ufficiale c'erano i nomi dei primi nuovi imprenditori.

Su 15 domande presentate, sono dieci quelle che alla fine sono state accolte, con somme finanziate tra i 27 e i 50 milioni di lire.

Le attività che saranno avviate vanno dalla produzione di manufatti in legno, alluminio e pelli, alla realizzazione di un piccolo caseificio e di una autocarrozzeria.

Per la legge l'attività finanziata deve proseguire per almeno un quinquennio.

Chi non è arrivato in tempo a partecipare al primo bando sappia che ne è già previsto un secondo nelle prossime settimane.

2 ottobre 2001
Condividi:
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le notizie

Offerte & Promozioni

CARGLASS S. STEFANO DI QUISQUINA

CARGLASS S. STEFANO DI QUISQUINA

Vetri e cristalli per veicoli - riparazione e sostituzione
Mascara

Mascara

Prodotti cosmetici e da toeletta
TURONE VETRO DA CAMBIARE AGRIGENTO

TURONE VETRO DA CAMBIARE AGRIGENTO

Carrozzerie autoveicoli industriali e speciali
Lavabo Colacril tecnoril da appoggio
GASATORE DOMESTICO PALERMO

GASATORE DOMESTICO PALERMO

Depurazione e trattamento delle acque - impianti ed apparecchi
proposto da H2O

Aziende consigliate