Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

A Carnevale ogni... frittella vale!

Pronto il primo social contest sui dolci tipici di Carnevale. Siciliani partecipate, che vi aiutiamo noi!

A Carnevale ogni... frittella vale!
Contenuti Sponsorizzati
Miele di Millefiori / 500 gr./  Valdibella
Origano di Sicilia essiccato/ 20 gr./ Valdibella
ACACIA  250g Miele di Sicilia - "Apicoltura Giuseppe Zerilli"
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Purtroppo anche quest'anno, come già quello passato, il Carnevale non potrà essere quella festa che si contraddistingue per il divertimento e l'intrinseco senso di libertà.

L'unica opportunità per vivere e far vivere un momento di allegria è quella di inventarsi nuove formule legate al web e al mondo virtuale. Proprio quello che ha fatto la Federazione nazionale delle strade del vino, dell'olio e dei sapori d'Italia, che ha ideato una manifestazione interamente on line e un Contest virtuale per raccontare i dolci tipici locali del carnevale.

"A Carnevale ogni frittella vale"

L'evento, intitolato "A Carnevale ogni frittella vale" (dal 9 al 16 febbraio 2021), attraverso racconti video ed immagini, percorrerà le varie regioni d'Italia alla scoperta dei dolci tipici locali e si dipanerà nei canali social della Federazione (Facebook - Instagram) coinvolgendo ristoratori, fornai, pasticceri e tutti gli appassionati che avranno voglia di condividere le tradizioni del proprio territorio.

Contest #aCarnevaleOgniFrittellaVale

Al Contest #aCarnevaleOgniFrittellaVale sarà possibile partecipare gratuitamente inoltrando, entro il 16 febbraio all'indirizzo info@stradevinoitalia.it, foto rappresentative di un dolce tipico locale di carnevale accompagnate dal racconto della sua storia e tradizione, da una descrizione ed eventualmente dalla ricetta. Per tutte le altre informazioni basta cliccare su www.stradevinoitalia.it/carnevale2021/.

Ai Siciliani che vorranno partecipare noi vogliamo dare un piccolo aiuto, suggerendo loro qualche nostra tipica ricetta carnascialesca. Una maniera per divertirsi doppiamente, prima preparandoli e poi fotografandoli!

La pignolata (o pignoccata)

La pignolata (o pignoccata)

  • Vuoi conoscere le migliori pasticcerie siciliane? Scopri dove trovarle - CLICCA QUI

Dolce tipico carnevalesco della tradizione siciliana e calabrese, di seguito gli ingredienti per realizzare la versione messinese: 150 gr. di miele, 500 gr. di farina, 200 gr. di zucchero, 6 uova, olio di semi per friggere, zuccherini colorati.

Procedimento - Unite farina, tuorli, 100 grammi di zucchero e la scorza di limone grattugiata (se il composto dovesse risultare un po' duro, è possibile aggiungere dell'olio d'oliva). Non è necessario attendere: la pasta così ottenuta può essere subito lavorata in listarelle, quindi in tocchetti, infine in palline.

La pignolata (o pignoccata)

Le palline vanno fritte in olio bollente e asciugate con carta assorbente. In un'altra padella capiente sciogliere il rimanente zucchero con dell'acqua e aggiungere il miele. A questo punto le palline fritte vanno versate nello sciroppo dolce e mescolate per qualche minuto a fiamma bassa. Ultimo passaggio: versare il tutto su una superficie di marmo, creando collinette da decorare con gli zuccherini colorati e aggiungendo, a piacimento, delle mandorle tostate.

Le Teste di Turco (in siciliano Testi di Tùrcu)

Le teste di turco (in siciliano testi di Tùrcu)

  • Stai cercando dolciumi e cioccolata? Trova i negozi più vicini a te - CLICCA QUI

La Testa di Turco è un dolce al cucchiaio tipico del comune di Castelbuono (PA) che, secondo la tradizione, venne preparato la prima volta per festeggiare la sconfitta degli Arabi ad opera dei normanni.
Due le parti che compongono questa prelibatezza: una leggera sfoglia di pasta fritta (scorcia) e una crema di latte aromatizzata alla cannella e al limone.

Ingredienti - Per la sfoglia fritta: 100 gr. di farina, 1 uovo e olio di semi per la frittura.
Per la crema: 250 gr. di zucchero, 1 litro di latte intero, 90 gr. di amido per dolci, cannella, buccia di limone e 100 gr. di gocce di cioccolata fondente.

Le teste di turco (in siciliano testi di Tùrcu)

Procedimento - Si comincia con l'impastare insieme uovo e farina, fino a quando non si ottiene un impasto morbido, che andrà steso con il mattarello. La sfoglia dovrà essere tagliata in lasagnette sottili, da friggere in abbondante olio caldo.
Per fare la crema, bisogna stemperare l'amido con il latte senza formare grumi. Proseguite cuocendo a fiamma bassa, aggiungendo lo zucchero e la buccia grattugiata di limone; una volta raggiunto il bollore, la crema è pronta.

A questo punto le sfoglie fritte vanno adagiate sul fondo di una pirofila e poi "annegate" nella crema bollente, infine cosparse di gocce di cioccolato e cannella. Dopo aver fatto "riposare" il dolce in frigo per 4 ore potete consumarlo.

Le sfingi (e non intendiamo quelle egiziane!) o sfinci

Le sfingi (o sfinci) di Carnevale

  • Vuoi sapere dove sono i migliori bar della Sicilia? CLICCA QUI

Infine, ma non per bontà o importanza, abbiamo le sfingi (o sfinci) di Carnevale. Gli ingredienti per una quarantina di sfingi sono: 60 gr. di zucchero; 500 gr. di farina 00; 500 gr. di acqua tiepida e 3 gr. di lievito di birra secco.

Procedimento - Si inizia versando l'acqua tiepida in una ciotola e vi si aggiunge lo zucchero semolato. Unite anche il lievito disidratato e sbattete il tutto con una frusta, fino a sciogliere completamente zucchero e lievito. In un altro contenitore, setacciate la farina e aggiungetela poco per volta al composto di acqua, zucchero e lievito, sempre mescolando con una frusta. Una volta incorporata tutta la farina aggiungete un pizzico di sale e continuate a sbattere fino ad ottenere una pastella liscia.

Le sfingi (o sfinci) di Carnevale

Coprite il composto con della pellicola trasparente e lasciate lievitare fino a quando non avrà raddoppiato di volume e saranno comparse delle bollicine in superficie. A questo punto versate l'olio di semi in un tegame e portatelo a raggiungere la temperatura di 170°.

Aiutandovi con due cucchiai fate scivolare poche porzioni di impasto direttamente nell'olio bollente e cuocete per 3-4 minuti, rigirandole a metà cottura per farle dorare e gonfiare completamente. Solo allora potrete scolare le sfinci con una schiumarola. Per ultimare la preparazione rotolate le sfinci nello zucchero semolato e servitele ancora calde!

8 febbraio 2021
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Miele di Millefiori / 500 gr./  Valdibella
Origano di Sicilia essiccato/ 20 gr./ Valdibella
ACACIA  250g Miele di Sicilia - "Apicoltura Giuseppe Zerilli"
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le rubriche

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE